Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Ambiente & Territorio
Intanto prosegue la raccolte di firme da parte del 'Comitato No Pic' che ha raggiunto quota 280
immagine

 

di Ivan Galea


NEMI (RM) - "Sterile polemica pseudo ambientalista alimentata dall’esterno" è con queste parole che il sindaco di Nemi Alberto Bertucci ha definito coloro che sono contrari alla lottizzazione I Corsi. Parole, quelle del sindaco, pronunciate durante l'ultima seduta di Consiglio comunale in occasione della quale è stata delibarata la ratifica degli elaborati, aggiornati con alcune modifiche in ottemperanza a quanto richiesto dalla Regione Lazio.


A rispondere al primo cittadino ci ha pensato il Consigliere di opposizione di 'Partecipazione Democratica' Stefania Osmari che non ha digerito l'esternazione di Bertucci: "Considero offensivo e irrispettoso - ha detto - la qualifica di pseudo ambientalista dato alle legittime perplessità di molti cittadini a tutela del bene pubblico, quando poi si vedono al riguardo ampliamenti di cubature, riduzioni del numero degli abitanti nel piano interessato, in un area poi anche delicata rispetto alla sicurezza idrogeologica". Osmari ha inoltre espresso alcune perplessità riguardo l'effettiva finalità del piano: "Inoltre - ha aggiunto -- la finalità residenziale è accompagnata anche dalla previsione di strutture ricettive, sportive, ispirate piu’ a finalità di profitto, anche se lecitamente."

Intanto prosegue la raccolte di firme da parte del 'Comitato No Pic' che ha raggiunto quota 280 [ PETIZIONE COMITATO NO PIC NEMI ] e che sarà presentata al sindaco Bertucci quale ultimo appello per tentare di fermare quella che da molti viene definita come una vera e propria cementificazione. Un atto più di dissenso morale che d'altro. A questo punto i giochi sembrano davvero chiusi anche se il fatto che su alcuni terreni interessati dal Piano Integrato gravino degli abusi edilizi per i quali lo stesso Comune di Nemi ha emesso una ordinanza di demolizione, dandone comunicazione alla Procura della Repubblica di Velletri, potrebbe inficiarne l'esito finale.    
 

Bilancio previsione 2017-2019
Previsti anche incentivi a favore dei bebè
immagine

 

GENZANO (RM) - Nel bilancio di previsione 2017-2019 un capitolo importante è dedicato agli incentivi fiscali per le famiglie e i soggetti a rischio di esclusione sociale. Nel dettaglio, per il 2017 sono stati stanziati 100mila euro come contributo per indigenti e famiglie in difficoltà economica. Previsti inoltre nuovi contributi sociali per un ammontare complessivo di 30mila euro così stabiliti: 20mila euro di contributi straordinari e 10mila euro per il bonus bebè. Tale incentivo, pensato per stimolare la natalità, erogato dall’amministrazione comunale in sostituzione del contributo regionale, verrà proposto anche per i prossimi anni.

“La manovra che abbiamo approvato ci consente di garantire il mantenimento dei servizi e di potenziare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, con una attenzione alle fasce più deboli – ha dichiarato il sindaco Daniele Lorenzon –. I contributi stanziati rispondono alla domanda effettiva dell’utenza”.
Quanto al capitolo cultura, per il 2017 sono stati stanziati oltre 475mila euro, segnale dell’importanza che il settore riveste per questa amministrazione, come fattore di crescita socio-economica

Amministrative 2017
Le motivazioni della scelta nella nota del comitato direttivo del Pd di Nemi
immagine

 

NEMI (RM) - In una nota il Pd di Nemi esprime il suo sostegno al candidato Carlo Cortuso. "Il comitato direttivo del Pd di Nemi - si legge all'unanimità ha votato il sostegno al candidato Carlo Cortuso e al gruppo di Ricomincio da Nemi per le prossime elezioni amministrative. Riteniamo che visto il vuoto di programmi seri a concreti, vista la totale mancanza di programmazione e visione ad ampio spettro del sindaco uscente e della sua giunta, vista la voglia di cambiamento che manifestano tanti e tanti cittadini, Carlo Cortuso e il suo gruppo di lavoro, il loro originale, pragmatico e serio programma, rappresentano l'unica possibilità di rinascita per Nemi. Siamo certi che Carlo Cortuso sia per il centro sinistra di Nemi, una figura di grande spessore e serietà in grado di garantire le diverse anime che compongono il vario panorama dell'elettorato di centro sinistra di Nemi, una persona di indiscussa integrità morale e di alta professionalità . Con grande soddisfazione per come si sono svolte le trattative anche con altre forze progressiste presenti a Nemi - conclude la nota del comitato direttivo del Pd di Nemi -  siamo pronti per una campagna elettorale con l'obiettivo deciso di arrivare ad amministrare il paese.

 

Amministrative 2017
Fabrizio Santori conosce personalmente il candidato sindaco di Insieme per Nemi: "Apprezzo il suo desiderio di mettersi a servizio della comunità"
immagine


NEMI (RM)
- E’ una bella notizia per Nemi e i suoi abitanti la candidatura a sindaco della cittadina castellana di StefanoTersigni nella lista civica ‘Insieme per Nemi’. Il suo spirito intraprendente e la sua competenza a disposizione di una squadra giovane e combattiva saprà sicuramente attirare il favore di tutti coloro desiderano imprimere un totale cambio di marcia nell’amministrazione di Nemi, rilanciando così il futuro di questa perla dei Castelli romani. Conosco personalmente Stefano Tersigni da tempo, ho avuto modo di apprezzare il suo desiderio di mettersi a disposizione di una comunità, la sua lealtà alla causa, la sua preparazione. Sono sicuro che saprà rinnovare Nemi insieme al gruppo di persone di esperienza a sostegno della sua candidatura a primo cittadino, in particolare gli ex Sindaci di Nemi Cinzia Cocchi e Alessandro Biaggi, segnando un nuovo inizio per l’intero territorio dei Castelli romani e in particolare per Nemi, un prezioso gioiello che tutto il mondo ci invidia. E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia

Politica
Monachesi: “Abbiamo sempre tenuto alta l'attenzione su questi temi"
immagine

 

Red. Politica


CASTEL GANDOLFO (RM) - “A Castel Gandolfo 'Il Castelletto' in via dei Pescatori sequestrato alla criminalità sarà destinato ad una associazione che si occupa di accogliere le donne vittime di violenza”, con quest’annuncio il ricandidato sindaco di Castel Gandolfo Milvia Monachesi, sostenuta per la sua corsa al secondo mandato da un ampia coalizione pone l’accento sul sociale che definisce “la spina dorsale di una buona amminstrazione: “Abbiamo sempre tenuto alta l'attenzione su questi temi, nonostante le difficoltà economiche,– ha detto Milvia Monachesi - in quanto il sostegno alle fasce più deboli della popolazione non solo deve essere mantenuto, ma potenziato, in particolare nell’assistenza ai disabili, anche con servizio civico, assistenza scolastica, pagamento di rette per l’inserimento in istituti, sostegno ai minori e ai loro nuclei familiari in condizione di disagio”. “Oggi quello di cui ha bisogno una famiglia che deve sostenere un minore con disabilità – prosegue Monachesi - è essere alleggerita di spese che gravano pesantemente sull’equilibrio economico familiare. Per questo il nostro impegno è che venga mantenuto e garantito l’esonero dalla retta dello scuolabus e altri servizi che danno sollievo a chi già deve affrontare delle difficoltà. Queste famiglie devono sentire la vicinanza concreta delle istituzioni”


Milvia Monachesi ha le idee ben chiare sul percorso da proseguire: “La nostra forza è la rete di solidarietà che si è creata tra le associazioni del territorio: il volontariato è in rete a Castel Gandolfo, abbiamo parrocchie che collaborano, medici di base preparati e organizzati, la Caritas, I Focolarini, i Centri Anziani che funzionano, un Gruppo di Protezione Civile molto attivo e preparato. Ma faremo ancora tanto per raggiungere e aiutare di più e meglio chi ne ha bisogno e costruire forme di welfare in cui impresa, lavoro e assistenza, siano finalizzati alla sperimentazione di progetti e servizi includenti i soggetti deboli o emarginati”.

Cronaca
I ragazzi avevano installato un sistema di videosorveglianza grazie al quale i “coltivatori diretti” potevano seguire a distanza le fasi di crescita della cannabis
immagine

 

Red. Cronaca

MONTE COMPATRI (RM)
– Due fratelli di Monte Compatri di 20 e 23 anni e un loro “socio” di Rocca Priora di 22 anni sono sati arrestati dai Carabinieri della Stazione di Rocca Priora con l’accusa di detenzione e produzione di sostanze stupefacenti. I ragazzi avevano dato vita, nella casa dei fratelli, ad una fiorente attività di coltivazione di marijuana grazie ad una serra “speciale” in grado di provvedere autonomamente alle esigenze delle piante.


I giovani, evidentemente appassionati di domotica, avevano non solo allestito la “solita” tenda da campeggio schermata internamente a mo’ di serra, ma l’avevano dotata di impianto di irrigazione, ventilazione e illuminazione completamente indipendenti e, addirittura, di un sistema di videosorveglianza grazie ala quale i “coltivatori diretti” potevano seguire a distanza le fasi di crescita della cannabis.


L’attrezzatura è stata interamente smantellata e sequestrata insieme a 40 grammi di marijuana già pronta per essere venduta e contenuta in un barattolo, 6 piante in accrescimento alte 1,5 mt. e una decina di dosi di hashish. I giovani sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.
 

Eventi
In fondo all'articolo la finestra pronta per la diretta delle ore 18 di Giovedì 20 Aprile 2017
immagine

 

Red. Cronaca


GROTTAFERRATA (RM) - Arriva il confronto su Parco Sforza Cesarini tra Daniele Lorenzon attuale sindaco di Genzano e Flavio Gabbarini consigliere della Città Metropolitana di Roma Capitale ed ex primo cittadino di Genzano. Parco Sforza Cesarini a Genzano è un patrimonio culturale di inestimabile valore: dal centro storico conduce fino alle sponde del Lago di Nemi. Il profilo naturalistico di questo Parco è di pregio, tant’è che al suo interno è possibile visitare un paesaggio ricco di piante, grotte di probabile frequentazione altomedioevale, piccoli laghetti, ruderi e scorci panoramici di pregio. Il sistema dei percorsi è costeggiato da piante autoctone ed esotiche che nell'800 erano considerate vere e proprie rarità botaniche.

L'appuntamento alle ore 18 in apertura della puntata del web talk Officina Stampa condotto dalla giornalista Chiara Rai e trasmesso dal Black Jack di Grottaferrata. La diretta, visualizzata da migliaia di utenti, sarà trasmessa giovedì 20 Aprile a partire dalle 18 sui seguenti canali: YouTube OFFICINA STAMPA / www.officinastampa.tv / Facebook OFFICINA STAMPA

E' inoltre possibile seguire la puntata direttamente su questa pagina: in fondo all'articolo la finestra pronta per la diretta delle ore 18 di Giovedì 20 Aprile 2017
 

Un intervento “spumeggiante” con The Mask, il personaggio fatto tornare alla ribalta da Salvo La Monica di Siracusa. La Monica, cantante, autore, caratterista e video maker, sarà in diretta da Siracusa per uno dei suoi attesissimi interventi

 

Sarà poi la volta del momento sportivo con Scrivonapoli in campo: in collegamento da Napoli il giornalista Marco Martone

 

Non mancherà l’angolo di Simone Carabella, da sempre impegnato nel sociale che ogni giovedì propone un tema che tocca direttamente i problemi quotidiani degli italiani
 

In chiusura si affronterà il tema delle eccellenze italiane: ospite l’avvocato Susanna Donatella Campione. Campione parlerà della sua rubrica “Sovrana Bellezza” volta appunto a riscoprire la bellezza di un'Italia ricca di trazione, usanze, costumi e buoni esempi di grandi imprenditori e artigiani.

L'evento
Interverranno il Sindaco di Albano Laziale Nicola Marini e altri rappresentanti di associazioni
immagine

 

ALBANO LAZIALE (RM) - Venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 aprile si terrà l’iniziativa “Albano Laziale per Amatrice” presso l’ex Chiesa Madonna delle Grazie in via Anfiteatro Romano. Al centro dell’iniziativa, a cura dell’Associazione “San Francesco insieme per la pace” con il patrocinio del Comune di Albano Laziale, la mostra fotografica “Amatrice 115” realizzata da Mario Pepe, Paola Cecchetti e Sonia Quadrana. La manifestazione sarà inaugurata venerdì 21 aprile alle ore 17.30. Interverranno il Sindaco di Albano Laziale Nicola Marini, la Presidente dell’Associazione “San Francesco insieme per la pace” Maura Iacobelli, il Comandante Regionale dei Vigili del Fuoco Ing. Michele Di Grezia e Antonella De Biase dell’Associazione “San Francesco insieme per la pace”. Parteciperanno all’evento anche i Vigili del Fuoco intervenuti sui territori colpiti dal sisma. Durante la manifestazione la flautista Chiara Piroli intratterrà il pubblico con un intermezzo musicale. Inoltre sarà proiettato un filmato fotografico realizzato da Mario Pepe. La Presidente dell’Associazione “San Francesco insieme per la pace”, Maura Iacobelli, ha commentato: «La tragedia del terremoto del 24 agosto 2016 ci ha toccati da vicino. Vogliamo dare un contributo umano e di solidarietà ad Amatrice e gli altri paesi colpiti. Abbiamo organizzato questa mostra fotografica perché siamo convinti che questo piccolo gesto possa contribuire, almeno in parte, a non far dimenticare i nostri fratelli, colpiti dalla tragedia del sisma».

Eventi
La dimensione letteraria dei Castelli Romani al centro dell’edizione 2017 di “Castelli di Scrittori”
immagine



Red. Cultura


ALBANO LAZIALE (RM)
- Una scoperta di angoli nascosti di storia locale, ma anche l’espressione di una ricerca documentaristica e bibliografica del territorio. Questo è “Castelli di Scrittori” 2017, che giunge alla sua 5ª edizione. La nota manifestazione di poesia e narrativa organizzata da Rosanna Massi, direttrice della Biblioteca comunale di Frascati, con il coinvolgimento di molte biblioteche dei Castelli Romani, è iniziata il 7 marzo scorso e si concluderà il 24 giugno 2017, data che sarà anticipata da un convegno a cui interverranno bibliotecari, professori universitari e studiosi di storia locale.


Tra le tante “dimensioni” del nostro territorio - paesaggistica, vitivinicola, storica, archeologica, scientifica, religiosa - la scelta è stata quella di fare un focus sulla sua dimensione letteraria, proponendo alcune performances di scrittori contemporanei dei Castelli Romani ma anche presentando grandi autori del passato che hanno soggiornato nei nostri luoghi, senza trascurare anche l’aspetto del mito antico. Il “paesaggio letterario” dei Castelli Romani viene così configurandosi pian piano ricco e diversificato, e grazie alle ricerche dei bibliotecari - chi meglio di loro? - prende forma, partendo da Omero e passando per Alfieri, Belli, Stendhal, Goethe, Gogol', Voss, Frazer, D’Annunzio, Trilussa, Pascarella, Campanile.
 
L’11 aprile scorso Albano Laziale ha ospitato - in una sala gremita, in cui si sono contate circa 100 presenze - l’incontro su D’Annunzio e Trilussa, moderato dalla bibliotecaria SBCR Annarita Garbini, e a cui sono intervenuti i professori Rino Caputo e Paola Benigni dell’Università Tor Vergata di Roma, e Secondina Marafini del Liceo classico Ugo Foscolo di Albano Laziale.


In che misura e per quali motivi questi due grandi autori sono stati ispirati dai Castelli Romani, e da Albano in particolare? D’Annunzio soggiornò ad Albano nel 1889 dal 2 al 6 aprile, con Barbara Leoni. In compagnia della sua musa e dell'incantevole scenario del Lago - sulle pendici del quale sognò la realizzazione di un teatro -  trovò l'ispirazione per scrivere il romanzo Il trionfo della Morte ed Elegie Romane. Esattamente otto anni dopo, lo scrittore tornò ad Albano con Eleonora Duse, nello stesso mese e nel medesimo Albergo D'Europa. Ne parlano diffusamente Carlo Martini, Vincenzo Misserville, Maria Cristina Vincenti, Aldo Marcovecchio, Tom Antongini in vari numeri della rivista di storia locale «Castelli Romani : vicende-uomini-folclore». Sulla stessa rivista, Mario Dell’Arco parla del soggiorno di Trilussa ad Albano nel 1899, il 26 Ottobre, in occasione del suo ventottesimo compleanno: quella notte dormì all'Hotel d'Europa. Il padre di Trilussa era un cameriere di Albano Laziale, anche se lui se ne vergognava un po’. Secondo Mario Valle, lo scrittore non dimenticò mai la sua Albano, alla quale tornava di tanto in tanto.
 
Il taglio “storico” della rassegna Castelli di Scrittori 2017 si deve alla sua inclusione nella manifestazione “I Castelli Romani. Viaggio nel tempo” che vede impegnate le biblioteche dei Castelli Romani nell’ambito del progetto “Biblioteche in coworking” finanziato dalla Regione Lazio e finalizzato alla promozione e valorizzazione dei sistemi bibliotecari e museali.  
 
«Iniziative e attività legate alla “logica del tempo” per identificare, indagare, conoscere e rivivere la storia del territorio castellano nelle diverse epoche storiche - spiega Giovanni Biallo, coordinatore del progetto -: ore 100 eventi, organizzati dal Consorzio Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani in collaborazione con le biblioteche, i Comuni e le associazioni, per rivivere la storia, i miti e la cultura del territorio; eventi aperti a tutti: grandi e piccini, castellani e turisti».
 

Politica
I già pentastellati Nobilio e Rizzetto a sostegno della candidatura a primo cittadino dell'esponente della coalizione di centro destra
immagine

 

Red. Politica


NEMI (RM) - Walter Rizzetto e Federica Nobilio scendono in campo a sostegno della candidatura di Stefano Tersigni a sindaco di Nemi. I due ex grillini, ora a fianco della Meloni con il "Comitato Terra Nostra" hanno infatti diramato una nota congiunta in cui esprimono piena soddisfazione per la scelta di candidare Tersigni a sindaco di Nemi. Scelta che secondo i due esponenti incarna "l'idea di destra innovatrice".

Rizzetto, eletto deputato nelle fila del M5s alle politiche del 2013 e vicepresidente della XI Commissione permanente sul lavoro pubblico e privato è poi passato dallo scorso marzo 2016 nelle fila di Fratelli d'Italia così come Federica Nobilio eletta alle trascorse amministrative consigliere comunale ad Albano Laziale con il Movimento Cinque Stelle e poi fuoriuscita per aderire al comitato Terra Nostra che tra i fondatori vede proprio Walter Rizzetto insieme ai parlamentari Alberto Giorgetti (FI), l’ex sottosegretario Giuseppe Cossiga e l’avvocato Leopoldo Facciotti. Un Comitato che per bocca della stessa Giorgia Meloni potrà contribuire a raccogliere ed aggregare tutte quelle energie che Fratelli d'Italia non è riuscita ad unire finora.


"È con entusiasmo che apprendiamo la notizia della candidatura a Sindaco per la città di Nemi di Stefano Tersigni". Hanno dichiarato Walter Rizzetto e Federica Nobilio rispettivamente Presidente e Coordinatrice per il Lazio del Comitato Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni. "Con Stefano abbiamo già collaborato in passato - ha detto Rizzetto - in particolare in alcune campagne animaliste in difesa del lupo e condividiamo la sensibilità nei confronti dei temi ambientali. Sono certo che un profilo come il suo - aggiunge il Presidente del Comitato Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni - incarni proprio quell'idea di destra innovatrice e attenta ai bisogni reali delle persone che come Terra Nostra vogliamo rappresentare". Parole di elogio per la scelta del candidato a sindaco di Nemi anche da parte della Coordinatrice del Lazio del Comitato Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni: "Nemi è piccolo gioiello dei Castelli Romani che merita di essere governato con competenza e passione. Qualità di cui Stefano non manca. Un'altra bella candidatura dunque che si profila sul nostro territorio." "A Stefano Tersigni dunque - concludono Rizzetto e Nobilio - il nostro sostegno e l'augurio di buon lavoro per questa nuova avventura che lo attende.".

Il Caso
Simone Carabella: "La politica deve occuparsi di ogni bambino in questa situazione"
immagine

 

Red. Politica


ROCCA DI PAPA (RM) - Nessun trasporto per lei per andare in visita didattica al teatro che ha potuto invece raggiungere solo grazie alla mamma che avvertita da una maestra si è precipitata a scuola a prendere la figlia permettendogli di raggiungere i compagni di classe che erano già partiti per la destinazione didattica. Questo quanto accaduto a Rocca di Papa ad Alice una bambina di 8 anni affetta da SMA la malattia neurodegenerativa che la rende disabile al 100% e la costringe in carrozzina.

Alice non ha diritto alla mensa scolastica gratuita così come non ha diritto a poter praticare gratuitamente l'unico sport che gli regala momenti di indipendenza e libertà in quanto l'Isee dei suoi genitori non presenta quei requisiti minimi richiesti per poter usufruire del beneficio comunale. E così i genitori tra mille difficoltà economiche e ristrettezze si ritrovano a pagare la mensa di scuola e 30 euro a seduta per regalare alla piccola Alice un'ora di piscina a settimana.


"La politica deve occuparsi di ogni bambino in questa situazione"  ha tuonato Simone Carabella , esponente regionale di 'Noi con Salvini' durante la puntata dello scorso 13 Aprile di Officina Stampa il web talk giornalistico condotto da Chiara Rai dove nello spazio gestito da Carabella sono state ospitate la piccola Alice con la sua mamma. "Io più volte sono andata al Comune del mio paese - Rocca di Papa Ndr. - per chiedere la mensa e per chiedere la piscina". Ha raccontato la mamma di Alice. "Più volte mi è stato chiesto di presentare l'Isee - ha proseguito nel racconto la donna - ma ho la casa di proprietà e fa cumulo sul reddito e quindi non mi viene dato niente".

Si parla di un reddito di 6.800 euro l'anno che seppur minimo di fatto rende impossibile l'accesso ai servizi gratuiti per Alice e per chi come lei si trova nelle stesse condizioni. E per questi motivi che Simone Carabella ha annunciato in diretta che il prossimo 11 Maggio partirà da Rocca di Papa insieme ad Alice e insieme correranno fino al Senato. Una corsa di oltre 40 chilometri per  "sensibilizzare la politica a fare il suo lavoro" ha ribadito Carabella.      
 

LA STORIA DELLA PICCOLA ALICE DAL MINUTO 3'40''

Politica
A introdurre la discussione è stata Ileana Piazzoni, deputata PD e segretaria della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento del 30 aprile
immagine

 

GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

 

Red. Politica


GENZANO (RM) - Si intensificano in tutta Italia le iniziative a sostegno delle mozioni dei tre candidati alla segreteria del Partito Democratico in vista delle primarie del 30 aprile. Molto alta la partecipazione e discussione improntata sui contenuti, con un ritrovato coinvolgimento degli iscritti, a partire dai più giovani. Questo il clima che si registra ai Castelli Romani e, in particolare, a Genzano dove mercoledì scorso, presso la sede di via Garibaldi 1, si è tenuto un incontro con Matteo Richetti, portavoce nazionale della mozione Renzi-Martina, organizzato dall’omonimo Comitato cittadino.

 

Sala da tutto esaurito, con numerosi partecipanti giunti dai paesi vicini per ascoltare le proposte programmatiche per la ricandidatura alla segreteria nazionale dell’ex presidente del consiglio Matteo Renzi e interloquire con un esponente di spicco a livello nazionale, tra le persone più vicine al segretario uscente.

 

A introdurre la discussione è stata Ileana Piazzoni, deputata PD e segretaria della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera, che lasciando la platea a Matteo Richetti e ringraziandolo della sua disponibilità ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento del 30 aprile non solo per il futuro del Partito Democratico: “rinsaldare il partito democratico sotto la guida di Matteo Renzi rappresenta l’unica alternativa credibile per contrastare l’avvento di forze fortemente antidemocratiche e per immaginare un Paese che sia in grado di accettare le sfide del futuro e contemporaneamente occuparsi della protezione di tutti coloro che si trovano in condizioni di difficoltà”. La parola è dunque passata al portavoce di Renzi, che ha tracciato un breve ma esaustivo quadro dell’azione del passato governo e di quello attuale, rivendicando quanto fatto sinora: dalle grandi conquiste in materia di diritti civili, all’introduzione di nuove forme di sostegno alle fasce più deboli della società a partire dalla misura nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale di prossima attuazione, alle importanti leggi sul dopo di noi e per il sostegno delle persone con autismo. Non è mancato un riferimento approfondito sugli interventi strutturali di questa legislatura, con analisi puntuale delle importanti riforme sia in materia fiscale, come la reintroduzione del falso in bilancio, la lotta all’evasione e l’autoriciclaggio, sia per il mercato del lavoro, come la decontribuzione per le nuove assunzioni e il jobs act. Richetti, entrando poi nel merito della mozione, ha sottolineato come sia fondamentale, da un lato, proseguire sulla strada delle riforme, ma attuando dei correttivi laddove necessario,a partire da un metodo maggiormente inclusivo, che sappia intercettare esigenze delle diverse realtà e, dall’altro ricreare un rapporto fiduciario tra la politica, i partiti e la società, affermando con passione, in chiusura d’intervento, come: “far emergere gli interessi e i bisogni collettivi prima di quelli individuali che riguardano singolarmente ognuno di noi sia la sfida più grande che abbiamo di fronte”.


Il confronto durato sino alle 21, ha visto un grande numero di interventi dalla platea, cui Richetti non si è sottratto, affrontando con grande pacatezza e coinvolgimento anche le richieste volte a ribadire la necessità di migliorare il funzionamento del partito e l’azione di Governo e si è concluso in maniera costruttiva, rafforzando la convinzione nei presenti della necessità di sostenere il 30 aprile la candidatura di Matteo Renzi.


Della sala affollata, che contava, tra gli altri, anche gli attuali sindaci di Albano (Nicola Marini) e Velletri (Fausto Servadio), e l’ex sindaco di Ariccia (Emilio Cianfanelli) e della grande partecipazione si è detto molto soddisfatto l’ex sindaco di Genzano Flavio Gabbarini, che ha fatto gli onori di casa: “iniziative come quelle di questa sera contribuiscono a riavvicinare il Partito alla nostra comunità sul territorio, dando spazio a una discussione e a un dialogo vero nel merito delle questioni”.    


Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento anche nelle parole di Marco Costantini, coordinatore della mozione Renzi-Martina per Genzano. “Richetti si è detto da subito disponibile ed ha accettato con entusiasmo il nostro invito. Il successo dell’iniziativa e la presenza di tanti ragazzi e cittadini di altre città testimoniano il grande lavoro che come gruppo stiamo facendo sul territorio per riavvicinare i cittadini alla politica e il partito ai cittadini”.


Aggiornamenti e informazioni circa le attività del gruppo Genzano per Renzi su: https://www.facebook.com/GenzanoperRenzi/#
 

Politica
La candidata della lista civica "Insieme con Milvia Sindaco" fa il punto sul lago in un video
immagine

 

Red. Politica

CASTEL GANDOLFO (RM)
- “L’ambiente è sempre stata una priorità per noi – dichiara il candidato sindaco Milvia Monachesi che si presenta con la lista civica “Con Milvia sindaco Insieme” – molto abbiamo fatto ma il nostro percorso è in continua evoluzione, abbiamo dei progetti da portare avanti per quanto riguarda il nostro bellissimo lago”.

A tal proposito, Monachesi annuncia di voler intensificare ancora di più gli interventi di pulizia, ma la situazione si risolverà soltanto con la partecipazione di tutti, commercianti, balneari e cittadini, e con l’affermazione di una vera cultura ambientale che purtroppo ancora manca: “Oggi vedo pulizie elettorali – dice Milvia Monachesi – e mi chiedo dov’erano queste persone tutte le volte che abbiamo organizzato le giornate di pulizia? Non si sono mai viste fin’ora ed è facile presentarsi alla soglia delle amministrative con il fazzoletto in testa e i guanti per la pulizia. Ogni anno – ha aggiunto Monachesi - abbiamo organizzato giornate di raccolta, non soltanto per pulire le aree verdi da plastica, vetro e oggetti vari, ma soprattutto per costruire etica e senso di appartenenza. Lo scorso anno con il Parco abbiamo recuperato un sentiero ed un’area molto bella, che fa parte della Rete Natura 2000, una rete ecologica tutelata dell'Unione Europeaper garantire il mantenimento della biodiversità. Due anni fa con i commercianti ed il parco abbiamo recuperato decine e decine di carcasse di pedalò e barche. Con i carabinieri ed i vigili abbiamo ispezionato i posti più nascosti e sgomberato baracche ed abusi vari. Abbiamo fatto il possibile, ma molto occorre ancora fare affinché il lago sia ancora più bello e pulito”.

Anche per la pesca ci sono dei progetti: “Abbiamo lavorato fin da subito per verificare lo stato di salute dei nostri pesci e poter revocare l’ordinanza che vieta la pesca per l’uso alimentare. L’obiettivo – ha detto Monachesi -  è quello di recuperare una tradizione sociale ed enogastronimica che fa parte della nostra storia creando occupazione ed entrate per la comunità”.

Monachesi, già sindaco di Castel Gandolfo che si candida per il secondo mandato, ha ricordato come la grossa affluenza al lago, soprattutto nei giorni festivi e prefestivi, lascia  purtroppo quintali di rifiuti che la Soc. Tekneko provvede a raccogliere nei luoghi più impensati. Quindi la lotta contro l’inciviltà è una lotta impari, e per questo è stata avviata una stretta collaborazione soprattutto con il Parco e con i carabinieri per fronteggiare questa problematica. “Abbiamo promosso fin da subito – ha aggiunto Milvia - e stiamo continuando con le scuole, con le associazioni e con i cittadini, la promozione di una cultura ambientale volta alla tutela dell’ambiente”.

Ma le novità non sono finite e sono in arrivo buone notizie per l’area costruita in occasione delle Olimpiadi del 1960: “Oggi finalmente sembra in dirittura d’arrivo l’accordo sul recupero, finalizzata ad una gestione polifunzionale a favore della collettività, oltre che alla preparazione atletica. Da area degradata  lo spazio dovrebbe diventare  un luogo destinato ad attività sociali, sportive e ludiche per il territorio”.

E per il lungolago Monachesi ha trovato chi è pronto ad adottare le aiuole: “Abbiamo approvato un regolamento per l’adozione degli spazi verdi – ha detto la candidata sindaco - e sottoscritto una convenzione con la Banca di Credito Cooperativo per la loro cura”.

Per gli arenili tanto è stato fatto e l'attuale prima cittadina che si presenta di uovo di fronte agli elettori di Castel Gandolfo è lieta che la nuova stagione apra con più ordine e pulizia di prima grazie alla regolarizzazione della gestione degli stabilimenti balneari: “Quando ci siamo insediati, nel 2012, le spiagge erano abbandonate da anni, e piene di  rifiuti, con grave danno per le attività commerciali e un considerevole aumento dei problemi per le poche forze dell’ordine. La prima azione è stata quella di sollecitare la Regione e tutti gli altri enti coinvolti a costituire un tavolo comune per la salvaguardia e la tutela de lago. Questa grave situazione non poteva procrastinarsi ancora a lungo: nel 2013 abbiamo approvato il Piano di utilizzo dell’Arenile. Questo strumento ha permesso alla Regione di dare le concessioni per le aree balneari  ed oggi per la prima volta nella storia del lago abbiamo una situazione chiara e regolamentata, e spiagge belle ed accoglienti in grado di offrire maggiori comfort ai fruitori. Il nostro lago ha bisogno di continue attenzioni e soltanto Insieme possiamo rendere Castel Gandolfo a colori e solo chi è cresciuto in questo Paese conosce i reali problemi da risolvere".

L'appuntamento
Giovedì 6 aprile a partire dalle 18:00 la diretta del web talk condotto dalla giornalista Chiara Rai
immagine

Una sorpresa tutta da guardare interesserà gli amanti della buona cucina e della storia di Roma: ad aprire la puntata di Officina Stampa ospiti d’eccezione che omaggeranno i Castelli Romani, Grottaferrata e l’esclusivo locale Black Jack di Lino Ventriglia con una piacevole, gustosa ed eccellente visita. 
La trasmissione condotta dalla giornalista Chiara Rai, andrà in diretta web Tv giovedì 6 aprile a partire dalle 18:00 presso l’esclusivo locale di Grottaferrata Black Jack Cafè di Lino Ventriglia. Il programma può essere seguito in diretta su diverse piattaforme: sul canale Youtube OFFICINA STAMPA , sul sito www.officinastampa.tv e sulla pagina Facebook di OFFICINA STAMPA.


Altro tema che animerà la trasmissione. Legalità e giornalismo, Pannello della Memoria per non dimenticare i giornalisti uccisi dalla mafia. Ospiti dello spazio co-condotto dai giornalisti de L’Osservatore d’Italia Simonetta D’Onofrio Silvio Rossi, l’assessore del Comune di Anguillara Sabazia Viviana Normando delegata alla Cultura, Turismo, Centro storico, Rapporti internazionali, Biblioteca, Pace e Diritti Umani e Alberto Spampinato, giornalista parlamentare Direttore di Ossigeno per l’Informazione Osservatorio promosso da FNSI e OdG sui cronisti minacciati e sulle notizie oscurate. 
Simone Carabella parlerà del caso di Alice 9 anni malata di SMA: “Per lei non ci sono soldi per Sport, mensa e servizi”. Ospite nell’angolo di Simone la madre di questa bambina


Il giornalista Emilio Ammaturo intervisterà la dottoressa Lorena Traversari, Psicologa e Ipnologa che parlerà dei motivi che spingono alcune donne e alcuni uomini a cercare appuntamenti con uomini e/o donne attraverso la chat. 
La biologa e nutrizionista Elisa De Filippi affronterà il tema delle allergie ed intolleranze alimentari


Non mancherà il momento dedicato allo Sport con Scrivo Napoli in campo condotto dal giornalista Marco Martone

 

GIOVEDI' 13 APRILE 2017 ORE 18 INIZIA LA DIRETTA - CLICCARE PER GUARDARE

Cronaca
Perquisita la sua abitazione, gli investigatori hanno sequestrato varie quantità di hashish utili per il confezionamento di un centinaio di dosi nascoste in più punti della casa
immagine

 

ALBANO (RM) - Ha 41 anni, l’uomo arrestato ieri dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Albano. All’interno di un’autovettura in sosta, probabilmente in attesa di qualcuno, è stato sottoposto da parte dei poliziotti ad un controllo durante il quale, è stato trovato in possesso di alcune dosi di stupefacente.
Perquisita la sua abitazione, gli investigatori hanno sequestrato varie quantità di hashish utili per il confezionamento di un centinaio di dosi nascoste in più punti della casa, nonché un bilancino di precisione, 450 euro in contanti, provento dell’attività illecita ed il materiale per il confezionamento dello stupefacente. Tra questo, sono state rinvenute diverse confezioni in plastica contenenti, solitamente le sorprese negli ovetti di cioccolata, utilizzate invece dal pusher per nascondere l’hashish.
Accompagnato negli uffici del commissariato, l’uomo identificato per D.A.A., con precedenti specifici, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Caccia al sogno
Dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria fanno sapere di aver adoperato due strumenti differenti
immagine

 

di Ivan Galea

 

NEMI (RM) - Dovevano concludersi oggi le ricerche della terza nave di Nemi con lo strumento fornito dall’Arpa della Calabria ma a quanto pare dureranno ancora altri due giorni. Fin’ora nessuna notizia che possa far pensare di essere vicini al ritrovamento della imbarcazione ma ciò che è certo è che i fondali vengono scandagliati in maniera molto approfondita così da dipanare una volta per tutte i dubbi: se la nave c’è verrà fuori, altrimenti si “tornerà a casa” comunque con una mappatura importante del lago di Nemi che resterà agli atti.

Dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria fanno sapere di aver adoperato due strumenti differenti: "side scan sonar" e un "sub bottom profiler". Adesso ci si trova nella fase della mappatura dei fondali dove sono stati già individuati diversi rifiuti tra i quali diversi rottami di automobili che sicuramente non sono reperti archeologici che lascino intendere che si è vicini al rinvenimento della imbarcazione. Senza la dotazione tecnica fornita dall’agenzia calabrese, strumentazione unica in Italia, sicuramente non si sarebbero potuti analizzare in maniera meticolosa i fondali dato che nel lago c’è un’alta concentrazione di limo.

La ricerca è partita circa una settimana fa con grande impiego di mezzi e alla presenza di numerose istituzioni, una caccia al sogno a cui in molti hanno dato fiducia: la storia ci racconta che la nave potrebbe esistere ma adesso bisogna trovarla. Nella prima giornata sono stati presenti al centro pesca di Carlo Catarci, Luigi Dattola, direttore Arpacal, i sub dei carabinieri nucleo sommozzatori di Roma e provincia, il comandante della Guardia Costiera Roma e Provincia di stanza a Fiumicino Fabrizio Ratto Vaquer, il sindaco di Nemi Alberto Bertucci, l'architetto genzanese fautore del progetto Giuliano Di Benedetti, altri esperti di archeologia della zona e la direttrice del polo museale Lazio Edith Gabrielli. E naturalmente Polizia Locale di Nemi e Carabinieri presenti per garantire la sicurezza.

La comunità scientifica auspica di assistere a una delle più importanti scoperte del mondo anche se per il momento non resta altro che aspettare e prendere atto che il lago comunque necessita di una pulizia approfondita. 

La rubrica
Nell’ambito di questo disturbo è stato rilevato che i trattamenti sono molto efficaci e tendono a far scomparire il disturbo
immagine

 

A cura della Dott.ssa Francesca Bertucci, Psicologa-Psicodiagnosta dell’età evolutiva- Mediatore familiare

 

 

ALBANO LAZIALE (RM) - La balbuzie è un disturbo del linguaggio caratterizzato dalla fluenza interrotta e da involontarie ripetizioni e prolungamenti di suoni, sillabe, parole o frasi, con frequenti pause o blocchi in cui la persona che balbetta non è in grado di esprimere verbalmente un pensiero o un concetto nonostante lo abbia già formulato mentalmente.
Nell’ambito di questo disturbo è stato rilevato che i trattamenti sono molto efficaci e tendono a far scomparire il disturbo, il problema sta nel mantenere tale risultato nel tempo. Infatti, il bambino che presenta la balbuzie, presenta anche altre difficoltà: è testardo, tende ad evitare le difficoltà, invece di affrontarle; ha una bassa autostima; non esprime le emozioni, tende ad avere pensieri negativi; è perfezionista; ha difficoltà nei rapporti interpersonali. 

Quali sono i fattori di rischio?

La storia familiare: sono ad alto rischio i bambini di nuclei familiari che presentano casi di balbuzie;

Il ritardo di inizio del linguaggio, soprattutto nei maschi

La personalità dei genitori: elevati livelli di ansia, moduli comportamentali rigidi e perfezionisti

Aspettative e atteggiamenti svalutativi dei genitori nei confronti del bambino

Il bilinguismo: è opportuno insegnare la nuova lingua al bambino quando ha già acquisito abbastanza bene la prima
Il trattamento


Alla terapia foniatrica è sempre opportuno associare un sostegno psicologico del bambino, alternato a delle sedute con i genitori, se ha più di sei anni, altrimenti si consiglia un sostegno psicologico solo per i genitori, con l’obiettivo di dare indicazione sugli atteggiamenti positivi per prevenire o gestire il disturbo. La terapia con il bambino ha diverse fasi: esercizi di respirazione e applicazione del time-out; terapia assertiva adattata all’età e miglioramento dell’autostima.
Il difficile ruolo del genitore
Il genitore è un essere umano e può avere dei limiti, senza per questo si deve sentire in colpa. Quando una persona diventa genitore, inizia ad assumere un ruolo in cui non dimostra le sue emozioni, essendo un modello per il figlio e, in questo modo gli trasmette implicitamente che le emozioni non esistono e che è sbagliato manifestarle. Invece le emozioni esistono ed è giusto riconoscerle. Tutti possiamo sbagliare ma è importante accettare la persona piuttosto che il suo comportamento e provare a soddisfare i suoi bisogni.

Tra i bisogni più importanti di un bambino ci sono: quello di attenzione, di gratificazione, di accettazione, di amore incondizionato, di contatto fisico, di empatia, di ottenere risultati, di essere ascoltati, di guida e di fiducia. Lo stile educativo deve essere autorevole e non autoritario.
 

Quali sono gli atteggiamenti positivi per prevenire la balbuzie?
• Mostrare disponibilità all’ascolto, non a come lo dice ma a cosa dice
• Utilizzare un linguaggio facile e rallentato, privilegiando un vocabolario elementare e frasi brevi
• Non interrompere, anticipare le frasi o finire il discorso
• Fare uso di pause nel discorso e nella comunicazione
• Commentare singole situazioni o momenti, invece di porre domande frequenti che affaticano il bambino
• Valorizzare le forme di comunicazione non verbale, momenti ludici in cui il bambino può scaricare la tensione verbale
• Evitare di obbligare il bambino a raccontare eventi ad amici e parenti
• Evitare reazioni emotive ai blocchi verbali del bambino, cercando anche di non evidenziare le difficoltà
• Preparare il bambino ad affrontare situazioni nuove, simulando l’evento e tranquillizzandolo per ridurre il livello d’ansia
• Evidenziare e sottolineare i punti di forza, le capacità e le qualità del bambino
• Se il bambino vi sottolinea la sua difficoltà verbale, ricordategli che tutte le persone possono avere difficoltà ed esitazioni verbali, quando sono stanche e particolarmente agitate
In ogni caso, quando si presentano problematiche di questo tipo è importante ricercare il consulto di un logopedista e di uno psicologo dell’età evolutiva, in modo da evitare errori che possano acutizzare il problema.

Centro psicologia Castelli Romani-Dott.ssa Francesca Bertucci
Psicologa-Psicodiagnosta dell’età evolutiva-Mediatore familiare
Cell 3345909764-dott.francescabertucci@cpcr.it
www.psicologafrancescabertucci.com
piazza Pia 21 00041 ALBANO LAZIALE



 

Politica
Il candidato sindaco: "Biaggi e Cocchi sono le colonne portanti di questo movimento civico"
immagine

 

Red. Politica

 

NEMI (RM) - "Esprimo un sincero ringraziamento nei confronti degli ex Sindaci di Nemi Cinzia Cocchi e Alessandro Biaggi per la fiducia che hanno riposto nei miei confronti. Loro, che sono le colonne portanti di questo movimento civico, hanno saputo trasmettere valori ed esperienza a una squadra giovane e competente nel solo ed esclusivo interesse di Nemi e dei nemesi. Ora tocca a noi far ripartire il nostro paese, valorizzeremo tutte le tantissime potenzialità che questo splendido angolo di Paradiso offre e ascolteremo le esigenze e le proposte di tutti i cittadini tenendo sempre alti i valori di onestà e spirito di servizio che ci contraddistinguono." Lo dichiara in una nota Stefano Tersigni, candidato Sindaco di Nemi con la lista civica " Insieme per Nemi".

Politica
A rappresentare il comitato cittadino Mariaelena La Banca
immagine

 

Red. Politica


ROCCA DI PAPA (RM) - Nasce anche a Rocca di Papa (RM) il comitato promotore Terra Nostra - Italiani con Giorgia Meloni. Ad annunciarlo il coordinatore nazionale Diego Petrucci e il coordinatore regionale Federica Nobilio. "A rappresentare Terra Nostra sarà Mariaelena La Banca - dichiara Nobilio - visto il suo trasferimento da Albano, dove abbiamo aperto insieme il comitato locale, a Rocca di Papa" 

 

Salgono così a tre i comitati attivi ai Castelli Romani dopo quello di Albano e Grottaferrata. A Mariaelena, già membro del direttivo nazionale, vanno gli auguri di buon lavoro del coordinatore nazionale Diego Petrucci: "Sono certo che il lavoro che farà sul territorio sarà sempre portato avanti con impegno e grinta"

“Da Febbraio sono tornata a vivere a Rocca di Papa dopo 20 anni passati ad Albano - Racconta La Banca - Già durante le elezioni avevo pensato al trasferimento: ho ritrovato vecchi amici, ne ho conosciuti di nuovi, ho visto un paese che era ben diverso da come lo ricordavo: c'è molto lavoro da fare! Ho creduto nel programma elettorale dell'attuale amministrazione ma dopo 10 mesi dal voto non riesco a vedere quel cambiamento che “semplici cittadini” dovevano portare avanti. Pur apprezzando e stimando ognuno dei consiglieri, degli assessori e il sindaco stesso, sono convinta che non basti l'onestà per fare un bravo amministratore della cosa pubblica. Occorrono capacità e competenze e una squadra che abbia voce in capitolo anche quando la voce è discordante dalla tua. Essere al governo di un paese è essere un punto di riferimento per tutti i cittadini: di destra, di sinistra e 5 stelle non solo di quelli che ti hanno votato”

Soddisfazione anche dalla rappresentante del circolo roccheggiano di FdI-AN Mariangela Cimini con la quale l'esponente di Terra Nostra ha collaborato alle ultime elezioni: “Continueremo a lavorare insieme per quegli ideali che ci uniscono avendo come punto di riferimento una grande leader come Giorgia Meloni”

Amministrative 2017
Cinzia Cocchi lascia il testimone a un nuovo gruppo di persone per dare impulso alla nascita di una nuova classe dirigente
immagine


NEMI (RM)
- Cinzia Cocchi consigliere di opposizione in carica, già Sindaco di Nemi, con poche righe ricche di speranza e passione, lascia il testimone a un nuovo gruppo di persone per dare impulso alla nascita di una nuova classe dirigente, con la consapevolezza di aver seminato bene, senza mai perdere di vista quei valori indiscutibili e imprescindibili ereditati da chi l’ha preceduta.

Ho detto di no a chi mi ha esortato a riproporre la mia candidatura - scrive Cocchi in una nota- . Ho detto di no a chi pensa che avrei meritato una rivincita. Ho detto sempre di no a chi ritiene che la politica sia un mestiere. In questo momento storico, dove non c’è più molta fiducia nella politica e dove tutto è legato all’incessante frenesia del potere, ciò che ho più a cuore è lanciare un segnale forte ai miei concittadini, esortandoli ad avere il coraggio di cambiare per essere loro i veri protagonisti. Si può cambiare. E’ possibile cambiare. Si deve cambiare. Lo si può fare anche senza uno sfrenato bisogno di protagonismo o di visibilità. Si può fare tanto anche se non in prima fila. Per tale ragione, ritengo positivo, anzi necessario, che un nuovo gruppo di persone animate di buona volontà e di sani principi riceva il testimone mettendosi in gioco per il futuro di Nemi. Non posso che ringraziare tutte quelle persone che hanno condiviso con me un lungo ed intenso cammino, lottando insieme a me sempre al solo fine della legalità e dell’onestà. In particolar modo, un ringraziamento va ad Alessandro Biaggi, che, a suo tempo, mi passò il testimone. Insieme a lui auguro un buon lavoro a tutti, con l’auspicio di un nuovo futuro.”


di seguito riceviamo e pubblichiamo la nota di "Insieme per Nemi"

“INSIEME PER NEMI” ha innervato la storia politico-amministrativa di Nemi per quasi 20 anni. È stato opposizione e forza di Governo cittadino, ispirando, però, sempre la propria azione ai valori assoluti e non negoziabili dell’onestà, della competenza e dello spirito di servizio. Questo gruppo dirigente ha sempre pensato che la passione politica non può e non deve trasformarsi in una sorta di professione della politica, dietro cui può nascondersi di tutto, anche la cupidigia ed il malaffare.
In piena coerenza con il giusto spirito dell’alternanza, questo gruppo dirigente dimostra il proprio coraggio di cambiare, passando il testimone in mani sicure e capaci di continuare ad operare nell’interesse di Nemi con la forza di questi valori. Una lista di persone per bene e di buona volontà sosterrà un candidato sindaco, giovane e competente, condividendo con lui le responsabilità del Governo cittadino. L’auspicio, infatti, è quello che anche i nostri concittadini dimostrino il coraggio di cambiare radicalmente le sorti di Nemi, abbattuta ed umiliata da cinque anni del peggior governo che sia mai stato ospite del Municipio.
Tutti auspicano che la cittadinanza abbia il coraggio di dare fiducia ad un gruppo dirigente nuovo e determinato che avvierà un percorso virtuoso che, senza ricatti ed azzerando ogni forma di arroganza, affrancherà Nemi dalle pastoie dell’inefficienza e dalle troppo furbizie che hanno preso il posto della passione disinteressata per il buono e per il bello della Città. Buon lavoro ragazzi, sarete l’aria nuova e pulita che farà rinascere Nemi dalle sue ceneri.
 

Inizio
10 successivi >>
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OSSERVATORELAZIALETV SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact