Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
L'intervista
Per l’occasione è stato chiamato lo chef Stefano Callegaro
immagine


GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

 

di Silvio Rossi

 

ROMA - Si è svolta venerdì scorso la presentazione del nuovo allestimento presso il Toy Roof, il ristorante sulla terrazza dell’hotel 5 stelle La Griffe su via Nazionale. Il brand londinese Toy Room, che ha adottato come mascotte un orso a figura umana, chiamato Frank, ha realizzato l’allestimento della terrazza ristorante con una vista spettacolare sulla città eterna. Per l’occasione è stato chiamato lo chef Stefano Callegaro, che ha preparato due piatti, una rivisitazione del Polpo alla Galiziana e una pasta a base di calamari, che hanno conquistato i presenti.


Tra i presenti alla serata il patron della Lazio Claudio Lotito e l’attore Paolo Conticini, oltre all’immancabile orso, visibile anche in una riuscita installazione luminosa sul vicino campanile di San Paolo dentro le mura.

L’intervista esclusiva con lo chef Stefano Callegaro che ha risposto ad alcune nostre domande.

Politica
La grande promessa fatta nel 2012 e non mantenuta da Alberto Bertucci, oggi sindaco uscente.
immagine


GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

 

di Chiara Rai

 

NEMI (RM) - Un Pd coeso e unito a Nemi a sostegno della candidatura a sindaco di Carlo Cortuso con la lista "2017 Ricomincio da Nemi". Questo è ciò che è emerso dal convegno sulla gestione rifiuti e tutela ambientale presso la Biblioteca de “Lo Specchio di Diana” di corso Vittorio Emanuele, 13. Sono intervenuti il senatore Pd Bruno Astorre, la deputata Pd Ileana Piazzoni, Luca Andreassi dell’Università di Tor Vergata quale esperto in materie ambientali, Maria Irene Zanon del Pd di Nemi e a moderare il convegno Marco Silvestri del Pd di Nemi.

 

Una tematica molto interessante perché tocca forse quella che è la più grande emergenza nel territorio di Nemi: i rifiuti e il mancato avvio del “porta a porta” su tutto il territorio che poi è stata la grande promessa fatta nel 2012 e non mantenuta da Alberto Bertucci, oggi sindaco uscente. Una promessa che però, come sottolineato da Zanon, oltre a non aver portato a nulla di fatto, ha generato anche sperpero di soldi pubblici alla ricerca di una isola ecologica che non c’è. Si sono individuati due siti, un'area in prossimità di Via Nemorense adiacente al cimitero e uno in via della Radiosa a 60 metri dal pozzo che serve acqua potabile all’intera cittadinanza e spesi 31 mila euro in totale per ritrovarsi ad essere la pecora nera dei Comuni alle porte di Roma rispetto all’avvio della raccolta differenziata, anzi a Nemi i comuni limitrofi ci buttano l’immondizia perché da loro c’è la differenziata ormai da anni.


Andreassi ha parlato delle virtù dell’ecodistretto
che può rappresentare una soluzione alternativa a qualsiasi tipo di impianto che incenerisce i rifiuti perché di fatto “bruciare i rifiuti significa comunque inquinare e i costi di gestione possono rivelarsi molto alti e difficili da mantenere”. Poi, Andreassi ha parlato del rogo di Pomezia e del fatto che nessuno è intervenuto per rimuovere i materiali tossici andati distrutti all’interno del sito e che non si capisce bene di che materiale sono fatti. Solo plastica? “Abbiamo manifestato contro il tentativo della sindaca dell’area metropolitana Virginia Raggi che – ha continuato Andreassi - invece di proporre un piano per la chiusura del ciclo dei rifiuti tale da prevedere un reale aumento della raccolta differenziata ed una nuova impiantistica di trasformazione moderna e non inquinante, nonché la creazione di eco distretti, cerca aree per discariche fuori dal Comune di Roma. Una vecchia, pericolosa e inefficace concezione già sperimentata e risultata fallimentare”


“Il fatto di essere confinanti con un territorio vastissimo dove la gestione dei rifiuti è fuori controllo è problematico” ha detto Piazzoni che ha ricordato: “Oggi è la giornata mondiale dell’Ambiente e questo convegno sui rifiuti è davvero fondamentale per capire in che verso stiamo andando”. Piazzoni non ha tralasciato una critica ai pentastellati: “Il M5S di fronte all'emergenza rifiuti che sta mettendo in pericolo la salute delle cittadine e dei cittadini e che danneggia il turismo e l'immagine di Roma, sta giocando la propria partita per il potere”.


Per Astorre Nemi è la culla dei Castelli Romani,
il senatore ha pubblicamente fatto un in bocca al lupo al “compagno Cortuso” e naturalmente anche a tutta la lista che lo sostiene e che è “connotata – a dire di Astorre - da una forte pregnanza sociale e culturale basata sul volontariato. Ho visto che tutti i candidati hanno inteso mettere in rilievo ciò che hanno fatto per il prossimo, questo è molto bello perché significa venire alla politica dall’impegno sociale, dall’impegno verso gli altri e cioè restituire alla politica la dignità con la d maiuscola e cioè cosa tu puoi fare per migliorare la qualità della vita degli altri”. 

Amministrative 2017
Il tema emergenza immigrazione ha tenuto banco per gran parte della serata. Tersigni: "Grazie a Bertucci Nemi è a rischio arrivo di 100 immigrati"
immagine

 

Red. Politica

 

NEMI (RM) - Una sala stracolma di cittadini di Nemi quella di ieri presso l'Hotel Monte Artemisio per la cena organizzata dal candidato sindaco Stefano Tersigni molto apprezzato per il discorso che ha fatto alle persone e per la sua decisione e idee chiare: “L’11 giugno avete un potere enorme in mano, quella matita è uno strumento importantissimo per scegliere di tutelare Nemi oppure lasciarla al degrado all’abbandono e a questa ipotesi sciagurata di vedersi invasi da 100 immigrati”. 

 

In sala presenti anche il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Fabrizio Santori, Federica Nobilio coordinatrice per il Lazio del Comitato Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni, Giovanni Cascella segretario di Area Democratica il movimento fondato da Marco Mattei e gli ex sindaci e fondatori di Insieme per Nemi Cinzia Cocchi e Alessandro Biaggi e personaggi storici nemesi che hanno apprezzato moltissimo le parole di Tersigni. 

 

Il tema emergenza immigrazione ha tenuto banco per gran parte della serata: “Grazie all' adesione della giunta Bertucci allo Sprar – ha detto Tersigni -  Nemi è a rischio arrivo di 100 immigrati. Un documento della Prefettura indica un numero di 100 migranti ogni Comune della provincia di Roma (compresa Nemi) che ha una popolazione fino a 3000 abitanti. Nessun nemese potrà più sentirsi sicuro per strada e nella propria abitazione, il fragile tessuto sociale ed economico di Nemi sarà leso in modo irreversibile. Bertucci ha provocato e voluto tutto ciò e Cortuso ha dichiarato di non aver problemi nell'accoglierli. Solo i cittadini possono scongiurare questa catastrofe votando la lista 'Insieme per Nemi'. Io, infatti, se eletto Sindaco ritirerò l'adesione allo Sprar e contrasterò con ogni mezzo l'arrivo di immigrati a Nemi!”

 

Il candidato sindaco ha ribadito che il programma di Bertucci del 2017 è identico a quello del 2012, questo perché nel 2012 erano state fatte delle promesse non mantenute o meglio una piccolissima parte è stata mantenuta con chiaro riferimento ai cantieri elettorali sorti negli ultimi due mesi che riguardano l’ordinaria manutenzione e perlopiù opere effettuata dalla Città Metropolitana, dall’Acea e dall’Enel. Tersigni ha parlato quindi di “briciole” che a suo dire il sindaco uscente ha donato in questi ultimi due mesi di campagna elettorale: “Questo significa amministrare male e amministrare non nell’interesse dei cittadini perché quando c’è un programma costruito sulle esigenze delle persone e soprattutto di facile realizzazione perché nessun punto del nostro programma prevede spese da parte del Comune quindi siamo dalla parte giusta e ci poniamo in maniera corretta agli elettori senza promettere mari e monti. Faremo solo ciò che è importante per Nemi e per i cittadini. Siamo qui per risolvere le esigenze che si sono create in questo tempo. Voglio essere il sindaco di tutti e per tutti. Un sindaco vicino alla gente”.

 

Tersigni si è riferito al fatto che una volta eletto aprirà uno sportello di ascolto a servizio dei cittadini e ha garantito la sua presenza fissa e fisica uno o due giorni a settimana presso questo sportello per accogliere tutte le richieste, le segnalazioni e i problemi del quotidiano. Tersigni ha parlato anche di umiltà e ha chiesto “aiuto” ai cittadini nello sposare questo progetto invitando i suoi tantissimi ospiti a dare fiducia a tutta la squadra composta da tante donne, giovani e professionisti scesi in campo con tanta passione. Dopo queste parole tutta la sala ha applaudito con passione, in maniera prolungata. “Dobbiamo avere il coraggio di cambiare, mandiamo via gli affaristi della politica, mandate via quelli che sono pronti a svendere il nostro futuro e futuro dei nostri figli!”
 

L'intervista
Tersigni: "L'appuntamento per i cittadini è alla cena che verrà offerta mercoledì 31 maggio alle ore 20 presso il Ristorante Albergo “Monte Artemisio”
immagine

 

Red. Politica


NEMI (RM)
- La video intervista a Stefano Tersigni candidato sindaco di Nemi con la lista “Insieme per Nemi” sostenuta dall’intera area di centrodestra oltreché da Area Democratica di Marco Mattei e da Rinascimento di Vittorio Sgarbi. Il candidato sindaco dopo aver spiegato le ragioni che lo hanno portato a non accettare il confronto con gli altri due candidati a sindaco di Nemi elenca uno per uno, carte alla mano, tutti i punti che non sono stati attuati in 5 anni di governo che facevano parte del programma elettorale del 2012 del sindaco uscente di Nemi Alberto Bertucci. Tersigni inoltre ha affrontato il tema dell’emergenza migranti, alla luce del fatto che il sindaco uscente di Nemi ha da poco firmato lo Sprar e promette che qualora diventerà sindaco a costo di farsi denunciare dal Prefetto non permetterà l’ingresso nemmeno di un solo migrante a Nemi. In conclusione Tersigni ha dato appuntamento ai cittadini alla cena che verrà offerta mercoledì 31 maggio alle ore 20 presso il Ristorante Albergo “Monte Artemisio”.
Buona visione.      

L'intervista
Il locale circolo del PD ha chiamato a raccolta i suoi per denunciare le mancanze delle giunte romana e di Anguillara
immagine

 

di Silvio Rossi

 

ANGUILLARA (RM) - Mobilitazione al parcheggio dell’ex consorzio agrario di Anguillara, con una cinquantina di persone, che hanno voluto manifestare in favore della realizzazione del sottopasso in luogo del passaggio a livello sulla via Anguillarese, e contro l’ipotesi ventilata della realizzazione di impianti per lo smaltimento dei rifiuti romani nella provincia.


Due temi annunciati nel manifesto che annunciava la mobilitazione
, ma che sono stati affiancati, durante gli interventi, dagli altri problemi che affliggono la cittadina, dalla non potabilità dell’acqua che in questi giorni colpisce l’acquedotto del Biadaro, allo stato delle strade cittadine, alla perdita d’acqua che, proprio nel punto scelto per la riunione, è presente da oltre un mese, come ha testimoniato proprio alcuni giorni fa il consigliere comunale Silvio Bianchini.

 

L’aspetto che ha colpito la nostra curiosità è stata l’assenza, alla manifestazione, della maggior parte dei candidati consiglieri del PD e della lista Flenghi collegata. La credibilità dei partiti la si costruisce con la credibilità delle persone che li compongono; chi meno di un anno fa si è presentato per amministrare una città, e oggi non ha la costanza di presenziare a un’iniziativa organizzata dal partito che si è detto di rappresentare, crea un danno enorme allo stesso partito, facendo capire perché alle elezioni non si sia riusciti ad arrivare al ballottaggio.

 

Tornando ai temi dell’incontro, abbiamo intervistato il consigliere Bianchini, al termine del suo intervento, nel video allegato

L'intervista
Cortuso: "Pieno riconoscimento alle battaglie storiche soprattutto per la tutela ambientale e del territorio che rappresentano oggi un patrimonio preziosissimo"
immagine

 

Red. Politica


NEMI (RM) – Carlo Cortuso, il candidato sindaco di Nemi per la lista “Ricomincio da Nemi”, che di fatto rappresenta l’unica proposta di centrosinistra alle prossime amministrative dell’11 giugno 2017 nel paese delle fragole, è tornato davanti le telecamere de L’Osservatore d’Italia rilasciando un’intervista nel corso della quale ha sviscerato alcune tematiche importanti del programma elettorale. Durante i 45 minuti della chiacchierata con Carlo Cortuso si è cercato di approfondire quelle che sono le proposte programmatiche di “Ricomincio da Nemi”, proposte che vedono soluzioni che il candidato di centrosinistra ha definito come pensate e individuate puntualmente insieme ai cittadini e nel pieno rispetto della storia e delle tradizioni di Nemi. “Qui dentro c’è tanta memoria” ha detto Cortuso nel parlare del programma di “Ricomincio da Nemi”. Un pieno riconoscimento, da parte del candidato di centrosinistra, quindi, alle battaglie storiche portate avanti a Nemi soprattutto per la tutela ambientale e del territorio e che rappresentano oggi un patrimonio preziosissimo. Buona visione.     

La presentazione politica
Grande partecipazione per la presentazione della lista di Insieme per Nemi che sostiene la candidatura di Stefano Tersigni
immagine

 

di Ivan Galea


NEMI (RM) - Partecipato a Nemi, ieri, l’appuntamento al bar dei Pini in piazza Roma, che ha visto una sala stracolma per la presentazione della squadra di Stefano Tersigni candidato a sindaco di Nemi con la lista “Insieme per Nemi”. In apertura Tersigni ha definito come “coraggiosa” la presenza degli intervenuti a causa del particolare “clima rigido” o se vogliamo di paura o di ricatto che si è instaurato a Nemi per questa campagna elettorale, che ha assistito addirittura al ritiro di un componente della squadra di Insieme per Nemi dopo che aveva dato la propria adesione. Tersigni ha infatti ricordato che la squadra è formata ben da 11 candidati, alludendo appunto alla persona che si è ritirata, giustificandone le ragioni e ribadendo che il clima dittatoriale che si respira nel paese delle fragole avrà presto fine.

In effetti a Nemi si respira, ormai da tempo, un’aria pesante, dove chi non si “allinea” con una certa parte politica o chi si permette di criticare certi “modus operandi” o chi evidenzia ombre e aspetti che appaiono di tutta evidenza “poco chiari” agli occhi della cittadinanza finisce sotto il tritacarne di chi la domenica si fa il segno della croce in Chiesa, in bella mostra, per poi fare ben altro durante gli altri 6 giorni della settimana e che con tutta probabilità in questi momenti confida molto sull’astensionismo di una certa parte politica nemese che ora ha la grande responsabilità di prendere una decisione, seppur sofferta a causa di antichi contrasti o per divergenze di vedute politiche ormai appartenenti alla preistoria e che oggi sovente vengono utilizzate solo per creare divergenze tra i cittadini, oppure di mettere la testa sotto la sabbia e assistere inermi a una nuova stagione di vecchie dinamiche politiche ormai stranote e agli onori della cronaca. Ma di questi aspetti scriveremo in successive occasioni.


Tersigni ha parlato quindi di “tanta delusione” da parte dei cittadini riguardo il quinquennio Bertucci che ormai volge al termine. “Anche persone che 5 anni fa hanno votato il sindaco uscente sono rimaste deluse dalle tante promesse che sono state fatte e non mantenute. - Ha detto il candidato sindaco – Io personalmente– ha aggiunto – non faccio nessuna promessa”. Sempre in tema di impegni da prendere con i cittadini Tersigni ha detto che l’unica promessa che si impegna a mantenere è quella che tutti i punti di programma saranno rispettati evidenziando il fatto che se nei primi due anni non ne verranno realizzati almeno la metà presenterà le dimissioni da sindaco. “Punti programmatici – ha detto Tersigni - che non prevedono spese per le tasche del Comune di Nemi, quindi per quelle dei cittadini e che sono realizzabili in tempi brevi”.

Tersigni ha ricordato che la lista civica “Insieme per Nemi” è sostenuta da tutta l’area di centrodestra: quindi il sostegno di Noi con Salvini, di Forza Italia e di una parte di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale perché “è spuntato fuori un nuovo fratellino”. Battuta quest’ultima, da parte del candidato, rivolta a Pietro Pazienza, assessore uscente della giunta Bertucci, iscrittosi nelle fila di FdI-AN da poco tempo, probabilmente rendendosi conto che l’intero centrodestra e non solo è compatto con la candidatura di Tersigni. Un modus di fare politica definito da Stefano Tersigni come “spicciolo” come il fatto di aver pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Nemi la presentazione della lista Bertucci. Un episodio quest’ultimo che Tersigni ha bollato come “vergognoso” come i cantieri elettorali apparsi in questi ultimi 2 mesi che precedono le elezioni.


Tersigni ha quindi presentato i candidati che formeranno la squadra di governo in caso di vittoria della lista Insieme per Nemi.


“Ci troviamo ad essere un baluardo difensivo di quello che è un patrimonio unico rappresentato da Nemi e dai tesori custoditi nel suo territorio” Ha detto Cesare Bianchi durante il suo intervento.

“Sono il nipote di Luigi Cavaterra” Ha esordito Andrea Cavaterra, il più giovane componente della squadra di Insieme per Nemi, ricordando le origini della sua famiglia conosciuta dalla maggior parte dei nemesi. Cavaterra ha puntato il dito sulla totale mancanza di un qualsiasi tipo di attrattiva per i ragazzi di Nemi che sono costretti a dirigersi verso le altre cittadine dei Castelli Romani se non addirittura a Roma per trovare spazi e intrattenimenti adatti alle generazioni dei più giovani cittadini del paese delle fragole.


Laura Borgognoni, importante componente del gruppo di Insieme per Nemi da sempre presente sul territorio ha parlato di tradizione. “Che cos’è la tradizione? – ha detto Borgognoni – E’ la testimonianza, le notizie, le memorie storiche che appartengono al passato. – ha proseguito – E chi crea la tradizione? La crea l’uomo contemporaneo  prendendo una cosa dal passato, rielaborandola e proiettandola nel futuro. Noi abbiamo fatto questo con Insieme per Nemi.”


“Un brillante opacizzato”: così ha definito Nemi la “seconda Cavaterra” – così si è definita - della squadra di Tersigni. Masha Cavaterra ha parlato di “obbligo morale” di metterci la faccia decidendo quindi di scendere in campo per contribuire con le proprie competenze alla rinascita di Nemi. “Sento tante persone dire questo non va, questo non va bene – ha detto la candidata consigliera di Insieme per Nemi – mi hanno detto perché mai un’artista ha deciso di scendere in politica? – ha proseguito -  Ho una missione diversa e magari può essere utile per questa squadra, può essere utile per Nemi.” Masha Cavaterra quindi si prepara a dare il proprio apporto “artistico” per una Nemi ricca di angoli meravigliosi ma che ad oggi risultano “morti o spenti e che magari con un’idea potranno essere rivalorizzati per poter rifiorire.”

“Vivo Nemi più di qualsiasi altro nemese” ha detto la vulcanica Simona Castelli che è presente dalla mattina alla sera a Nemi per via dell’attività commerciale che conduce. “Si deve fare di più anche a livello turistico, mille problemi con i pulman, con i vigili che non si vedono,  i bagni pubblici poco efficienti. Noi stiamo tentando tutto poi che dire… vedete voi.”   


 E’ stata poi la volta di Denise Gagliardi: “Il mio secondo nome è Gioia e voglio portare veramente gioia a Nemi” ha detto la candidata consigliera trapiantata a Nemi cittadina che ha dichiarato di amare fin da quando ha tenuto la sua prima mostra.

 

Giovanni Piersanti nel suo lungo intervento ha toccato vari argomenti tra i quali quello di avere la forza di portare avanti le proprie idee e il proprio impegno rischiando in prima persona e riaffermando il concetto di “metterci la faccia”. Quest’ultimo, un tema ribadito più volte anche dagli altri candidati per cercare di esorcizzare quel clima pesante che si è creato a Nemi in questi ultimi tempi. “Quello che mi hanno insegnato è non chiedere niente a nessuno – ha detto Piersanti – nel momento del bisogno faccela da solo” Parole quelle di Piersanti che risuonano come macigni rispetto un certo clientelismo che purtroppo non è mai tramontato in Italia e che spesso porta a effettuare scelte in virtù di “false promesse” che ogni volta vengono fatte dai soliti trasformisti della politica e che ogni volta, puntualmente non vengono mai mantenute e che ogni volta riescono a incantare i soliti noti.  


Laura Scarpellini
e Murizio Saudelli assenti giustificati perché impegnati un due importanti incontri di campagna elettorale con i cittadini. non sono potuti essere presenti.


Nella chiosa finale il candidato sindaco ha quindi riepilogato i punti programmatici spiegando in maniera dettagliata come intende realizzarli.

L'intervista
immagine

 

Red. Politica


RONCIGLIONE (VT) - L’Osservatore d’Italia in occasione delle prossime amministrative dell’11 giugno, che vedranno rinnovarsi i governi di molti Comuni, sta organizzando diverse interviste ai vari candidati a sindaco. In questa occasione Roberto Ragone collaboratore della redazione del Lazio del quotidiano ha intervistato  il sindaco uscente di Ronciglione (Vt) Alessandro Giovagnoli che si ricandita per un nuovo mandato.

L'evento
Il pannello è stato già donato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai presidenti delle due camere, a molti enti pubblici, scuole, comuni
immagine

 

di Simonetta D'Onofrio


ANGUILLARA (RM) - Durante l'ultima puntata del web talk "Officina Stampa" abbiamo parlato della libertà di stampa, dei giornalisti vittime della mafia, di quanti hanno subito denunce pretestuose, per cercare di far tacere la loro voce e la loro penna.

Per cercare di mantenere alta l’attenzione
su un argomento che rischia di non coinvolgere l’opinione pubblica, è venuto a parlarne Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’Informazione, un osservatorio nato da Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) e Ordine dei Giornalisti per tutelare quanti hanno subito minacce e intimidazioni.


L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, è stata la realizzazione di un pannello della memoria, con i nomi e i volti di 28 giornalisti uccisi dalla mafia o in zone di guerra. Il pannello è stato già donato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai presidenti delle due camere, a molti enti pubblici, scuole, comuni. Il prossimo 20 Aprile verrà donato al Comune di Anguillara Sabazia, presso la Biblioteca Comunale, alla presenza di alcune classi delle locali scuole. L’assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Anguillara Sabazia, dottoressa Viviana Normando, che a causa di un impegno istituzionale non ha potuto essere presente durante la diretta di Officina Stampa, ha rilasciato al nostro quotidiano  una video intervista congiunta con il dottor Spampinato.
 

Spettacoli e Tv
Oggi alle 18 la diretta streaming tv del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai
immagine

 

Redazione
 

GROTTAFERRATA (RM)
- Ad aprire la puntata di oggi giovedì 6 Aprile 2017 di Officina Stampa Simone Carabella che parlerà della condizione di 15 famiglie italiane sfrattate dopo 42 anni perché il Comune di Roma non paga l’affitto. Intanto 150 migranti verranno ospitati a Tiburtina in Hotel e molte famiglie italiane finiranno per strada.


Un protocollo storico di valorizzazione turistica del territorio tra Ente Parco Regionale dei Castelli Romani, il Sistema Bibliotecario e la XI Comunità Montana per la valorizzazione turistica dei Castelli Romani.Che cosa significa? Cosa cambia per il territorio? Ospiti per questo spazio dedicato al turismo il Presidente del Parco Regionale dei Castelli Romani Sandro Caracci, Il Presidente del Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani Massimo Prinzi e il Presidente della Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini Damiano Pucci.


La trasmissione condotta dalla giornalista Chiara Rai, andrà in diretta web Tv giovedì 6 aprile a partire dalle 18:00 presso l’esclusivo locale di Grottaferrata Black Jack Cafè di Lino Ventriglia. Il programma può essere seguito in diretta su diverse piattaforme: sul canale Youtube OFFICINA STAMPA , sul sito www.officinastampa.tv e sulla pagina Facebook di OFFICINA STAMPA.


Si parlerà poi di una eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo: l’Accademia Vivarium Novum che ha l’obiettivo di far rivivere il latino facendolo parlare a circa 50 studiosi provenienti da tutto il mondo che si incontrano a Villa Falconieri, a Frascati, e per minimo un anno si immergono completamente nella cultura umanistica. Ospite Luigi Miraglia, latinista e filologo classico italiano, fondatore e direttore dell'Accademia Vivarium Novum.


Sarà la volta poi di un collegamento dal Teatro Brancaccio di Roma dove il giornalista de L’Osservatore d’Italia Silvio Rossi è presente in occasione dello spettacolo di beneficenza "Dedicato a te", presentato da Lorella Cuccarini, per raccogliere fondi a favore delle donne vittime di violenza.Saranno con noi Tiziana Di Vito, presidente dell'associazione "L'Apertamente", la Presidente ONPS "Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza":  Claudia Corinna Benedetti, e il grande ballerino e coreografo Franco Miseria, protagonista di Fantastico e di molte altre trasmissioni su Rai e Mediaset.


Non mancherà il momento dedicato allo Sport con Scrivo Napoli in campo condotto dal giornalista Marco Martone


Con questa puntata a Officina Stampa si inaugura una finestra editoriale intitolata "Dalla parte dei cittadini" a cura di Roberto Ragone  dove saranno commentati fatti legati alla vita politica italiana.


A chiudere la puntata come consuetudine la rassegna stampa commentata dalla direttrice Chiara Rai e dal giornalista Emilio Ammaturo.


Ad intramezzare il web talk con delle vere e proprie chicche musicali il pianista cantante Domenico D'Agostino (Mimmo)


                    PER SEGUIRE LA PUNTATA DIRETTAMENTE SU L'OSSERVATORE LAZIALE

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact