Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
immagine
Campidoglio a Cinque Stelle
La sindaca pentastellata: "Effettueremo ulteriori accertamenti e verifiche ma da quello che mi viene rappresentato dai miei stessi delegati non c'è alcuna irregolarità"

 

ROMA - Un'altra bufera politica da affrontare per il sindaco Virginia Raggi. Le 'Iene' denunciano in un servizio presunte irregolarità nella raccolta delle firme per la sua candidatura. Il Pd va all'attacco. la Raggi replica che verranno fatte ulteriori verifiche ma assicura che non c'è "nessuna irregolarità". "Se ho letto della presunta irregolarità delle firme per la mia candidatura? Sì lo abbiamo letto, sono venuti anche in montagna. Abbiamo sempre risposto tramite i delegati di lista, che sono peraltro due avvocati, mi hanno rassicurato. Comunque effettueremo anche ulteriori accertamenti e verifiche ma da quello che mi viene rappresentato dai miei stessi delegati non c'è alcuna irregolarità". Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine di un'iniziativa, in merito alla denuncia delle 'Iene'.

"Virginia Raggi ora che sei tornata a Roma rispondi su tema #firmefalse denunciato dalle Iene". E' quanto chiede via Twitter il senatore del Partito democratico Stefano Esposito, lanciando l'hastag #trasparenza, al sindaco di Roma sulla vicenda delle firme false raccolte per la sua candidatura raccontata dalla trasmissione di Italia Uno.

"Servono - dice anche il deputato Pd Andrea Romano - risposte chiare e non balbettii come quello fornito dalla Sindaca che mancava poco dicesse all'inviato de "Le Iene" che era candidata a sua insaputa". "Dopo Palermo e Bologna - prosegue l'esponente Dem - firmopoli a 5 Stelle anche a Roma? Il servizio comparso nel corso della trasmissione "Le Iene" apre interrogativi enormi sulla validità delle firme raccolte nella Capitale per la candidatura di Virginia Raggi. Quanto sembra emergere dal servizio televisivo pare prefigurare una vera e propria truffa ai danni dei romani. Di Maio e Grillo hanno nulla da dire?".

Roma
Cronaca
L'uomo non aveva tenuto conto del lavoro capillare degli investigatori che monitorano scrupolosamente il territorio
immagine


ALBANO LAZIALE (RM) - Era diventato il punto di riferimento per gli giovani assuntori di eroina dei Castelli Romani. Si faceva chiamare Alex l'uomo di nazionalità Marocchina C.K di anni 31 che nei controlli del fine settimana è stato arrestato dagli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Albano.
Come ogni giorno, dopo essere stato contattato sul suo telefonino, per la consegna della droga dava appuntamento per i vicoli di Ariccia con l'intento di non essere notato.
L'uomo non aveva tenuto conto del lavoro capillare degli investigatori che monitorano scrupolosamente il territorio proprio per contrastare il fenomeno legato allo spaccio di stupefacente.
Durante la mattina, dopo essersi appostati, notavano l'extracomunitario arrivare sul posto a bordo della sua autovettura VW Golf ed avvicinare un noto tossicodipendente di Ariccia.
Dopo aver preso l'ordinazione e la somma dovuta, tentava di consegnare lo stupefacente, prima di essere fermato si dava alla fuga dapprima con la sua auto e una volta bloccata, scendeva a piedi e si allontanava per le campagne circostanti. Rincorso dagli agenti, veniva messo in sicurezza.
Durante la fuga disperdeva la droga nella vegetazione , tentando di occultare gli incassi precedenti.
Questo non impediva agli investigatori di arrestarlo per spaccio di sostanze stupefacente del tipo eroina.Presso il Tribunale di Velletri, ne veniva convalidato l'arresto.

Frosinone
Bullismo
Il ragazzo è stato massacrato di botte da un gruppo di giovani
immagine

 

FROSINONE -Una lite per difendere la fidanzata, oggetto di battute pesanti da parte di un giovane albanese, forse ubriaco. Poi il pestaggio violentissimo in strada, fuori del locale, aggredito da diverse persone. Così é morto Emanuele Morganti, ventenne che venerdì notte era con la ragazza in un locale di Alatri, in provincia di Frosinone, quando tutto é cominciato. I medici del Policlinico Umberto Primo di Roma, dove é stato trasportato in eliambulanza e operato, non sono riusciti a salvarlo. Le sue condizioni erano disperate. I carabinieri cercano di individuare gli aggressori, tutti più o meno coetanei della vittima, hanno riferito i testimoni. Ci sarebbero alcuni sospettati che vengono interrogati. In particolare si cerca il giovane che avrebbe dato i colpi più devastanti con un grosso oggetto di ferro, forse una spranga o una chiave inglese. Colpi che hanno provocato a Morganti fratture multiple al cranio e alla cervicale, risultate poi mortali. 

Decine i testimoni e gli amici della vittima ascoltati in caserma: al centro dei sospetti ci sarebbero 9 giovani, italiani e stranieri, che vengono sentiti anche in queste ore dal pm della procura di Frosinone Vittorio Misiti. Al 'Mirò', un locale in piazza Margherita nel centro storico di Alatri - già teatro di altre risse in passato - il giovane era arrivato dalla frazione di Tecchiena, dove abita con la famiglia, assieme alla sua ragazza per ascoltare musica. Verso le due, secondo quanto ricostruito, i due erano al bancone del bar quando si é avvicinato un altro ragazzo, un albanese, che ha iniziato a importunare la fidanzata di Morganti. Questi ha reagito ed é scoppiata una lite. Sono intervenuti i buttafuori del locale, che hanno portato i due all'esterno. Qui gli amici dell'albanese avrebbero iniziato a colpire Morganti con calci e pugni, mentre intorno in molti assistevano terrorizzati. A un tratto uno degli aggressori avrebbe preso un oggetto di ferro, forse una chiave inglese o una spranga, e avrebbe colpito la vittima alla testa, lasciandola a terra incosciente. Soccorso e trasportato inizialmente all'ospedale San Benedetto di Alatri, dove i medici gli hanno riscontrato fratture multiple al cranio e alla zona cervicale con emorragia cerebrale, il 20/enne é stato trasferito in elicottero a Roma. Al Policlinico Umberto Primo lo hanno operato e ricoverato in rianimazione.

E' morto dopo oltre 36 ore di agonia. I familiari erano riuniti da ieri al suo capezzale. I carabinieri del Reparto operativo di Frosinone e del nucleo investigativo della compagnia di Alatri, coordinati dal maggiore Antonio Contente, indagano per cercare di ricostruire l'accaduto. Decine le persone interrogate e ci sarebbero già alcuni sospettati per il brutale omicidio, che ha scioccato Alatri. Una fiaccolata di solidarietà per dire no alla violenza che si doveva svolgere stasera lungo le strade della cittadina è stata rinviata. In serata la notizia della morte di Emanuele.

Viterbo
Politica e Amministrazione
Un tema importante per un appalto di oltre 12 milioni di euro. Il gruppo Moderati e Riformisti: Iil nostro gruppo mai è stato contattato ed invitato a partecipare a riunioni"
immagine

 

TARQUINIA (VT) - Giovedì 30 marzo è stato convocato il consiglio comunale avente all’ordine del giorno il punto “Appalto per il servizio di igiene urbana”. Il gruppo consiliare dei “Moderati e Riformisti” non parteciperà alla seduta consiliare. A darne notizia sono Giancarlo Capitani e Laura Voccia  di “Moderati e Riformisti per Tarquinia”
Dopo la “cacciata”del vice-sindaco Bacciardi, avevamo infatti pubblicamente dichiarato che il nostro gruppo consiliare, ciononostante, non avrebbe lasciato la maggioranza, riservandosi invero di valutare di volta in volta la posizione da assumere sui vari argomenti da deliberare.

Ebbene, in questi mesi il nostro gruppo mai è stato contattato ed invitato a partecipare a riunioni per la discussione di temi all’ordine del giorno. Riteniamo quindi inaccettabile che un punto così importante, qual’è il capitolato per il servizio di igiene urbana, che prevede un appalto di oltre 12 milioni di euro, possa essere sottoposto a deliberazione senza un serio confronto preliminare e con la convocazione della preposta commissione a soli due giorni dalla data del consiglio, a giochi già fatti e senza oramai alcuna possibilità di cambiare le carte di questo gioco.
In questo scorcio di fine mandato, non senza amarezza, lasciamo quindi all’assolutismo e all’arroganza solitaria di questa maggioranza la responsabilità esclusiva di assumere questa importante decisione.


 

Roma
Ricorrenza mondiale
L’assessore alle Politiche sociali, Elisabetta Valeri: “auspico un dialogo costruttivo con le realtà del territorio"
immagine

 

GENZANO DI ROMA (RM) - Domenica 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo, il Comune di Genzano di Roma organizzerà l’evento informativo ‘Autismo, la sfida dei Castelli Romani’ alle ore 9:00 presso Palazzo Sforza Cesarini in piazza Sforza Cesarini.
Dopo il saluto iniziale del sindaco di Genzano di Roma, Daniele Lorenzon, sono in programma gli interventi dell’assessore alle Politiche sociali, Elisabetta Valeri, dell’Associazione Condividi l’Autismo Onlus, dello staff che ha realizzato il docu-film ‘Otto passi avanti’ e della psicologa dell’età evolutiva, Laura Casula. Seguirà un dibattito con gli ospiti presenti in sala.
“Anche il nostro Comune aderisce alla Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo – ha dichiarato il sindaco di Genzano di Roma, Daniele Lorenzon –. Con questa iniziativa intendiamo sensibilizzare i nostri concittadini su un tema così delicato e al tempo stesso manifestare la nostra vicinanza alle persone affette da autismo ed alle loro famiglie”.
Un attenzione particolare viene rivolta alle istituzioni scolastiche dall’assessore alle Politiche sociali, Elisabetta Valeri: “auspico un dialogo costruttivo con le realtà del territorio, soprattutto in questa occasione. Esprimo rammarico per la mancata partecipazione delle scuole ad altri eventi che abbiamo organizzato, mi auguro questa volta un’adesione maggiore”. 

Rieti
Sisma
Magnitudo di 3,2. Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano i Comuni più vicini
immagine

 

RIETI - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano.Due scosse di magnitudo 2 sono state registrate invece, alle 4.15 e alle 5, in provincia di Macerata. Luoghi già messi a dura prova nell’agosto scorso, e in cui oggi la terra – tornata a tremare – evoca lo spettro della distruzione vissuta e ancora sotto gli occhi di tutti. E non è solo il Belpaese ad essere nella morsa di eventi sismici importanti: come si apprende in queste ore, infatti, in una vasta zona dell’Europa orientale sono appena state registrate una serie di scosse di terremoto di magnitudo superiore a 3.0

Roma
Cronaca
Il conducente è morto sul colpo, mentre gli altri due ragazzi sono stati trasportati in gravi condizioni in ospedale
immagine

 

ANZIO (RM) - Tragico incidente nella notte in via Nettunense ad Anzio. Un’auto, una Daewoo Matiz con a bordo tre ragazzi si è ribaltata al km 37.200. Sul luogo dell’incidente ad Anzio sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Roma che hanno estratto dalle lamiere dell’abitacolo due dei tre ventenni rimasti coinvolti mentre il terzo era già fuori dalla vettura. Il conducente è morto sul colpo, mentre gli altri due ragazzi sono stati trasportati in gravi condizioni in ospedale. L’intervento è durato fino all’una del mattino e la strada è stata chiusa in entrambi i sensi di marcia.

Roma
Cronaca
Per il futuro sviluppo dell'Unione, la Finlandia sottolinea un giusto equilibrio tra ambizione e realismo
immagine



di Gianfranco Nitti

ROMA
- Il primo ministro di Finlandia, Juha Sipilä, ha partecipato a Roma alla riunione che contrassegnava il 60 ° anniversario dei Trattati di Roma, sabato 25 marzo scorso. Nel corso della stessa, i capi di Stato e di governo dei 27 Stati membri dell'Unione Europea hanno adottato una dichiarazione che definisce una visione comune per il futuro dell'Unione.
Inoltre il primo ministro Sipilä il 24 marzo ha fatto parte del gruppo di capi di Stato e di governo dell'UE  ricevuto in udienza da Papa Francesco in Vaticano. In precedenza, lo stesso giorno, Sipilä aveva co-ospitato un seminario economico finlandese-italiano presso l'Ambasciata di Finlandia, con imprenditori italiani con interessi in Finlandia e rappresentanti di aziende finlandesi, quali le società Nokia, Finnlines, Comptel, Wärtsilä e Kalmar / Cargotec. In serata, il primo ministro ha quindi ospitato un ricevimento per celebrare il centenario dell'indipendenza della Finlandia, Suomi 100, che si è svolto nella suggestiva cornice di Villa Lante su Gianicolo, l'Istituto finlandese a Roma. Sipilä ha ricordato la lunga tradizione di valori comuni tra i due paesi, e pannelli in italiano diffusi nelle sale di Villa Lante erano utili per informare gli ospiti italiani delle conquiste della Finlandia nel corso degli ultimi 100 anni.
L'evento è stato molto affollatp ed ha registrato anche la visita del Ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano, che ha sottolineato la lunga storia di buone relazioni tra i due paesi, formulando gli auguri dell’Italia per il centenario della Finlandia.

La firma della Dichiarazione di Roma

Come accennato, il Premier aveva il compito a firmare la Dichiarazione di Roma per conto della Finlandia.
La Dichiarazione di Roma è legata alla discussione sul futuro dell'Unione Europea (la cosiddetta roadmap  di Bratislava), lanciata la scorsa estate dopo il referendum Brexit nel Regno Unito. I capi di Stato e di governo dell'UE hanno discusso il futuro della UE in diverse occasioni. La Dichiarazione che è stata siglata il 25 marzo si basa su queste discussioni. Per il futuro sviluppo dell'Unione, la Finlandia sottolinea un giusto equilibrio tra ambizione e realismo, sottolineando che è importante garantire che l'UE rimanga unita e funzioni senza problemi, concentrandosi sulle questioni più essenziali, in particolare la crescita e la sicurezza. La Finlandia ritiene che procedere a ritmo diverso nell'Unione sia possibile, per quanto ciò sia consentito all'interno dei Trattati e a condizione che il processo sia aperto a tutti gli Stati membri.
Il Trattato della Comunità Economica Europea e il Trattato della Comunità Europea dell'Energia Atomica furono sottoscritti a Roma il 25 marzo 1957 da sei paesi e sono noti congiuntamente come i Trattati di Roma. Dai Trattati di Roma sorse la Comunità Economica Europea, che in seguito divenne l'Unione Europea.

La Dichiarazione di Roma:
http://www.consilium.europa.eu/it/press/press-releases/2017/03/25-rome-declaration/
 

Roma
Ambiente & Territorio
“L’abbassamento del livello del Lago di Bracciano è costante e gravissimo e mette in serio pericolo il valore dell’intero ecosistema dello specchio d’acqua laziale"
immagine


Red. Cronaca

BRACCIANO (RM)
- “L’abbassamento del livello del Lago di Bracciano è costante e gravissimo e mette in serio pericolo il valore dell’intero ecosistema dello specchio d’acqua laziale. - dichiarano in una nota Vanda Soriente Presidente del Comitato “Difendiamo il nostro Lago” e di Piergiorgio Benvenuti, Presidente Nazionale del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale - Per questo, - prosegue la nota congiunta - come avevamo preannunciato in questi giorni, il Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale insieme al Comitato “Difendiamo il nostro Lago” hanno già raccolto le prime 300 firme che verranno inoltrate alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo”. “Ribadiamo che risulta grave mettere a rischio il  Lago di Bracciano per le captazioni di Acea finalizzata a compensare gli acquedotti laziali prosciugati a causa della siccità e dell’innalzamento delle temperature anche invernali,  mentre nulla viene fatto per la manutenzione degli acquedotti sempre più colabrodo come quello di Roma che spreca nella propria rete ben il 44,4% della risorsa idrica”. “Chiediamo un immediato STOP alle attività che mettono in serio pericolo il bacino lacustre ma soprattutto che stanno mettendo a rischio il prestigioso valore ecosistemico e le bellezze ambientali e paesaggistiche  del Lago”. “E' di scarso interesse per i cittadini il Derby sulle responsabilità, riteniamo bensì necessarie soluzioni immediate, e per questo non avendo ricevuto adeguate risposte dagli Enti di controllo presenti, siamo stati costretti a rivolgerci alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo attraverso una raccolta di firme che proseguirà nei prossimi giorni”.
 

Roma
Cronaca
Se non sarà trovato un edificio scolastico adeguato l’esistenza stessa del liceo sarà messa in discussione
immagine

 

Red. Cronaca


 
FRASCATI (RM)
-  Il Comitato genitori del Liceo Marco Tullio Cicerone di Frascati, unitamente alla Dirigenza dell’Istituto, lancia un grido d’allarme: se non sarà trovato un edificio scolastico adeguato l’esistenza stessa del liceo sarà messa in discussione.
 
Il Cicerone di Frascati è un liceo di lunghissima tradizione con elevato livello formativo e ricopre un ruolo molto importante essendo l’unico liceo classico/linguistico pubblico del Territorio.  La ormai cronica mancanza di un edificio scolastico adeguato - che impone attualmente l’uso di due plessi scolastici non vicini ed il mancato uso dei laboratori per ospitare invece delle classi -  crea notevoli disagi alla comunità scolastica e soprattutto non permette un miglioramento dell’offerta formativa. Nonostante negli scorsi anni ci siano stati numerosi tentativi da parte della dirigenza scolastica per trovare almeno una succursale adeguata, nessuna soluzione ad oggi è stata trovata.
 
“Siamo convinti che se tale situazione non verrà affrontata dagli organi competenti sarà messa in discussione l’esistenza stessa del Liceo limitando il diritto allo studio per i giovani del territorio che intendono percorrere studi classici o linguistici”, spiega Massimo Lo Cicero, Presidente del Comitato genitori. “Sono state visionate diverse strutture a Frascati e nei comuni limitrofi, ma nessuna alla fine è stata presa in considerazione a causa degli elevati costi di ristrutturazione o per la mancanza di prerequisiti necessari per uso scolastico. Da tempo poi è stato abbandonato il progetto di costruzione di un nuovo edificio scolastico di cui era stata posata anche la prima pietra”.
 
Per sbloccare la situazione il Comitato Genitori ha inviato questa settimana delle lettere alla Regione Lazio, alla Città Metropolitana e all’ufficio scolastico regionale (protocollate per conoscenza nei Comuni di Frascati e Grottaferrata) dove si chiede di individuare nuovi spazi per la scuola materna di Villa Sciarra affinché i locali possano essere concessi al Liceo; verificare se sul territorio del comune di Frascati o nei comuni limitrofi ci siano altre strutture disponibili per ospitare la succursale; verificare la possibilità di riprendere il progetto di costruzione un nuovo plesso scolastico dove previsto diversi anni.
“In caso di mancata risposta da parte delle autorità competenti il Comitato genitori valuterà azioni più dure da intraprendere assieme agli studenti”, avvisa Lo Cicero. “L’unica cosa certa è che così non possiamo più andare avanti”.
 
 
 

Roma
Servizi e cittadini
I soldi per fare tutto adesso si sono trovati, la casa comunale è aperta e non si devono fare lunghe attese per essere ricevuti
immagine

 

GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

di Ivan Galea

 

NEMI (RM) - Il sentiero Le Prata a Nemi è un tappeto di sacchetti neri di plastica che con tutta probabilità contengono fogliame e potature. Una fila lunghissima di sacchi che si snoda per la lunghezza del cammino fino al fontanile risistemato per metà.

 

Questo splendido posto naturalistico che ricade nel Comune di Nemi appare ancora in stato di abbandono: le luci sono perennemente non funzionanti e persino il cartello che indica il nome del sentiero è appoggiato da una parte con qualche graffio qua e la. Lo sforzo di togliere foglie e roghi dal percorso non basta e dato che siamo in campagna elettorale osiamo chiedere ciò che spetta ai cittadini: ordine, decoro urbano e rilancio di un sentiero naturalistico che dovrebbe essere uno dei gioielli del territorio e far parte del tanto agognato rilancio turistico che ancora non sembra essersi compiuto.

 

Nemi in questo periodo è un cantiere a cielo aperto: ci sono lavori ovunque, luci stradali all’avanguardia, la piazza Roma piena di transenne. Da questo scenario si capisce quanto sono vicine le amministrative: tutto il mondo è paese e Nemi non è esclusa da questa condotta del “cantiere elettorale”. I soldi per fare tutto adesso si sono trovati, la casa comunale è aperta e non si devono fare lunghe attese per essere ricevuti. Il paese sembra essersi proiettato in un cartone animato dove brillano gli arcobaleni e gli amministratori tornano a sorridere e a salutare facendo bella mostra delle proprie dentature come non si faceva dalle trascorse elezioni.

 

Allora che si faccia uno sforzo in più: puliamo i sentieri, tappiamo le buche, togliamo quel “baldacchino” che restringe a una sola corsia via Nemorense all’ingresso del Paese, diamo qualche contentino in più. In fondo per votare ci vuole una forza energica non indifferente. 

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX GIORNALE DI OGGI SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX OSSERVATORELAZIALETV SEPARATORE 5PX CARLOCORTUSOINTERVISTA SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX TOROSANTUCCI EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ANGELO BARRACO EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ANGELO BARRACO EDITORIALE SEPARATORE 5PX EMANUEL GALEA EDITORIALE SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX ROBERTO RAGONE COMMENTO SEPARATORE 5PX GIUSY ERCOLE LA NOTA SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact