Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
L'evento
Il primo cittadino: “Un programma ricco imperniato sulle solenni manifestazioni religiose per la festività di San Nilo"
immagine

 

Redazione

 

GROTTAFERRATA - Prenderà il via sabato 2 settembre prossimo alle ore 17 preso con la conferenza del professor Raimondo Del Nero sulla storia della diocesi suburbicaria tuscolana in programma presso la biblioteca Martellotta, l’edizione 2017 del “Settembre grottaferratese” un mese di manifestazioni, eventi e convegni che vedranno come momento centrale la tregiorni di eventi, dal 23 al 26,dedicata alle celebrazioni in onore di San Nilo, fondatore di Grottaferrata.

La rassegna è organizzata dal Comune di Grottaferrata con il contributo della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio.
“Un programma ricco di occasioni d’incontro, tutte imperniate sulle solenni manifestazioni religiose per la festività di San Nilo, patrono e fondatore della nostra comunità” dichiara il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti presentando l’evento ai cittadini e alla stampa.

“Abbiamo voluto caratterizzare gli eventi su un preciso parametro di riferimento: la cultura come vettore dello sviluppo economico e della crescita complessiva del nostro Comune” ha proseguito il primo cittadino.
“All’elaborazione del programma, coordinato dagli assessorati alla Cultura e allo Sviluppo economico, hanno contribuito generosamente le autorità religiose abbaziali, eminenti personalità del mondo della politica e della cultura, le associazioni culturali federate nel Centro Socio Culturale di Grottaferrata, le associazioni di volontariato, la Pro Loco e l’intero apparato amministrativo comunale”.

“Abbiamo voluto coinvolgere, nel nostro mese di festa, anche alcuni dei comuni gemellati o facenti parte del cosiddetto Percorso Niliano i cui rappresentanti ci onoreranno della loro presenza. Insieme a queste autorità promuoveremo ulteriori momenti di incontro mirati alla promozione della figura di San Nilo e alla valorizzazione dell’abbazia in ambito internazionale. Per quanto è stato possibile – ha detto ancora Andreotti – considerata la ristrettezza dei tempi organizzativi a disposizione e il particolare periodo feriale, abbiamo partecipato le nostre iniziative a tutti i rappresentanti delle forze politiche presenti nel Consiglio comunale, dei quali abbiamo apprezzato alcuni incoraggiamenti insieme ai costruttivi e doverosi rilievi critici. Con maggiore esperienza e tempo cercheremo di fare meglio nel prossimo futuro”.

Un ringraziamento particolare il sindaco Luciano Andreotti ha voluto rivolgerlo alla Presidenza del Consiglio regionale “che ha contribuito finanziariamente e con generosità alla buona programmazione degli eventi”.
“Sono grato all’Amministrazione intera – ha aggiunto il primo cittadino grottaferratese – per essersi prodigata per la migliore pianificazione delle manifestazioni ma in modo particolare mi sia consentito di ringraziare gli assessori competenti, Luciano Vergati e Mirko Di Bernardo per il lavoro svolto con grande sinergia, piena comunione di intenti e spirito collaborativo.

“Per la buona riuscita del programma – ha quindi concluso il sindaco – ora non manca che un clima clemente e la partecipazione convinta e numerosa dell’intera cittadinanza. Facciamo delle festività e delle manifestazioni del Settembre Grottaferratese un momento di serena riflessione sulla nostra convivenza e un’occasione di rafforzata coesione della nostra comunità”. 

Tensioni
Aperta un indagine per tentato omicidio
immagine


Redazione

 

ROMA - Il ferimento di un cittadino eritreo durante una lite scoppiata tra migranti e residenti nel centro di accoglienza nel quartiere Tiburtino Terzo a Roma ha portato la procura di Roma ad aprire un'indagine per tentato omicidio. La protesta di un gruppo di residenti è scattata dopo che un eritreo ospite della struttura avrebbe tirato dei sassi contro un ragazzino in strada. 'Non bisogna scatenare guerre tra poveri', ha ammonito la sindaca Raggi.

"La posizione del Comune è molto chiara. Noi sul tema dell'emergenza abitativa dobbiamo dare priorità a chi sta aspettando una casa da decenni". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi arrivando in Campidoglio dopo la riunione in prefettura sull'emergenza abitativa.

Movimenti a Raggi: "Vergogna, siamo tutti fragili" - "Siamo tutti fragili, non abbiamo niente, i poveri sono tutti fragili. Vergogna". Urlando queste frasi un gruppo di donne appartenenti ai movimenti di lotta per la casa ha accolto la sindaca di Roma Virginia Raggi al suo arrivo in Campidoglio dopo la conclusione dell'incontro in prefettura sull'emergenza abitativa. La sindaca, mentre era in corso la protesta, ha risposto ai giornalisti che le chiedevano notizie sull'esito dell'incontro sull'emergenza abitativa.

La sindaca: "No a guerra tra poveri" - "Direi che è andata bene. La posizione del Comune è molto chiara, dobbiamo dare assolutamente la priorità alle persone che attendono casa da decenni e alle persone fragili, ossia agli anziani, i disabili e le mamme con bambini. Questa soluzione è stata proposta ripetutamente, e continuerà ad essere ancora proposta dal Comune di Roma alle persone che sono attualmente in strada. Purtroppo hanno rifiutato più volte e noi continueremo perché questa è la direzione da prendere". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi in Campidoglio al termine del vertice in Prefettura sull'emergenza casa. "Per quanto riguarda l'emergenza abitativa - ha aggiunto - siamo in contatto con la Regione e continueremo a completare il percorso per una nuova definizione di questa linea, sempre nel percorso della legalità. Tutte le istituzioni sono concordi - ha concluso - nel dire che non bisogna scatenare guerra tra poveri, questa è la posizione ufficiale".

Politica e polemiche
Il deputato PD Minnucci: "Saccani sconfessa la Raggi"
immagine


Redazione

 

BRACCIANO (RM) - “Le parole di Saccani rilasciate questa mattina nel corso della trasmissione televisiva Uno Mattina testimoniano il grave stato di confusione di una società che, non sapendo più che pesci prendere, tenta in tutti i modi di salvare la faccia nei confronti dei cittadini e delle stesse istituzioni. Saccani sostiene che dal 12 agosto Acea ha interrotto qualsiasi tipo di captazione dal lago di Bracciano e che le attuali condizioni del lago sono da addossare al fenomeno dell’evaporazione e ai 20 allacci abusivi individuati ieri in tutto il territorio lacustre. Dando per buono questo, Saccani ci deve spiegare perché allora la sua società ha impegnato l’intero mese di luglio a contrastare quell’ordinanza regionale che imponeva sin da subito l’interruzione dei prelievi. Ci deve spiegare, ancora, per quale motivo Acea si è appellata al Tribunale delle acque e il motivo dell’immensa soddisfazione manifestata dalla Raggi all’indomani dell’ultima sentenza del TSAP. In quell’occasione, e stiamo parlando di 15 giorni fa, l’energica Sindaca grillina sosteneva di aver garantito l’acqua a un milione e mezzo di romani anche nel mese di settembre. Di fronte questo quadro confuso, fateci capire chi ha ragione: la Raggi, ieri, che garantiva per settembre l’acqua ai romani? O Saccani, oggi, che ha annunciato razionamenti nella capitale? Ripeto: tra una dichiarazione e l’altra sono trascorsi appena 15 giorni. Il problema è che sia a Piazzale Ostiense che in Campidoglio regna una confusione senza precedenti che, se non chiarita subito, rischia di produrre grossi problemi sia per i cittadini che per l’ambiente. A questo punto mi sento di lanciare un consiglio sia a Saccani che alla stessa Virginia Raggi: dimettetevi”. Lo ha riferito il deputato PD, Emiliano Minnucci.

Amministrazione e Ambiente
Il sindaco Lorenzon: "Stiamo lavorando ad una rimodulazione del sistema sanzionatorio per gli abbandoni dei rifiuti"
immagine


Redazione


GENZANO DI ROMA (RM) - Proseguono senza sosta i controlli sul territorio per l’individuazione dei responsabili dell’abbandono di rifiuti. Oggi sono state esaminate via della Macina, via Matteotti, via Appia Antica e viale Unione Sovietica. In tre casi sono stati rinvenuti alcuni elementi che permetteranno l'individuazione dei responsabili. I rifiuti, abbandonati giornalmente nei luoghi ispezionati, sono stati rimossi.
"Dispiace rilevare un tale disinteresse da parte dei cittadini – rileva il sindaco Daniele Lorenzon –. Noi continueremo a contrastare il degrado urbano effettuando i dovuti controlli e punendo i trasgressori con le opportune sanzioni. Stiamo lavorando ad una rimodulazione del sistema sanzionatorio per gli abbandoni dei rifiuti. Ma per sconfiggere questa mentalità dobbiamo partire da un'educazione ambientale dei cittadini".

Sport e svago
Grande attesa per l'evento di domenica
immagine

 

Redazione

 

NEMI (RM) - Cresce l’attesa per Domenica 3 settembre presso il lago di Nemi di una delle più importanti tappe del Campionato Italiano di Nuoto di Mezzo fondo organizzato dal Comune di Nemi insieme alla Federazione Nazionale di nuoto patrocinata dal Coni e con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio.

Oltre 300 atleti partecipanti. La giornata vedrà svolgersi una prima gara di mezzo fondo alle ore 10:30 ed una seconda di un Miglio Marino alle ore 14:30. Tra i partecipanti anche molti Atleti Paralimpici coinvolti grazie a Giorgio Carestia Delegato Regionale della Finp insieme al Consigliere Gianluca Cacciamano che hanno scelto ilo scorso anno il lago di Nemi come campo di prova per le Olimpiadi svolte in Brasile.

Il Campionato, da giugno a settembre, interesserà cinque regioni italiane per altrettante tappe in mare o nei laghi: dopo Vietri sul mare in provincia di Salerno arriva la nostra Nemi sull’omonimo lago nel Lazio a pochi passi dalla capitale e poi ad Arona.

Sul posto anche il sindaco Alberto Bertucci con l’amministrazione al completo in veste di volontari al servizio dell'organizzazione. Per la sicurezza dei nuotatori e dei numerosi spettatori attesi, opereranno i Carabinieri della locale stazione, il reparto subacqueo dell'Arma, la Protezione Civile comunale con il supporto dei colleghi del commissariato di Genzano e la Polizia Locale

Il Centro ittico "Catarci" ospiterà la partenza e l'arrivo dei centinaia di atleti di ogni età, bambini, giovani, mezza età e anche qualche nuotatore intorno ai sessanta. Tra gli atleti più importanti annoveriamo al momento Laura Palasciano, Antonello La Veglia, Cristina Tarantino un doppio Record Europeo nei 1500 sfruttando anche il passaggio agli 800 stile e Tre Record alla prima dei Campionati Regionali Master Lazio.

Una bellissima maratona in acqua, lungo il perimetro del lago con un gran Finale in piazza Umberto Primo a Nemi, con la premiazione dei vincitori alla presenza del primo cittadino Bertucci alle ore 17.00.

Con piacere torniamo a riproporre una manifestazione di alto livello sportivo – ha dichiarato Alberto Bertucci - che intende promuovere Nemi non solo per le famose fragoline, le sue bellezze storiche e archeologiche, ma anche per l’importante patrimonio ambientale come il lago ormai di livello internazionale per le sue particolarità e bellezze. Anche – quest’anno – conclude Bertucci - è stata imponente la macchina organizzativa che conta decine di volontari e esperti del settore come il tecnico federale Amedeo Spanò e il fiduciario Coni Pierpaolo Manzetti che ringrazio tutti per il lavoro svolto.

Il caso
Il deputato Pd: "La cosa grave è che tra uno scarica barile e l’altro il nostro bacino sta morendo"
immagine


Redazione

 

BRACCIANO (RM) - “I sequestri operati questa mattina a Bracciano dal NOE sono da accogliere con soddisfazione perché, oltre a garantire il principio della legalità, testimoniano l’alto tasso di attenzione sul tema della crisi idrica. Ora, però, pur condividendo e sostenendo l’attività giudiziaria promossa dalla Procura di Civitavecchia, è fondamentale dare il giusto peso alle cose: far passare questi allacci abusivi come il male assoluto del lago di Bracciano e la causa principale dei paventati disservizi idrici di Roma, è un’assurdità che non possiamo permetterci. Stiamo parlando di piccoli impianti di irrigazione che, tra l’altro, non esercitando un’attività continuativa rappresentano delle vere e proprie quisquilie rispetto al volume dei prelievi fatti da Acea Ato 2. In quest’ottica, dunque, sarebbe opportuno non mettere sullo stesso piano l’azione captativa dei 20 cittadini di Bracciano, che saranno comunque chiamati a rispondere davanti alla Giustizia, con quella perpetrata da Piazzale Ostiense. In estrema sintesi, non possiamo permetterci di vedere la pagliuzza e non vedere la trave. Se il lago di Bracciano si trova in queste condizioni e se Roma rischia di vedersi razionalizzare l’acqua, il responsabile è uno ed uno solo: Acea Ato 2. La cosa grave è che tra uno scarica barile e l’altro il nostro bacino sta morendo e con lui le realtà imprenditoriali operanti nel settore turistico: anche per questo il 9 settembre scenderemo in piazza per una grande manifestazione a tutela del lago di Bracciano che non possiamo veder morire sotto i nostri occhi senza muovere ciglia”. Lo ha riferito il deputato PD, Emiliano Minnucci, commentando i sequestri effettuati questa mattina a Bracciano dagli agenti del NOE.

La perquisizione
L'ipotesi di posti letto a pagamento riservati a migranti nello stabile di via Curtatone ha determinato l'apertura di un fascicolo
immagine

 


ROMA - Perquisizione della Digos nel palazzo di via Curtatone a Roma, occupato per quattro anni da migranti e sgomberato dieci giorni fa. Gli investigatori sono in cerca di documentazione utile all'inchiesta su un presunto racket sugli affitti all'interno dell'edificio. Sul posto anche la polizia scientifica per documentare lo stato dei luoghi in cui vivevano gli occupanti.

L'ipotesi di posti letto a pagamento riservati a migranti nello stabile di via Curtatone ha determinato l'apertura di un fascicolo, per il momento contro ignoti, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Gli accertamenti hanno preso spunto dal ritrovamento, da parte della Digos, di alcune ricevute di pagamento che hanno fatto sospettare l'esistenza di persone, non si esclude legate ai movimenti per la casa, che potrebbero aver speculato sull'occupazione.

Gli accertamenti sono curati dal procuratore aggiunto Francesco Caporale. Lo sgombero dell' immobile adiacente la stazione Termini è avvenuto nell'ambito di un'inchiesta, per occupazione abusiva, del pm Eugenio Albamonte.

A piazzale Clodio sono numerosi i procedimenti aperti, in materia di occupazione. Un fenomeno che ha portato, nei mesi scorsi, anche all'avvio di un procedimento contro ignoti per associazione a delinquere, da parte del pm Tiziana Cugini. Nel mirino soggetti che promuovono e gestiscono tali iniziative.

Carenza idrica
Acea Ato 2 ha predisposto un servizio di stazionamento di 3 autobotti
immagine

 

Redazione

 

NEMI (RM) - Non bastava la voragine di ieri. Acea Ato 2 comunica che a seguito di un guasto elettromeccanico occorso all’impianto “Pozzo 10” di Nemi per la giornata di oggi (29.08.2017), potrebbero verificarsi abbassamenti di pressione e mancanza d’acqua nella parte alta del centro storico del Comune di Albano Laziale. I tecnici di Acea Ato 2 stanno intervenendo e il rientro alle normali condizioni di fornitura è previsto durante la giornata di oggi 29 agosto. Acea Ato 2 ha predisposto un servizio di stazionamento di 3 autobotti in: Via della Selvotta angolo Via San Francesco d’Assisi; Piazza Pia; Via Virgilio angolo Via M. D’Azeglio.

Si rompe condotta
Il sindaco Marini: "Nessun danno a persone e strutture murarie"
immagine


Redazione

 

ALBANO LAZIALE (RM) - Ad Albano Laziale quattro famiglie, 10 persone in tutto, sono state evacuate la scorsa notte dai vigili del fuoco a causa di un dissesto statico degli edifici in cui abitavano. È avvenuto in via Leonardo Murialdo tra i civici 12 e 14, dove si era formata una voragine causata dalla rottura di una condotta idrica. Dopo i controlli i pompieri hanno difatti accertato il dissesto e hanno così deciso di evacure le palazzine.

Il Sindaco Nicola Marini ha riferito in merito all’accaduto di Via Leonardo Murialdo: «Nella tarda serata di ieri, una grossa rottura della rete idrica ha causato una voragine in Via Leonardo Murialdo all’altezza del civico 12. Sul posto sono prontamente intervenuti i Vigili del Fuoco e successivamente la Polizia di Stato. Subito dopo sono giunto sul posto insieme alla Polizia Locale e alla Protezione Civile. A titolo cautelativo sono stati evacuati gli abitanti degli immobili dell’edificio prospiciente la voragine, per i quali si è provveduto ad individuare un alloggio alternativo. I Vigili del Fuoco hanno precisato con apposito fonogramma come non sia stato riscontrato “nessun danno a persone” e di come “ad un primo esame visivo non si sia riscontrato nessun danno a carico delle strutture murarie”. Durante la mattinata l’Ufficio Tecnico Comunale ha fatto un sopralluogo presso l’edificio e nei prossimi giorni si procederà ad ulteriori verifiche. In questo momento la squadra di Acea Ato 2 è a lavoro per definire, tramite video ispezione, la gravità dei danni e procedere poi alla successiva riparazione».

Cronaca
Testimoni riferiscono di un’altra moto che avrebbe provocato l’incidente senza poi fermarsi a prestare soccorso
immagine

 

Redazione

 

ROMA - Un uomo di 49 anni e' rimasto ferito ed è stato ricoverato in codice rosso al San Filippo in seguito a un incidente questa mattina alle 7 sulla via Anguillarese. Il motociclista, in sella a una Honda Hornet, per cause in fase di accertamento da parte dei vigili urbani del XV Gruppo Cassia, è finito fuori strada all’altezza di via Antonio Furlan. Testimoni riferiscono di un’altra moto che avrebbe provocato l’incidente senza poi fermarsi a prestare soccorso, ma la dinamica ancora è tutta da verificare.

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact