Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
immagine
La trasmissione giornalistica di approfondimento
Tra politica, motori, arte e cultura diversi gli ospiti del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai

 

Redazione


GROTTAFERRATA (RM) - Promette di essere una puntata ricca di spazi interessanti quella di Officina Stampa di giovedì 25 maggio 2017 quando alle 18.00  si aprirà con il faccia a faccia tra il Sindaco di Genzano Daniele Lorenzon e il Consigliere comunale di opposizione Luca Lommi sulla questione  della rimodulazione degli orari di apertura al pubblico del cimitero.


La diretta, visualizzata da migliaia di utenti, sarà trasmessa sui seguenti canali:

YouTube: OFFICINA STAMPA
www.officinastampa.tv
Facebook OFFICINA STAMPA

Direttamente su questa pagina in fondo all'articolo dove a partire dalle ore 18 si potrà seguire la puntata in diretta o rivederla in differita.


A seguire uno spazio dedicato a Castel Gandolfo con ospite in studio il Sindaco Milvia Monachesi che avrebbe dovuto confrontarsi in un faccia a faccia con il candidato sindaco Cinque Stelle Paolo Belli il quale però ha declinato l’invito dopo una consultazione con la sua coalizione.

Motori roboanti al Motorshow di Napoli dove Officina Stampa è andata in trasferta sabato scorso. Dallo studio verranno mandate in onda immagini mozzafiato che verranno commentate con il G.M. del Black Jack Lino Ventriglia e il grande stuntman Franco Medici e Fausto Amendolagine, presidente del Ferrari Club Roma centro


Non mancherà, come consuetudine, il momento dedicato al sociale condotto dal vulcanico Simone Carabella


L’arte in tutta la sua bellezza, ospite in trasmissione la splendida artista Masha Cavaterra con alcune delle sue opere

Sarà la volta poi di uno spazio dedicato alle bellezze del territorio laziale. Il Bando Borghi ha visto la Regione Lazio impegnare 1,6 milioni per la valorizzazione culturale e turistica di alcuni tra i più caratteristici centri storici del territorio. Tra i vincitori del bando ci sono alcuni Comuni che hanno presentato i loro progetti individualmente, e altri che hanno presentato progetti in collaborazione tra borghi vicini, che hanno caratteristiche simili. Tra questi saranno ospiti del salotto rosso di OFFICINA STAMPA alcuni esempi virtuosi, anche perché sono progetti interprovinciali, come nel caso di Oriolo (VT), che si è unito con Bassano Romano (VT) e Canale Monterano (RM), oppure Trevignano (RM) in collaborazione con Monterosi (VT). Ne parlano con noi Andrea Magagnini, assessore al turismo di Canale Monterano, e Claudia Maciucchi, sindaco di Trevignano. Ad intervistarli i giornalisti de L’Osservatore d’Italia Simonetta D’Onofrio e Silvio Rossi

Il giovane scrittore Matteo Di Carlo, classe 1997  parlerà nel salotto di OFFICINA STAMPA del suo libro “Un giorno capiremo” in compagnia della professoressa Maria Cristina Mannocchi e ai giornalisti Simonetta D’Onofrio e Silvio Rossi

A chiudere la XIX puntata la rassegna stampa a cura di Chiara Rai e Silvio Rossi

Video Rubriche
La presentazione politica
Grande partecipazione per la presentazione della lista di Insieme per Nemi che sostiene la candidatura di Stefano Tersigni
immagine

 

di Ivan Galea


NEMI (RM) - Partecipato a Nemi, ieri, l’appuntamento al bar dei Pini in piazza Roma, che ha visto una sala stracolma per la presentazione della squadra di Stefano Tersigni candidato a sindaco di Nemi con la lista “Insieme per Nemi”. In apertura Tersigni ha definito come “coraggiosa” la presenza degli intervenuti a causa del particolare “clima rigido” o se vogliamo di paura o di ricatto che si è instaurato a Nemi per questa campagna elettorale, che ha assistito addirittura al ritiro di un componente della squadra di Insieme per Nemi dopo che aveva dato la propria adesione. Tersigni ha infatti ricordato che la squadra è formata ben da 11 candidati, alludendo appunto alla persona che si è ritirata, giustificandone le ragioni e ribadendo che il clima dittatoriale che si respira nel paese delle fragole avrà presto fine.

In effetti a Nemi si respira, ormai da tempo, un’aria pesante, dove chi non si “allinea” con una certa parte politica o chi si permette di criticare certi “modus operandi” o chi evidenzia ombre e aspetti che appaiono di tutta evidenza “poco chiari” agli occhi della cittadinanza finisce sotto il tritacarne di chi la domenica si fa il segno della croce in Chiesa, in bella mostra, per poi fare ben altro durante gli altri 6 giorni della settimana e che con tutta probabilità in questi momenti confida molto sull’astensionismo di una certa parte politica nemese che ora ha la grande responsabilità di prendere una decisione, seppur sofferta a causa di antichi contrasti o per divergenze di vedute politiche ormai appartenenti alla preistoria e che oggi sovente vengono utilizzate solo per creare divergenze tra i cittadini, oppure di mettere la testa sotto la sabbia e assistere inermi a una nuova stagione di vecchie dinamiche politiche ormai stranote e agli onori della cronaca. Ma di questi aspetti scriveremo in successive occasioni.


Tersigni ha parlato quindi di “tanta delusione” da parte dei cittadini riguardo il quinquennio Bertucci che ormai volge al termine. “Anche persone che 5 anni fa hanno votato il sindaco uscente sono rimaste deluse dalle tante promesse che sono state fatte e non mantenute. - Ha detto il candidato sindaco – Io personalmente– ha aggiunto – non faccio nessuna promessa”. Sempre in tema di impegni da prendere con i cittadini Tersigni ha detto che l’unica promessa che si impegna a mantenere è quella che tutti i punti di programma saranno rispettati evidenziando il fatto che se nei primi due anni non ne verranno realizzati almeno la metà presenterà le dimissioni da sindaco. “Punti programmatici – ha detto Tersigni - che non prevedono spese per le tasche del Comune di Nemi, quindi per quelle dei cittadini e che sono realizzabili in tempi brevi”.

Tersigni ha ricordato che la lista civica “Insieme per Nemi” è sostenuta da tutta l’area di centrodestra: quindi il sostegno di Noi con Salvini, di Forza Italia e di una parte di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale perché “è spuntato fuori un nuovo fratellino”. Battuta quest’ultima, da parte del candidato, rivolta a Pietro Pazienza, assessore uscente della giunta Bertucci, iscrittosi nelle fila di FdI-AN da poco tempo, probabilmente rendendosi conto che l’intero centrodestra e non solo è compatto con la candidatura di Tersigni. Un modus di fare politica definito da Stefano Tersigni come “spicciolo” come il fatto di aver pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Nemi la presentazione della lista Bertucci. Un episodio quest’ultimo che Tersigni ha bollato come “vergognoso” come i cantieri elettorali apparsi in questi ultimi 2 mesi che precedono le elezioni.


Tersigni ha quindi presentato i candidati che formeranno la squadra di governo in caso di vittoria della lista Insieme per Nemi.


“Ci troviamo ad essere un baluardo difensivo di quello che è un patrimonio unico rappresentato da Nemi e dai tesori custoditi nel suo territorio” Ha detto Cesare Bianchi durante il suo intervento.

“Sono il nipote di Luigi Cavaterra” Ha esordito Andrea Cavaterra, il più giovane componente della squadra di Insieme per Nemi, ricordando le origini della sua famiglia conosciuta dalla maggior parte dei nemesi. Cavaterra ha puntato il dito sulla totale mancanza di un qualsiasi tipo di attrattiva per i ragazzi di Nemi che sono costretti a dirigersi verso le altre cittadine dei Castelli Romani se non addirittura a Roma per trovare spazi e intrattenimenti adatti alle generazioni dei più giovani cittadini del paese delle fragole.


Laura Borgognoni, importante componente del gruppo di Insieme per Nemi da sempre presente sul territorio ha parlato di tradizione. “Che cos’è la tradizione? – ha detto Borgognoni – E’ la testimonianza, le notizie, le memorie storiche che appartengono al passato. – ha proseguito – E chi crea la tradizione? La crea l’uomo contemporaneo  prendendo una cosa dal passato, rielaborandola e proiettandola nel futuro. Noi abbiamo fatto questo con Insieme per Nemi.”


“Un brillante opacizzato”: così ha definito Nemi la “seconda Cavaterra” – così si è definita - della squadra di Tersigni. Masha Cavaterra ha parlato di “obbligo morale” di metterci la faccia decidendo quindi di scendere in campo per contribuire con le proprie competenze alla rinascita di Nemi. “Sento tante persone dire questo non va, questo non va bene – ha detto la candidata consigliera di Insieme per Nemi – mi hanno detto perché mai un’artista ha deciso di scendere in politica? – ha proseguito -  Ho una missione diversa e magari può essere utile per questa squadra, può essere utile per Nemi.” Masha Cavaterra quindi si prepara a dare il proprio apporto “artistico” per una Nemi ricca di angoli meravigliosi ma che ad oggi risultano “morti o spenti e che magari con un’idea potranno essere rivalorizzati per poter rifiorire.”

“Vivo Nemi più di qualsiasi altro nemese” ha detto la vulcanica Simona Castelli che è presente dalla mattina alla sera a Nemi per via dell’attività commerciale che conduce. “Si deve fare di più anche a livello turistico, mille problemi con i pulman, con i vigili che non si vedono,  i bagni pubblici poco efficienti. Noi stiamo tentando tutto poi che dire… vedete voi.”   


 E’ stata poi la volta di Denise Gagliardi: “Il mio secondo nome è Gioia e voglio portare veramente gioia a Nemi” ha detto la candidata consigliera trapiantata a Nemi cittadina che ha dichiarato di amare fin da quando ha tenuto la sua prima mostra.

 

Giovanni Piersanti nel suo lungo intervento ha toccato vari argomenti tra i quali quello di avere la forza di portare avanti le proprie idee e il proprio impegno rischiando in prima persona e riaffermando il concetto di “metterci la faccia”. Quest’ultimo, un tema ribadito più volte anche dagli altri candidati per cercare di esorcizzare quel clima pesante che si è creato a Nemi in questi ultimi tempi. “Quello che mi hanno insegnato è non chiedere niente a nessuno – ha detto Piersanti – nel momento del bisogno faccela da solo” Parole quelle di Piersanti che risuonano come macigni rispetto un certo clientelismo che purtroppo non è mai tramontato in Italia e che spesso porta a effettuare scelte in virtù di “false promesse” che ogni volta vengono fatte dai soliti trasformisti della politica e che ogni volta, puntualmente non vengono mai mantenute e che ogni volta riescono a incantare i soliti noti.  


Laura Scarpellini
e Murizio Saudelli assenti giustificati perché impegnati un due importanti incontri di campagna elettorale con i cittadini. non sono potuti essere presenti.


Nella chiosa finale il candidato sindaco ha quindi riepilogato i punti programmatici spiegando in maniera dettagliata come intende realizzarli.

Roma
L'evento
Appuntamento venerdì 26 maggio 2017 ore 16 presso Il Grand Hotel Helio Gabala a via Spinabella, Marino
immagine

 

MARINO (RM) - La Dieta Mediterranea è ricca di alimenti con proprietà nutraceutiche. L’olio d’oliva è ricco di acidi grassi Ω9Ω9 , vitamina E e polifenoli; pesce e frutta secca di acidi grassi Ω3Ω3 e Ω6Ω6 ; frutta e verdura di fibra alimentare e di composti bioattivi; la buccia dell’acino d’uva di resveratrolo; i prodotti lattiero-caseari di calcio e di acidi linoleici coniugati. Per molte di queste sostanze è stato dimostrato un effetto benefico sulla salute se assunte attraverso gli alimenti. Si evidenziano effetti minori quando queste stesse sostanze sono assunte sotto forma di integratore.
Saperne di più non è semplice ma c’è un evento importante da non perdere titolato appunto “Nutraceutica e dieta Mediterranea” venerdì 26 maggio 2017 ore 16 presso Il Grand Hotel Helio Gabala a via Spinabella, Marino. L’evento è organizzato in occasione della cerimonia di chiusura dell’anno accademico dell’Università Roma Tre della Terza Età. Ad introdurre la conferenza sarà la dottoressa Serena Zega e il dottor Marco Montanari. Con l’occasione sarà presentato il libro “Gusto Popolare – Cibi di strada e da cortile e della tradizione a Napoli e Campania di Luigi Jovino e verrà esposta la relazione sull’attività Unitre da Marcello Zega, presidente Unitre di Marino e Castel Gandolfo

Video Rubriche
L'intervista
immagine

 

Red. Politica


RONCIGLIONE (VT) - L’Osservatore d’Italia in occasione delle prossime amministrative dell’11 giugno, che vedranno rinnovarsi i governi di molti Comuni, sta organizzando diverse interviste ai vari candidati a sindaco. In questa occasione Roberto Ragone collaboratore della redazione del Lazio del quotidiano ha intervistato  il sindaco uscente di Ronciglione (Vt) Alessandro Giovagnoli che si ricandita per un nuovo mandato.

Roma
L'evento
Il vice sindaco Cristiano Bavaro: "Questo fondamentale risultato è stato conseguito grazie a importati presupposti, tra cui l’approvazione definitiva del del Piano di Zona 167
immagine

 

CASTEL GANDOLFO (RM) - Entusiasta il vice sindaco della giunta Monachesi Cristiano Bavaro: "Ieri pomeriggio, in via Giuseppina Saragat insieme al sindaco Monachesi - racconta Bavaro  abbiamo incontrato il comitato di quartiere Ibernesi per sottoporre agli stessi il Protocollo d’intesa sottoscritto dal sindaco Monachesi e dall’amministratore della Panedom, Danilo D’Orazio, che scongiura definitivamente la realizzazione del forno artigianale in via Giuseppina Saragat. Tale protocollo prevede lo spostamento e la realizzazione del forno nella parte commerciale della nuova zona 167 in località Mole.

Questo fondamentale risultato è stato conseguito grazie al verificarsi di alcuni importati presupposti, il primo dei quali è stato l’approvazione definitiva del Piano di Zona 167 da parte della Regione Lazio, che ha fornito all’amministrazione la possibilità di delocalizzare il forno nella relativa zona commerciale di proprietà dell’amministrazione stessa, ed il buon senso della Panedom, nella persona del suo amministratore sig. Danilo D’Orazio, che ha accettato la proposta del comune, pur sapendo che la stessa avrebbe avuto, come conseguenza, un consistente ritardo nella realizzazione del proprio progetto imprenditoriale.

In qualità di Assessore all’Urbanistica - conclude -  voglio ringraziare pubblicamente, i cittadini del comitato Ibernesi che hanno avuto fiducia nell’amministrazione e nel suo operato, e il sig. Danilo D’Orazio amministratore della Panedom, il quale pur in possesso di tutti i legittimi titoli previsti dalla legge per edificare in quella zona, ha accettato la proposta dell’amministrazione. Un altro importante impegno preso di fronte i cittadini di Castel Gandolfo mantenuto dall’amministrazione Monachesi".

Regione Lazio
Ambiente & Territorio
"Fermiamo un progetto devastante per la Riserva Naturale Statale del Litorale Romano. 500 ettari cancellati da asfalto e cemento"
immagine

 

Redazione


FIUMICINO (RM) - Sotto silenzio, e mentre Alitalia si stava avvitando in una drammatica crisi, e' cominciata la procedura di approvazione del “Master plan 2030” dell’Aeroporto di Fiumicino che prevede la realizzazione di un nuovo Terminal e una quarta pista al posto di aree agricole, alberi e corsi d’acqua. La proposta, che ha cominciato l’iter di Valutazione di Impatto Ambientale, interesserebbe un area enorme ricompresa nella Riserva Naturale Statale del Litorale Romano e determinerebbe una incredibile occupazione di suoli con piste di asfalto e edifici, un nuovo svincolo autostradale di accesso, oltre che un notevole impatto acustico e atmosferico per un ampio territorio tra Fiumicino, Fregene, Maccarese. Quasi 500 gli ettari che verrebbero asfaltati e cementificati all’interno della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, oggi agricoli e oltretutto con vincoli paesaggistici e archeologici.
 
"E’ davvero incredibile che solo quattro mesi fa all’inaugurazione del nuovo Terminal E di Fiumicino, di fronte al Presidente del Consiglio Gentiloni, i Manager dell’Aeroporto si vantassero di aver realizzato un intervento senza consumo di suolo. Stavolta senza proclami hanno presentato un progetto che stravolgerebbe un area grande 6 volte Villa Borghese - ha commentato Edoardo Zanchini Vicepresidente nazionale di Legambiente - Inoltre, come messo in evidenza dal comitato Fuoripista, che si batte contro il progetto, non si comprendono neanche le motivazioni trasportistiche della proposta. Il progetto prevede la realizzazione di una quarta pista parallela e attaccata alla terza, e quindi di difficile utilizzo contemporaneo. Inoltre prevede di realizzare un enorme nuovo terminal nella Zona Nord. La ragione della fretta sta forse nella volontà di evitare che un progetto di questa dimensione sia sottoposto al Dibattito Pubblico previsto dal Codice degli Appalti e che tra poche settimane sarà definito da un Decreto del Ministero delle Infrastrutture”. 
 
Diversi studi tecnici hanno dimostrato infatti che è possibile perfino raddoppiare i passeggeri trasportati a Fiumicino - attualmente sono 40 milioni l’anno -, con un utilizzo diverso delle piste e potenziando i terminal esistenti con nuovi spazi e connessioni. Ma proprio il fatto che un intervento di questo tipo costerebbe molto meno, e non occuperebbe nuovi suoli, è la ragione per cui non interessa, secondo Legambiente, a chi gestisce l’Aeroporto e vuole guadagnare dai cantieri e garantirsi una lunga gestione degli introiti aeroportuali con progetti mastodontici quanto inutili. Oltretutto, sottolineano gli ambientalisti del cigno verde, è da sottolineare che sia a Fiumicino che a Ciampino i cittadini soffrono il superamento dei limiti di inquinamento acustico senza vedere mitigazioni e compensazioni ambientali. E l’Enac, che dovrebbe controllare queste situazioni, è sempre dalla parte di chi gestisce gli aeroporti. 
 
"Non e' ammissibile che un progetto di questa dimensione e impatto, venga presentato senza alcun confronto con il territorio, soprattutto perché esistono altre soluzioni possibili per l’Aeroporto che avrebbero un impatto molto minore. Per queste ragioni e contro la prepotenza di chi gestisce l’Aeroporto di Fiumicino e di chi dovrebbe controllare i gestori ma sembra invece difenderne gli interessi – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio – ci appelliamo al Presidente della Regione Nicola Zingaretti e ai Sindaci di Roma Virginia Raggi e di Fiumicino Esterino Montino, perche' fermino la procedura di Via di questo progetto devastante. Quello di cui siamo sicuri è che, insieme ai cittadini, alle associazioni e ai comitati del territorio, siamo pronti a una dura battaglia nell'interesse generale e dell’ambiente, per difendere una porzione di altissimo pregio del Lazio, che rischia di dissolversi sotto una colata di asfalto”.
Roma
Politica
Cortuso: "Vengono a mancare i presupposti per un dibattito aperto e trasparente"
immagine

 

Red. Politica


NEMI (RM) - Il Candidato Sindaco di Nemi con la lista Ricomincio da Nemi Carlo Cortuso fa sapere che non intende partecipare all'incontro organizzato per giovedì 25 maggio da "Castelli Notizie", "in quanto vengono a mancare i presupposti per un dibattito aperto e trasparente mentre si rende disponibile al confronto in piazza, dove i cittadini potranno rivolgere le loro domande direttamente ai candidati."

E così con tutta probabilità il sindaco uscente di Nemi Alberto Bertucci si ritroverà da solo con i responsabili del sito che voleva organizzare l'incontro tra i vari candidati alle prossime amministrative dell'11 giugno e dove è peraltro presente la pubblicità elettorale della lista di  Bertucci, dopo che anche il candidato di centrodestra Stefano Tersigni ha deciso di dare forfait al confronto.

Roma
Elezioni 2017
"L’impegno messo in campo da Fdi è, come ovunque in Italia, teso a restituire linfa e speranza ai territori"
immagine

 

CERVETERI / LADISPOLI (RM) - “Ringrazio il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, e il responsabile nazionale dell’organizzazione del partito, Francesco Lollobrigida, che ieri hanno incontrato cittadini e candidati nei Comuni di Cerveteri e Ladispoli in vista del voto dell’11 giugno per il rinnovo della carica di sindaco e dei due Consigli comunali”.E’ quanto dichiara il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale, Giancarlo Righini.
“Su Cerveteri – sottolinea Righini – Fratelli d’Italia ha candidato a sindaco una donna tenace e competente, l'avvocato Anna Lisa Belardinelli. Mentre a Ladispoli sostiene convintamente il candidato Alessandro Grando, che sta mettendo una straordinaria energia e passione.
L’impegno messo in campo da Fdi è, come ovunque in Italia, teso a restituire linfa e speranza ai territori. Per questo il mio incoraggiamento va anche al coordinatore provinciale, Marco Silvestroni, per l'ottimo lavoro svolto che ha consentito la presentazione delle liste di Fdi in tutti i Comuni, ed ai due portavoce Roberto Morelli di Cerveteri e Francesco Prato a Ladispoli, entrambi candidati al Consiglio comunale, che hanno organizzato liste competitive, fatte da persone pulite e competenti”.
“Daremo battaglia – conclude Righini – perché viviamo una fase molto delicata della vita politica nazionale e locale. Spenderemo ogni energia e risorsa per far sì che la nostra Nazione, a cominciare dalle amministrazioni locali, inizi la riscossa in difesa delle famiglie italiane, il sostegno alle piccole e medie imprese, la garanzia di città più sicure”.

Roma
Politica
Il candidato sindaco di Insieme per Nemi non parteciperà al confronto di giovedì 25 maggio 2017
immagine

 

Red. Politica

NEMI (RM)
- Dopo che il sindaco uscente di Nemi  Alberto Bertucci ha comunicato di non partecipare al confronto tra candidati a sindaco promosso da L’Osservatore d’Italia in occasione della trasmissione in diretta OFFICINA STAMPA, il web talk del giovedì condotto dalla giornalista Chiara Rai e dopo ben 17 giorni di attesa, da parte della redazionedel giornale nell'apprendere che tra impegni, calendario e agende da guardare, Alberto Bertucci rispondeva che aveva deciso di partecipare ad “un solo ed unico incontro tra i candidati a sindaco. Avendo già confermato in precedenza con un’altra testata un appuntamento di questo tipo, ho deciso di mantenere occupata solo quella data. Grazie”.

Arriva la nota del candidato di Insieme per Nemi Stefano Tersigni in cui comunica di non partecipare al confronto previsto per giovedì 25 maggio 2017: "Il candidato Sindaco Bertucci non ha aderito al confronto organizzato dal quotidiano “l'Osservatore Laziale' ma ha aderito solo a quello proposto per domani da 'Castelli Notizie'. Si sente così più tranquillo forse? Si, sarà per lui un confronto tranquillo perchè io non parteciperò. Si confronterà con se stesso e spero possa, in questa occasione, riflettere su ciò che non ha fatto in questi cinque anni deludendo così le aspettative di molti. Invito i due candidati Sindaco a svolgere un confronto in pubblica piazza dove saranno gli stessi cittadini a porre le domande! Io domani sarò tra la gente per ascoltare le loro esigenze e proposte e per sottoporre loro le mie soluzioni. Ringrazio 'Castelli Notizie' per l'invito ma io non mi piego alle imposizioni di nessuno." Lo dichiara in una nota, Stefano Tersigni, candidato Sindaco di Nemi con la lista 'Insieme per Nemi'.
 

Roma
Amministrative 2017
"Ho deciso di non ripresentarmi, situazioni personali mi impediscono di poter affrontare un impegno politico che non onorerei per il poco tempo a disposizione"
immagine



GROTTAFERRATA (RM) - Nonostante non sia presente nelle liste dei candidati, in vista delle prossime elezioni amministrative di domenica 11 giugno, Luigi Spalletta sostiene convintamente la candidatura a sindaco di Grottaferrata di Luciano Andreotti e di Marco Bosso e Roberta Covizzi candidati al Consiglio comunale con la lista civica “Con Voi”.“Ringrazio tutti gli amici e le amiche che mi hanno sostenuto politicamente negli anni passati – ha esordito Luigi Spalletta - dandomi sempre una forza elettorale che ho cercato di contraccambiare nell’interesse di Grottaferrata e dei miei concittadini. In questa tornata elettorale ho deciso di non ripresentarmi, situazioni personali mi impediscono di poter affrontare un impegno politico che non onorerei per il poco tempo a disposizione. Nonostante non sia presente in prima persona dichiaro con la massima convinzione il mio pieno appoggio al candidato sindaco Luciano Andreotti, persona qualificata, competente, grottaferratese doc, pienamente cosciente della realtà locale, dei suoi problemi, che grazie alla sua esperienza e preparazione può risolvere egregiamente. Sono anni che le mie battaglie politiche le affronto insieme all’amico Marco Bosso, con il quale dal 2005 abbiamo condiviso amministrazioni di maggioranza e di minoranza, cercando sempre insieme di rappresentare le esigenze dei nostri cittadini. Per questo motivo oggi chiedo a tutti i miei sostenitori di allora e di oggi di esprimere una preferenza per Marco Bosso quale consigliere della lista Con Voi. Infine – ha concluso Spalletta - vi indico come seconda preferenza il nome della candidata Roberta Covizzi, una bella persona che già ha saputo dimostrare l’impegno nell’attività amministrativa di Grottaferrata. Con loro avrò sempre un riferimento per le istanze nell’interesse generale di Grottaferrata”.

Regione Lazio
Politica
Il consigliere regionale FI:"Il centrosinistra ancora non affronta con tempistiche rapide e certe il Piano Casa"
immagine



LAZIO - “In materia urbanistica il presidente Zingaretti e la maggioranza stanno purtroppo dimostrando tutta la loro inefficienza amministrativa. Mentre in questi giorni, in maniera piuttosto tardiva e alquanto a rilento, è in commissione l’analisi della proposta di legge concernente “Norme per la rigenerazione urbana e per il recupero edilizio”, c’è una scadenza normativa che rischia di incidere negativamente sui territori e sulle famiglie: il termine della proroga del Piano Casa, fissato per il prossimo 31 maggio. In sostanza, tra una settimana la Regione Lazio potrebbe non vedere né approvata la prima, né prorogata la seconda: una ipotesi deleteria, che deve essere presa di petto e risolta. Tutto questo è la dimostrazione lampante dell’ottusità politica e della miopia istituzionale del centrosinistra che, da una parte, ancora non affronta con tempistiche rapide e certe il Piano Casa. E, dall’altra, preferisce concentrarsi sulle norme di rigenerazione urbana, tanto decantate dal prode Zingaretti ma ad oggi lacunose, tardive e carenti di quegli strumenti necessari a rendere più sostenibile il contesto urbano e più oliate le procedure burocratiche. In questo contesto, sollecitiamo ancora una volta amministrazione e maggioranza regionali a procedere con la tempestiva proroga del Piano Casa, provvedimento fondamentale per cittadini, imprese e per lo sviluppo di un comparto chiave della nostra regione, quale l’edilizia”. Così, in una nota, il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Urbanistica, Adriano Palozzi.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact