Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
immagine
Il Reportage
Una discarica a cielo aperto di fronte la banca e la farmacia intorno al civico 300 di via Baccanello


GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO [CLICCARE SOPRA LE FOTO PER INGRANDIRLE]



di Alberto De Marchis


CESANO (RM) - Via Baccanello a Cesano, quartiere compreso nel Municipio Roma XV (ex Municipio Roma XX) guidato da giugno 2016 dal mini sindaco Stefano Simonelli del M5s,  è una discarica a cielo aperto di fronte la banca e la farmacia intorno al civico 300. Un cane randagio che fruga tra le buste è l’immagine di un frammento domenicale che sembra suggerire uno slogan affatto edificante: “Benvenuti nel degrado”. La zona prende il nome dal borgo medioevale di Cesano di Roma, ubicato su di un colle a 240 metri sul livello del mare.

 

Le foto immortalano un ciglio di una strada ad alta percorribilità e doppio senso di circolazione invaso da materiale edile, bustoni neri di plastica, un materasso, un stendino per i panni e chi più ne ha più ne metta. Insomma non è affatto l’immagine di un quartiere dove la raccolta dell’immondizia va a gonfie vele. Neanche a farlo a posta di fronte la “monnezza” c’è un cantiere: ma i materiali edili non dovrebbero essere smaltiti a parte?


L’articolo 184, comma 3, lettera b), del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”, come modificata dall'art. 11 del d.lgs. n. 205 del 2010, classifica i rifiuti1 da demolizione e costruzione quali “rifiuti speciali”, come pure quelli derivanti dalle attività di scavo nei cantieri edili. In quanto rifiuti speciali non possono essere abbandonati in questa maniera per strada. Lasciati tutta la domenica sul ciglio del marciapiede insieme ad altri ingombranti. “Benvenuti in Italia”.

Roma
Politica
Colacchi: "La maggioranza di governo con l’addio del consigliere Marta Toti continua a perdere pezzi importanti"
immagine

 

Red. Politica


CASTEL GANDOLFO (RM) - "Che dire dopo la cura durata cinque anni dell’Amministrazione a guida Monachesi restano solo macerie". Queste le prime parole di commento dell'ex sindaco di Castel Gandolfo e attualmente Presidente del Consiglio comunale Maurizio Colacchi in merito alla decisione di Marta Toti di lasciare la maggioranza e passare quindi sui banchi dell'opposizione. Una decisione comunicata dalla Toti ufficialmente ieri 2 dicembre durante la riunione di Consiglio, anche se precedentemente aveva già rimesso le deleghe dandone comunicazione per lettera e motivando la decisione per questioni personali.

Colacchi parla di un Pd ormai sfaldato e di un centro sinistra gandolfino distrutto. "La maggioranza di governo con l’addio del consigliere Marta Toti - ha detto Colacchi - continua a perdere pezzi importanti e la Città versa in condizioni pietose. Un capolavoro. Nonostante ciò - prosegue l'ex primo cittadino - la Sindaca invece di fare autocritica, chiedere scusa ai cittadini del suo fallimento ed eventualmente dimettersi dalla carica che ricopre, con un’arroganza senza precedenti dichiara: "Sono contenta che finalmente si sia fatta chiarezza, noi proseguiamo il nostro percorso con la coerenza di sempre e con una maggioranza solida"."  Colacchi punta dunque il dito su quello che definisce come un vero e proprio fallimento politico e amministrativo dell'attuale amministrazione Monachesi.


Un governo locale, quello di Castel Gandolfo, che rispecchia equilibri già visti in ambito nazionale secondo Colacchi. "Come possono i vertici del PD non intervenire e tentare di fare chiarezza in particolare sulla alleanza di governo con il centrodestra. - Evidenzia l'ex sindaco -  Tra pochi mesi si voterà a Castel Gandolfo - prosegue - per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio Comunale. Immagino che la coalizione PD – Centrodestra si presenterà unità davanti agli elettori che dovranno decidere se riconfermarla o bocciarla. Sono certo che i Castellani, come sempre, sapranno fare la scelta migliore".

Colacchi si appella quindi a tutte le forze di opposizione che in vista della prossima tornata elettorale "devono ricomporre le vecchie fratture - afferma - e presentarsi unite a questo importante appuntamento elettorale. Solo così siamo in grado di ridare fiducia ai nostri cittadini e far riguadagnare alla Città il prestigio, l’autorevolezza, la dignità che merita. Elaborare una incisiva piattaforma programmatica - conclude Colacchi - e una squadra di governo capace, efficiente e coraggiosa che la porti a compimento. Questo lo si deve fare subito. Il tempo sta scadendo. Dopo resteranno solo i rimpianti".
 

Roma
Politica e polemiche
Affatto sorpresa il sindaco Milvia Monachesi che sull’uscita di Toti ha detto: “Sono contenta che finalmente si sia fatta chiarezza"
immagine

 

di C.R.

 

CASTEL GANDOLFO (RM) - Consiglio comunale piuttosto movimentato oggi 2 dicembre 2016 a Castel Gandolfo: il consigliere Marta Toti ha lasciato la maggioranza e ora siede all’opposizione: non si sarebbe più sentita “supportata” dalla squadra di Monachesi ma piuttosto “sopportata”. Già a mezzo lettera, Toti aveva rimesso le deleghe “per motivi personali” ma oggi in consiglio si è fatta chiarezza.

 

“Questa giunta si sta incanalando in un percorso che appartiene alla vecchia politica – ha detto Toti – una politica fatta di personalismi e dalla quali ho inteso prendere le distanze”. Marta Toti ha invitato il Pd, partito al quale rimane iscritta, a porsi delle domande e a valutare una parentesi di autocritica rispetto ad una giunta che appare più orientata verso il centrodestra e verso individualismi e interessi personali piuttosto che della collettività : “Ora, faccio appello alle forze politiche – ha concluso il consigliere Toti – affinché si possa valutare una progettualità comune”.

 

Affatto sorpresa il sindaco Milvia Monachesi che sull’uscita di Toti ha detto: “Sono contenta che finalmente si sia fatta chiarezza, noi proseguiamo il nostro percorso con la coerenza di sempre e con una maggioranza solida”. Una dinamica dunque che al primo cittadino è apparsa come il copione di un film già visto, soprattutto in un periodo che si avvia verso la campagna elettorale per le prossime amministrative. 


Nel frattempo non sono mancati attimi di panico in Consiglio comunale: il sindaco ha ricevuto un sms dal mittente sconosciuto con oggetto "Urgente, uscite subito dal Comune". A quel punto Monachesi ha avvertito in aula di questo messaggio e chiamato i carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo che sono prontamente intervenuti. I militari hanno effettuato una perlustrazione nella sede comunale ma tutto era in ordine. Il sindaco domani mattina sporgerà querela. 

Roma
Trasporto pubblico
Il servizio venne soppresso a ottobre del 2015 dall'allora Commissario prefettizio
immagine

 

Red. Cronaca

 

MARINO (RM) - A Marino il Comitato per il Servizio Scuolabus ha scritto una lettera aperta all’Amministrazione Comunale per il ripristino immediato del servizio Scuolabus di Marino. Il Comitato composto dai genitori di bambini e ragazzi in età scolare, si è costituito per chiedere il ripristino del servizio scuolabus sul territorio di Marino dopo che a ottobre del 2015 venne soppresso dall'allora Commissario prefettizio.

Nella lettera aperta i componenti del Comitato lamentano
che nonostante le richieste di chiarimento, gli incontri con i genitori e le proteste della cittadinanza, nonché dei membri del Consiglio Comunale, non ci sia stato nessun tipo di riscontro da parte dell'amministrazione comunale di ripristinare il servizio scuolabus.

Roma
Natale ai Castelli
Il sindaco Lorenzon ha ringraziato commercianti e associazioni: "Luci accese nonostante la mancanza di liquidità nelle casse comunali"
immagine

 

I.G. 


GENZANO (RM) - Luminarie accese a Genzano grazie all’impegno di Amministrazione e commercianti. Illuminate anche altre strade oltre al centro. Molto soddisfatta l’amministrazione a Cinque Stelle di Daniele Lorenzon che ha inteso sottolineare il difficile momento storico frutto di una “politica distorta degli ultimi decenni”: “Il Santo Natale - ha detto il sindaco - si è rivelato una straordinaria occasione per aprire la mente e il cuore di tutti.
Consapevoli di quanto a volte sia difficile far passare l’idea di cambiamento a prescindere da appartenenze e passati rancori, siamo riusciti a concretizzare il coinvolgimento di tutti i commercianti di Genzano continuando il nuovo corso intrapreso da questa amministrazione comunale per la programmazione delle attività che purtroppo, debbono fare affidamento a risorse pubbliche sempre minori”.
Dunque si sono realizzate le tradizionali luminarie in corso Matteotti, corso Don Minzoni, corso Gramsci, via Sebastiano Silvestri, piazza Buttaroni, via Nazario Sauro, via Fratelli Colabona, piazza Mazzini, via Garibaldi e via Buozzi. E anche le manifestazioni natalizie, ciò “nonostante la crisi di liquidità in cui versa il comune”.

Lorenzon ha inteso ringraziare di cuore davvero tutti:
“La solidarietà è il regalo più prezioso che possiamo fare e ricevere: non dimentichiamolo in questi giorni di festa. È così che siamo riusciti a garantire la realizzazione di un contesto scenografico all’altezza della nostra bella città, coprendo addirittura zone che mai sono state interessate dalle luminarie.
Invito tutti i cittadini a riconoscere questo impegno valorizzando il commercio locale e premiandolo facendo gli acquisti per le “feste” nei negozi di Genzano.
Dietro a eventi e manifestazioni come quelli che stiamo approntando per il Natale c’è un grande lavoro di gente comune, associazioni, commercianti, cittadini, che invece di continuare a lamentarsi di ciò che non va, si danno da fare per promuovere iniziative e migliorare la città. Per loro, le porte dell’Amministrazione comunale saranno sempre spalancate.
Grazie di cuore quindi ai commercianti genzanesi che hanno contribuito alla realizzazione delle luminarie e grazie ai Consiglieri comunali Bongianni e Nasoni: senza il loro prezioso impegno e il loro lavoro non saremmo riusciti a farcela.
Il 2017 sarà l’anno nel corso del quale il percorso avviato, basato sulla partecipazione delle realtà produttive territoriali, sarà preso a modello anche per altri settori. Proprio perché in ogni evento organizzato finora ho potuto vedere e apprezzare la Genzano migliore, fatta dalle brave persone, molte delle quali hanno dato la propria disponibilità a collaborare per uno sviluppo positivo, per migliorare ciò che non va e per fare di questa città un luogo nuovo.
Solo con l'impegno di tutti potremo riprendere il nostro futuro e soprattutto quello delle prossime generazioni, affinché non si creda più in un illusorio e ingannevole paese delle fiabe, ma semplicemente si lotti per cercare di rendere Genzano migliore possibile”.


 

Regione Lazio
Agricoltura & Economia
Il presidente Gotto d'oro ha anticipato la notizia che a breve sarà presentata una nuova linea riservata per pochi intenditori
immagine

 

Red. Economia

A fronte di consumi mondiali tendenzialmente stabili e di una vendemmia tra le più basse degli ultimi 20 anni, così come stimate dall’OIV, le stime sulle giacenze dovrebbero confermare la tendenza al rialzo dei listini. Questo il quadro emerso a Roma, lo scorso martedì 29 novembre, dove si è tenuto il secondo incontro delle organizzazioni cooperative di Italia, Francia e Spagna con l’Alleanza delle Cooperative Italiane – settore agroalimentare, la Confédération des Coopératives Vinicoles de France e Cooperativas agro-alimentarias de Espana, in merito alla situazione del mercato europeo e mondiale del vino.

Sul tavolo, l’analisi sugli andamenti degli stock dei tre principali Paesi produttori, per stimare la reale disponibilità di prodotto in Italia, Francia e Spagna, che da sole rappresentano oltre l’80% della produzione europea e oltre il 50% di quella mondiale. A fronte della vendemmia 2016 che si è aperta con la notizia di minori giacenze detenute dalle cantine spagnole, il dato più interessante riguarda proprio le disponibilità di prodotto dei primi tre produttori mondiali di vino. Se, infatti, nel 2015 erano disponibili sul mercato 267milioni di ettolitri – frutto della somma di vino e mosti prodotti e in giacenza – quest’anno, secondo le stime delle tre organizzazioni cooperative, la cifra dovrebbe scendere a 262milioni, con una disponibilità di prodotto inferiore di circa 5milioni di ettolitri, in ribasso del 2,1% rispetto all’anno scorso.

 
"È la conferma di una generale positività della vendemmia 2016. - Commenta il presidente della Cooperativa Gotto d'oro Ing. Luigi Caporicci - Uve e vini ottimi - prosegue - concomitanti ad una produzione mondiale inferiore che alimenta aspettative di una migliore valutazione del vino in genere e anche di quello italiano e proprio per quanto ci riguarda di quello laziale". Il presidente della storica cantina di Marino ha poi ricordato i recenti riconoscimenti conseguiti dalla Gotto d'oro che dimostrano come possa coesistere il binomio quantità qualità. La cooperativa sociale ha infatti conquistato l'ambito premio di miglior vino quali-quantitativo del Lazio con il Marino Superiore Dop 2015. "In questa regione - ha proseguito Caporicci - abbiamo motivo di credere che i nostri intenti migliorativi siano riconosciuti. Siamo la cantina della famiglia italiana ma anche del vino di qualità come dimostrano i recenti riconoscimenti e come dimostrato dalle nostre linee di qualità come il Mitreo." Il presidente Gotto d'oro ha poi concluso anticipando la notizia che a breve sarà presentata una nuova linea riservata per pochi intenditori.

Tra i temi al centro dell’incontro anche la costruzione di un osservatorio europeo, capace di dare al mercato del vino quella trasparenza e tempestività che permetta decisioni rapide e consapevoli – come ha concluso la Task Force sui mercati agricoli voluta dal Commissario europeo all’agricoltura Phil Hogan – nonché l’importanza di intensificare i momenti di confronto tra le tre organizzazioni cooperative (che rappresentano oltre il 50% della produzione vinicola dei rispettivi Paesi), in vista della prossima revisione della Politica agricola comune.

“Pur riscontrando una situazione di mercato positiva, vista anche l’alta qualità delle produzioni 2016 – fanno notare le tre organizzazioni -, siamo obbligati, in quanto cooperatori, a ragionare su un orizzonte di medio – lungo periodo per garantire stabilità alla redditività dei soci delle nostre imprese cooperative. Questa è la ragione del cantiere avviato tra cooperazione italiana, francese e spagnola sullo sviluppo di nuovi meccanismi di stabilizzazione del mercato da inquadrare nella disciplina dell’Unione europea di riferimento. Questi strumenti dovranno essere necessariamente innovativi e in discontinuità con quelli utilizzati in passato. Vogliamo una viticoltura competitiva capace in ogni momento di assicurare il buon funzionamento del mercato a vantaggio dell’intera filiera produttiva”.

Roma
Rassegne & eventi
Normando: "Sono principalmente attività espressioni delle Associazioni del Territorio"
immagine

 

Red. Eventi


ANGUILLARA (RM) - Presentato il programma per le festività natalizie ad Anguillara. Diversi gli eventi in programma a partire da questo fine settimana che termineranno domenica 8 gennaio. "Abbiamo potuto patrocinare le iniziative più meritevoli nonché quelle richieste regolarmente pervenute alla Pro Loco e all’Assessorato alla Cultura e al Turismo e che non abbiamo fatto altro che riunire in sinergia". Ha commentato l'assessore alla Cultura  Viviana Normando.

 

"Sono principalmente attività espressioni delle Associazioni del Territorio - ha aggiunto Normando - che tengono ai nostri luoghi, che si aprono ad accogliere chi desidera visitarci, anche in queste vacanze natalizie, consentendo a tutti di vivere quotidianamente la nostra splendida cittadina e non solo nei week end. Attraverso eventi, mercatini tipici con la caratteristica dell’artigianato locale e proveniente dal territorio nazionale, musica di qualità, giochi, cultura, attività didattiche per i bambini, sarà possibile passeggiare per Anguillara, per il Centro Storico prima di tutto, tra i vicoli suggestivi, le torri medievali, le chiese medievali rinascimentali, le mura romane e gli scorci sul lago di Bracciano, a partire proprio dalla Piazza del Molo, con visite guidate al Palazzo Baronale Orsini".

L'assessore Normando ha quindi illustrato a titolo di esempio, manifestazioni come il Chocoworld "che riunisce ad Anguillara maestri del cioccolato - ha proseguito Normando - tra i più raffinati, è previsto un itinerario di presepi diffusi che tiene in considerazione l’humus di un territorio così particolare e dalle bellezze storico naturalistiche e beni culturali così singolari. Vi saranno mostre di artigiani napoletani, poi dei cartapestai leccesi uniti ai presepi realizzati nelle Chiese, dalla Collegiata sulla sommità del centro storico al Museo della Civiltà Contadina, con l’esposizione fissa, del presepe donato da Angela Zucconi al presepe realizzato dagli studenti del Liceo Artistico Paciolo indirizzo di Scenografia guidati dal Prof. Augusto Ceracchi in una grotta del Centro Storico al Presepe costruito dal Comitato degli Amici del Presepio di Anguillara Sabazia sul pontile di Piazza del Molo, fino al Presepe Vivente ad opera dei Rioni in collaborazione con l’Associazione Sabazia nei suggestivi Giardini del Torrione medievale. I bambini potranno dilettarsi con Babbo Natale che arriverà sulla slitta a Piazza del Molo nel Villaggio di Babbo Natale e con gli alberi decorati dalle stesse classi della scuola primaria e secondaria per il tramite del Progetto “Adotta un Albero”. Le note della musica suggelleranno il tutto con i concerti attesi della storica Banda Musicale di Anguillara Sabazia, dell’Associazione Scuola Orchestra, dell’Associazione Doppio Diesis, per un Natale speciale, con tante manifestazioni e divertimento dal 3 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, frutto della collaborazione tra Comune di Anguillara Sabazia, Assessorato alla Cultura e Ufficio Ambiente, Pro Loco e Ascom Associazione dei Commercianti, voluto e attuato dalla Sindaca Sabrina Anselmo, per una cittadina di Anguillara Sabazia fatta di luce e di ospitalità".
 
Infine l'assessore alla Cultura ha fatto sapere che per espositori interessati e per le aziende del territorio sarà possibile iscriversi per unirsi ai mercatini tipici nell’apposito link nel sito www.festivaldelgustoedellaculturaitaliana.it o rivolgendosi alla Pro Loco di Anguillara Sabazia.


Programma

Dal 3 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017

3-4 dicembre Mercatino Artigiani e Prodotti Tipici “Festival del Gusto e della Cultura Italiana” di ViaggiaItalia APS, P.zza del Molo. www.festivaldelgustoedellaculturaitaliana.it.
3-4 dicembre Mostra esposizione vendita di Arte Presepiale Napoletana, Museo della Civiltà Contadina: 3 dicembre ore 11-21.00; 4 dicembre ore 9.00-21.00.
3-4 dicembre Artigianato nel Centro Storico: Esposizione di Gioielli in Vetro, Giardino Segreto di Anne Bodammer, Via Umberto I n. 34, inaugurazione ore 15, orario no stop 10-19.
3 dicembre-8 gennaio 2017 Esposizione di Libri Antichi dell’Associazione “Intra Moenia”,
Vicolo delle Rupi 3.
3-4 dicembre “Un bonsai per l’ANLAIDS”, Piazza del Molo.
8 dicembre Inaugurazione del “Villaggio di Babbo Natale”, P.zza del Molo, con Babbo Natale e gli Elfi, con l’invio della letterina a Babbo Natale.
8 dicembre – 6 gennaio 2017 Inaugurazione e Permanenza Presepe Rione La Valle, Chiesa di S. Biagio e itinerario tra i presepi della Città e delle sue Chiese.
8-11 dicembre “La Famiglia in mostra: Natività artigianali e Foto Storiche di Sposalizi Anguillarini dell’Associazione “Saving Anguillara” con “Asvus” e “Sabate”, Museo della Civiltà Contadina. Evento esposizione e vendita con “Natività” e Presepi di Maestri Artigiani su territorio nazionale, con una Mostra di fotografie storiche “Gli Sposalizi Anguillarini” e possibilità di acquisto di un calendario, con tiratura limitata, per la realizzazione di un cortometraggio su Anguillara Sabazia con moderne tecnologie.
8-9-10-11 dicembre Mercatino Artigiani e Prodotti Tipici “Festival del Gusto e della Cultura Italiana”, a cura di ViaggiaItalia APS, P.zza del Molo.
8 dicembre IX Edizione Trail dei Due Laghi, gara podistica su Via di Ponte Valle Trave con arrivo in direzione del lago di Martignano, dell’Associazione A.S.D. Associazione Sportiva Dilettantistica, ore 10.00-13.00.
8-9-10-11 dicembre XVI edizione della mostra “Arti antiche e nuove”, ricami fatti a mano, Centro Anziani, inaugurazione 8 dicembre ore 9.30.
8-9 dicembre “Riciclago”, dell’Associazione “Riciclago” in collaborazione con “Il Battello”, “La Stazione del Cinema”, ex Consorzio, ore 9.00-20.00.
8 -11 -17 -18 dicembre ore 11.30-12.30 e ore 15-17.00; 24 mattina e 25 dicembre pomeriggio. Laboratorio e attività didattiche musicali e animazione a per bambini, Babbo Natale, personaggi del mondo delle fiabe, P.zza del Molo, Villaggio di Babbo Natale.
10 dicembre “Piccoli Babbo Natale per Norcia” dall’Associazione Theatro Helios, Consegna a Babbo Natale da parte dei bambini di giocattoli per Norcia, P.zza del Molo, ore 15.30-17.00.
10-11 Dicembre “Chocoworld”, espositori con prodotti dedicati al cioccolato, ai dolci e musica, Piazza del Comune, Bastioni, Via Aloisio.
10 dicembre ore 19.30, Chiesa di S. Francesco, “Great Jazz Music live”, Concerto con l’Associazione Culturale “The Swing Garden” per la Comunità Giacomo Cusmano, delle Associazioni “L’Arte ovunque” e Scuola Orchestra.
15 dicembre Festa dell’Anziano, Hotel Massimino, ore 13.00.
16 dicembre-8 gennaio 2017 Mercatino Artigiani e Prodotti Tipici “Festival del Gusto e della Cultura Italiana”, a cura di ViaggiaItalia APS, P.zza del Molo.
Dal 16 al 24 dicembre 2016 “Aspettando il Natale”, mercatino tipico natalizio con prodotti gastronomici, addobbi per presepi e alberi, P.zza del Comune, Bastioni, Via Aloisio.
Dal 16 dicembre 2016 Mostra collettiva di pittura nel centro storico presso il Museo della Civiltà Contadina.
17 Dicembre Concerto Telethon “Maestri e allievi uniti per la ricerca”, Concerto di Natale di alcune classi e cori dell’Associazione Scuola Orchestra, Chiesa di S. Francesco, ore 21.00.
17-18 dicembre 2016 “Estro ed arte nelle lame”, “La Stazione del Cinema”, ex consorzio.
18 dicembre 2016 ore 18.00, Concerto della Banda Musicale della Città di Anguillara Sabazia, M° Enrico Scatolini, Chiesa di S. Francesco.
18 dicembre “Stand della Croce Rossa Italiana” per le attività sociali del territorio, Piazza del Molo.
20 dicembre – 6 gennaio 2017 Inaugurazione e permanenza del “Presepio sul Molo”, promosso dal Comitato “Amici del Presepio di Anguillara Sabazia” con l’Associazione Culturale “Amici del Cinema”.
20 dicembre – 6 gennaio 2017 Inaugurazione e permanenza del “Presepe in Grotta” nel Centro Storico, via Umberto I, degli studenti del Liceo Artistico Paciolo, con il Prof. Augusto Ceracchi Indirizzo Scenografia.
20 dicembre “Il Natale di Gesù” Musical con i ragazzi della Parrocchia di S. Maria Assunta, del Catechismo e dell’Oratorio Madonna della Rena, Chiesa di San Francesco, ore 20.00.
21 dicembre “Natale in Danza”, dell’Associazione Angel Dance, “La Stazione del Cinema”, Ex Consorzio, ore 17.00.
22 dicembre Serata Musicale di Natale dell’Associazione Doppio Diesis, Chiesa di S. Francesco, ore 18.00.
23 dicembre “Notte Bianca di Natale” con i commercianti della Città in notturna.
25 dicembre Concerto di Natale, ore 16.00, P.zza del Molo.
26 dicembre ore 19.00, Concerto della Banda Musicale della Città di Anguillara Sabazia, M° Enrico Scatolini, Chiesa di Regina Pacis.
26 dicembre, 1, 6 gennaio 2017 Presepe Vivente, Giardini del Torrione, a cura dei Rioni con l’Associazione Sabazia.
1 gennaio 2017 Concerto del primo giorno dell’anno dell’Associazione Scuola Orchestra, con l’orchestra diretta dal M° Bellaccini, Chiesa di Regina Pacis.
4-8 gennaio 2017, “w la Befana”, P.zza del Lavatoio, per le famiglie, esposizione a tema befana, giocattoli, dolci.
Sono previste iniziative delle aree periferiche di Anguillara Sabazia.
Per Natale previsto il Progetto “Adotta un Albero”, uscita delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Anguillara Sabazia con l’addobbo degli alberi di Natale nella città, nel Centro Storico, ad opera delle classi, con oggetti realizzati dai ragazzi con le loro insegnanti in collaborazione con il Comune di Anguillara Sabazia.
Prevista l’apertura straordinaria del Palazzo Baronale Orsini con gli affreschi cinquecenteschi e del Museo della Civiltà Contadina nel Centro Storico con visite guidate e percorsi nel centro storico, anche con ulteriori esposizioni artigianali e attività artistiche.
Dal 3 dicembre all’8 gennaio 2017 vi sarà anche un’area giochi fissa nel Parcheggio ex Papi sul lungolago Reginaldo Belloni.  

Rieti
La ricostruzione
Presto seguiranno Accumoli, Amatrice e Posta
immagine

 

di Marco Staffiero

 

RIETI - Nasce a supporto dei cittadini dei comuni colpiti dal sisma un nuovo punto di riferimento in cui erogare servizi, coordinare le azioni, illustrare gli strumenti disponibili e le misure messe in campo: l’ufficio per la ricostruzione. Aperta oggi 2 dicembre 2016  la sede di Rieti, presto seguiranno Accumoli,  Amatrice e Posta. L'ufficio si trova in via Cintia, 87 a Rieti. I compiti dell’ufficio: garantire la maggiore efficacia e la massima efficienza ed economicità delle attività di ricostruzione.
 
Questo ufficio strategico nasce dopo la sottoscrizione di un’apposita convenzione tra Regione, Provincia di Rieti e 15 comuni dell’area, e ha l’obiettivo, in costante rapporto con la struttura commissariale nazionale e di raccordo con le attività dei comuni grazie alla presenza dei sindaci. Le principali attività del centro offriranno l'istruttoria per l’erogazione dei contributi per la ricostruzione o il recupero degli immobili privati distrutti o danneggiati e dei contributi in caso di distruzione o danneggiamento grave di beni mobili; la consultazione dei cittadini e degli altri soggetti interessati ai fini della predisposizione dei piani urbanistici generali ed attuativi; la progettazione generale ed esecutiva delle opere pubbliche e degli interventi sui beni sottoposti a vincolo artistico, storico, archeologico ed etnoantropologico e la realizzazione degli interventi di prima emergenza.
 
Inoltre,  per rendere agevole e semplice l’accesso alle informazioni, verrà predisposto un pacchetto di modulistica ad hoc e di documenti informativi su tutti i diritti e le opportunità per cittadini e imprese. Infine, attraverso il web un altro importante strumento di condivisione e informazione sono a disposizione tutte le info per  cittadini e imprese. Presto il sito sarà affiancato da quello dell’ufficio: ricostruzionelazio.it.
Roma
Amministrazione pubblica e cittadini
Si passa dai 1250 euro mese fino ad oggi pagati a 1850 euro al mese
immagine

 

Red. Cronaca

 

NEMI (RM) - Una notizia che infonde fiducia nel futuro dei nemesi: Il Comune di Nemi punta ancora di più sulla comunicazione. È datata 14 novembre la delibera di giunta con la quale Bertucci, Palazzi e Pazienza hanno deciso di aumentare l’attività di informazione e comunicazione istituzionale e, insieme all’ “attività”, hanno implementato anche lo “stipendio” che il Comune corrisponde alla persona incaricata arrivando a pagare 1.850,00 euro mensili all’attuale responsabile della comunicazione istituzionale di Nemi. 

 

Quindi dai 1.250,00 euro al mese si passa a 1.850,00 euro al mese, una cifra importante per un paese che conta circa 2 mila abitanti e che ha deciso di scommettere sulla comunicazione. Per far capire ancora meglio la portata della decisione presa dalla giunta di Alberto Bertucci si può fare un confronto con altri Comuni.

Ad esempio anche Anguillara Sabazia, città alle porte di Roma nord che conta 20 mila abitanti di recente ha comprensibilmente previsto l'incarico per un responsabile della comunicazione a 500 euro mensili.

Regione Lazio
Il focus
Roberto Scacchi: "Troppe stazioni sono di bassa qualità e con pochi servizi, una complicazione ulteriore per i pendolari del Lazio"
immagine


di Marco Staffiero


LAZIO - La situazione delle stazioni del Lazio rimane a dir poco negativo, nonostante le continue proclamazioni della Regione di un effettivo miglioramento della vita per i pendolari. Del resto i dati di Legambiente presentati questa mattina, con il nuovo Dossier “Qualità delle Stazioni 2016”, parla da solo. Pochissime biglietterie e/o rivendite di giornali, difficile trovare un bar o servizi igienici funzionanti, quasi completamente assente il personale di stazione: questa è, in parte, la situazione che emerge dai racconti e dalle esperienze dei pendolari che usufruiscono quotidianamente del trasporto pubblico su ferro della Regione Lazio.
 
Basti pensare che le biglietterie sono presenti solo nel 21,13%, ed è possibile comprare un biglietto tramite erogatrice nel 59% dei casi.Le obliteratrici sono funzionanti nelle metà delle fermate.Solo nel 50,7% delle stazioni analizzate sono presenti bar all’interno, anche le rivendite di giornali specifiche si trovano nella metà di esse. Quasi ovunque mancano sia le macchinette automatiche per bevande calde che fredde e le stazioni che non presentano né macchinette né bar interni sono circa il 45,45%, servizi che comunque migliorerebbero l'attesa dei viaggiatori. Anche sulla qualità delle infrastrutture c'è ancora molto da fare: i servizi igienici predisposti, infatti,mancano nel 59,15% e dove sono presenti solitamente sono mal funzionanti o comunque di qualità insufficiente.
 
Delle 70 stazioni/fermate nel 65% dei casi non vi è la presenza di personale ferroviario. Sono presenti scale mobili funzionanti solo nel 12,68%, con gli ascensori va meglio, di quelli presenti funziona il 22,54%. I tabelloni orari sono presenti nel 66,2% e nella maggioranza dei casi sono leggibili, i luoghi di attesa ci sono quasi in tutte le stazioni e i cestini per la raccolta differenziata sono presenti nel 78,87%. Se c’è un problema siamo fortunati solo nel 18,31 % dei casi con gli annunci vocali che lo segnalano e se non siamo giovani ed atletici abbiamo problemi per salire sul treno nel 61,97% a causa del dislivello tra marciapiedi e treno.
 
“Troppe stazioni sono di bassa qualità e con pochi servizi, una complicazione ulteriore per i pendolari del Lazio – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - che da una parte vedono il servizio ferroviario complessivamente migliorato dalla Regione, dall'altra continuano a vivere condizioni disastrose, soprattutto nelle stazioni di Roma sulle ferrovie concesse di gestione Atac, dove ci sono le peggiori del Lazio. Altro quadro impietoso quello che riguarda le fermate della Termini-Centocelle, una tratta ferroviaria metropolitana che andava opportunamente rilanciata all’apertura della Metro C e che oggi sembra invece in un completo stato di abbandono. Chiediamo alla Regione l’istituzione di un tavolo di lavoro per la riqualificazione delle stazioni a partire proprio dalle situazioni più critiche dentro Roma, dove ci vogliono progetti di reale rigenerazione degli spazi per migliorare la qualità della vita di centinaia di migliaia di pendolari urbani e di tutto il Lazio”. Il documento è stato costruito dall’associazione negli ultimi mesi per fare un quadro sullo stato di tutte le stazioni ferroviarie presenti nel Lazio sia nelle 8 linee FL regionali di Ferrovie dello Stato che delle 3 ferrovie concesse di ATAC, attraverso l’osservazione e la valutazione di pendolari, comitati, associazioni e volontari.
 
 
 
 
 
Roma
Cronaca
Il servizio sarà attivo due mattine a settimana nella sede comunale
immagine

 

di Silvio Rossi

 

MANZIANA (RM) - A Manziana, nella sede comunale, è stato inaugurato lo sportello Enel, che sarà attivo due mattine a settimana, martedì e giovedì dalle 10 alle 13, nei locali che ospitano anche lo sportello informativo sui rifiuti. Lo sportello è stato pensato per agevolare i cittadini costretti a recarsi in altri paesi per lo svolgimento delle pratiche.


Il sindaco Bruno Bruni ha dichiarato: “È il primo di una serie di servizi che l’Amministrazione Comunale sta cercando di garantire ai Cittadini di Manziana. Grazie allo sportello Enel, soprattutto coloro che hanno difficoltà negli spostamenti, potranno svolgere una serie di pratiche direttamente in paese. Analogo discorso – continua Bruni – stiamo impegnandoci a portarlo avanti ormai da mesi con Acea Ato 2, società di cui il Comune di Roma possiede il 51% delle azioni: nel nostro continuo lavoro di monitoraggio del servizio, a un anno dal passaggio previsto dal decreto Sblocca Italia, ci siamo resi conto che fare sempre riferimento agli uffici centrali di Roma Ostiense o a quelli decentrati di Formello o Cerveteri complica moltissimo il buon fine di molte pratiche che interessano direttamente i nostri concittadini. Speriamo davvero di riuscire ad ottenere anche a Manziana un punto Acea Ato 2 e agevolare così gli iter burocratici connessi al servizio idrico.” Lo sportello Enel permetterà una serie di servizi, dall’attivazione di linee, alle modifiche di contratto, reclami e possibilità di soluzioni per l’efficienza energetica.

Pubblicitá
SEPARATORE 5PX IL GIORNALE DI OGGI SEPARATORE 5PX L’Osservatore d’Italia - Ultima edizione SEPARATORE 5PX DA LEGGERE SEPARATORE 5PX SILVIO ROSSI SEPARATORE 5PX PAOLINO CANZONERI EDITORIALE SEPARATORE 5PX L'INCHIESTA SEPARATORE 5PX NEMI GESTIONE RIFIUTI SEPARATORE 5PX ULTIMI VIDEO SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE SEPARATORE 5PX EVENT PROJECT SEPARATORE 5PX MABJ SEPARATORE 5PX CONNEXUS
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact