Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Eventi
martedì 23, giovedì 25 e venerdì 26 maggio al Teatro Flavio Vespasiano e al Danza Studio Centro ARADES
immagine

 

Redazione


RIETI - A Rieti martedì 23, giovedì 25 e venerdì 26 maggio il Teatro Flavio Vespasiano e il Danza Studio Centro ARADES di Rieti ospiteranno una settimana di appuntamenti con la grande danza al cui centro è la nuova tappa italiana di Dancing Partners, manifestazione internazionale di danza contemporanea.
Dancing Partners è infatti un progetto in rete avviato nel 2013 per la promozione della danza contemporanea su scala europea da parte di un team di artisti consolidati di diverse nazionalità. Le compagnie partner di questa rete internazionale di danza sono Thomas Noone Dance (Spagna), Norrdans (Svezia), Company Chameleon (Inghilterra) e Spellbound Contemporary Ballet (Italia), entrata a far parte del progetto nel 2014.


Dancing Partners ha come fine non solo la promozione del lavoro degli artisti coinvolti, ma anche il forte radicamento nei territori, direttamente coinvolti attraverso attività di formazione di settore e di avvicinamento del pubblico. Per questo motivo Dancing Partners è concepito come iniziativa itinerante nelle sedi dei partner membri della rete con lo scopo primario di “condividere” spazi e pubblico. Le residenze temporanee nella sede della compagnia ospitante, grazie a performance, laboratori, incontri, dibattiti con il pubblico, diventano, di volta in volta, momenti di scambio e di confronto tra i vari artisti e di dialogo tra questi e il territorio.

In occasione della tappa in Italia del progetto, l’A.T.C.L. Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, in collaborazione con Spellbound Contemporary Ballet, e il Comune di Rieti propongono un ricco e ampliato palinsesto di eventi distribuiti nei tre giorni martedì 23, giovedì 25 e venerdì 26 maggio, presso il Teatro Flavio Vespasiano e il Danza Studio Centro ARADES.


La settimana di appuntamenti a Rieti inaugurerà al Teatro Flavio Vespasiano martedì 23 maggio (ore 21:00) con lo spettacolo PAN/remastered di Emanuele Soavi incompany, un riadattamento che riporta in scena la produzione del 2011 con la quale Emanuele Soavi ha vinto il premio del Teatro di Colonia come Miglior Interprete e che oggi si arricchisce delle musiche dal vivo create da Stefan Bohne e dal fondatore di KOMPAKT Wolfgang Voigt. Dedicato ai sistemi psicosociali consci e inconsci che permeano la società del nostro tempo, rappresenta il tentativo di portare nel mondo contemporaneo PAN, la figura mitologica forse più attuale di tutte, conferendogli un carattere analitico e frammentario: outsider, intrattenitore e terrorista, metà dio e metà capra.


La serata di venerdì 26 maggio ospita invece l’evento Dancing Partners: alle ore 20:30 lo spettacolo As if I della compagnia Thomas Noone Dance animerà lo spazio del foyer del Teatro di Rieti. Sul palco del Teatro Flavio Vespasiano alle ore 21:00 andrà poi in scena And so it is… di Adi Salant, co-direttrice artistica della famosa compagnia di danza israeliana dal 2003, special guest dell’edizione italiana di Dancing Partners 2017. A seguire due lavori della compagnia italiana ospitante Spellbound Contemporary Ballet, Mysterious Engine e Small Crime: Mysterious Engine è la prima di una nuova creazione in due parti della compagnia italiana, rivendica la “condizione” di non libertà degli uomini in rapporto all’azione dei desideri; il secondo lavoro è del 2015 e indaga corto circuiti e contraddizioni che possono scatenarsi nelle relazioni con l’altro. Chiude la serata AB3 della compagnia svedese Norrdans: focalizzato sul numero tre e sulla difficoltà di essere quattro, spazia dalla linearità e dalla sistematicità fino al caos e all’instabilità.

Il programma di Dancing Partners si completa infine di una serie di workshop gratuiti, accessibili al solo costo dei biglietti degli spettacoli di martedì 23 e venerdì 26 maggio, organizzati nei pomeriggi di giovedì 25 e venerdì 26 maggio come segue.


giovedì 25 maggio
ore 16:00 –  workshop compagnia NORRDANS, Danza Studio Centro Arades (via Cintia, 19)
ore 18:00 – workshop compagnia THOMAS NOONE DANCE, Danza Studio Centro Arades (via Cintia, 19)

venerdì 26 maggio
ore 16:00 – workshop compagnia SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET, Danza Studio Centro Arades (via Cintia, 19)
ore 19:00 – gaga class a cura di ADI SALANT presso il palco del Teatro Flavio Vespasiano

Costo Biglietti
23 maggio: intero 15,00 euro; ridotto 12,00 euro; speciale scuole danza 10,00 euro.
26 maggio: intero 15,00 euro; ridotto 12,00 euro; speciale scuole danza 10,00 euro.
La partecipazione ai 4 workshop è gratuita previo acquisto dei 2 biglietti al prezzo speciale di 10,00 euro per i due spettacoli in programma presso il teatro Flavio Vespasiano, per un costo totale di 20,00 euro.

Info e prenotazioni:
spettacoli
e-mail: info@atcllazio.it
telefono: 339.3184547
workshop
e-mail: info@atcllazio.it
telefono: 06.45426982 dalle ore 10:00 alle 17:00 dal lunedì al venerdì

 

Sicurezza & cittadini
Bastioni: "Si tratta di un’attività di addestramento collettivo della popolazione scolastica che ripetiamo più volte nel corso dell’anno"
immagine

Red. Cronaca


RIETI -  Al via a partire da lunedì 8 maggio le prove di simulazione di emergenza nelle scuole di Rieti, coordinate dalla Protezione Civile  Mentre il problema della sicurezza degli edifici scolastici di Rieti continua a tenere vivo il dibattito politico, la Protezione Civile, nel ruolo che le è proprio, prosegue incessante nella divulgazione di una corretta informazione accompagnata da attività addestrative, al fine di accrescere le capacità di autodifesa di chi le scuole le frequenta ogni giorno per studio o lavoro.

 

L’edizione primaverile della “Settimana della sicurezza scolastica”, iniziativa che prenderà il via da lunedì 8 maggio 2017 giunta all’ottavo anno di programmazione, vedrà coinvolti oltre tremila bambini e adolescenti del capoluogo reatino, dalle materne fino alle medie inferiori, coordinati nelle attività dai Dirigenti di Istituto, con la collaborazione di circa 320 tra insegnanti e personale non docente, sotto lo sguardo vigile della Protezione Civile e dei Responsabili della sicurezza.


La settimana della sicurezza scolastica a Rieti rientra nel più ampio progetto di scuola sicura dal titolo "Sicuri a scuola, sicuri nella vita" ideato e coordinato dal C.E.R. Protezione Civile di Rieti, in stretta collaborazione con il Gruppo Comunale Volontari di Rivodutri e del Centro Studi di Protezione Civile CESISS, oltre al prezioso supporto dell'Ufficio Scolastico Provinciale, molto attento alle dinamiche della sicurezza all'interno delle scuole di ogni ordine e grado.


"Si tratta di un’attività di addestramento collettivo della popolazione scolastica che ripetiamo più volte nel corso dell’anno – a spiegarlo è Crescenzio Bastioni, responsabile del CER Protezione Civile. In questi ultimi otto anni, e ancor più in questo ultimo periodo, visti i recenti eventi sismici che hanno interessato anche la città di Rieti, ci siamo concentrati in particolare sui più piccoli, bambini e adolescenti, tra i più esposti in caso di emergenza improvvisa. Lo scopo è quello di insegnare loro quali sono le azioni da mettere in campo per reagire prontamente, nel caso si verifichi uno dei tanti potenziali pericoli che possono presentarsi senza preavviso, sconvolgendo la quotidianità della vita scolastica. Non si parla solo di terremoto, ma anche di rischio incendio e di altre situazioni di pericolo - prosegue Bastioni – esse vengono spiegate ai bambini con un linguaggio chiaro e comprensibile per la loro età, grazie anche all'ausilio di filmati e cartoni animati tematici, concludendo l'iter di insegnamento con le simulazioni e le prove di evacuazione scolastica. L’attività che affronteremo nel corso della prossima settimana riguarderà il rischio incendio all’interno degli edifici scolastici, con l’allarme che scatterà senza alcun preavviso agli studenti e agli insegnanti, in modo da fornire ai coordinatori una realistica valutazione della tempistica di evacuazione della scuola e la corretta applicazione delle procedure previste in caso di emergenza" conclude Bastioni.

Gli Istituti Comprensivi di Rieti che hanno aderito alla settimana della sicurezza scolastica sono:
 – I.C. Minervini-Sisti, guidato dalla dirigente Ileana Tozzi.
– I.C. Angelo Maria Ricci, guidato dalla dirigente Paola Testa.
– I.C. Giovanni Pascoli, guidato dalla dirigente Paola Giagnoli.
– I.C. di Villa Reatina, guidato dalla dirigente Anna Maria Temperanza.
 

Il caso
La giovane speleologa, molto esperta, è provata ma sta bene ed è stata trasportata dal 118 all'ospedale De Lellis di Rieti
immagine

 

RIETI - È stata tratta in salvo, poco prima delle 8 di questa mattina, la speologa ternana di 30 anni che nel tardo pomeriggio di ieri era rimasta ferita in uno dei pozzi della grotta delle Sibille, a Cittareale (Rieti). Gli uomini del Corpo nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, intervenuti con diverse squadre, hanno operato tutta la notte per raggiungerla nel pozzo Eku dove la l'esploratrice era rimasta bloccata. La giovane speleologa, molto esperta, è provata ma sta bene ed è stata trasportata dal 118 all'ospedale De Lellis di Rieti. Durante tutta la permanenza nella grotta, a una profondità di circa 150 metri, è stata assistita da un medico che faceva parte della stessa cordata di esploratori del Gruppo Grotte Pipistrelli del Cai di Terni. "La speleologa rimasta infortunata nella Grotta della Sibilla - ha detto poco fa il sindaco di Cittareale Francesco Nelli - è stata tratta in salvo questa mattina. Grazie al Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico.

Lavori pubblici
Il sindaco Petrangeli: “Si tratta di un intervento importante atteso da tempo da centinaia di cittadini"
immagine

 

Red. Cronaca


RIETI - Sono iniziati i lavori per la realizzazione di oltre 800 tra loculi, ossarietti e tombe a terra nel Cimitero di Rieti. L'intervento, il cui progetto era stato presentato e approvato dalla Giunta su proposta dell’assessore alle Manutenzioni Alessandro Mezzetti, prevede la realizzazione di 588 nuovi loculi, 216 ossarietti e 44 tombe a terra all'interno dell’area verde dell'ultimo ampliamento del Cimitero di Rieti. I lavori sono completamente autofinanziati grazie ai proventi derivanti dalla vendita dei loculi stessi per circa 1 milione di euro.


“Si tratta di un intervento importante - dichiara il sindaco Simone Petrangeli - atteso da tempo da centinaia di cittadini. Grazie al ribasso d'asta saremo in grado di realizzare altre lavorazioni preziose, come la ristrutturazione di alcune zone del Cimitero e il rifacimento del tetto della Chiesa”.
 

Sisma
Magnitudo di 3,2. Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano i Comuni più vicini
immagine

 

RIETI - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano.Due scosse di magnitudo 2 sono state registrate invece, alle 4.15 e alle 5, in provincia di Macerata. Luoghi già messi a dura prova nell’agosto scorso, e in cui oggi la terra – tornata a tremare – evoca lo spettro della distruzione vissuta e ancora sotto gli occhi di tutti. E non è solo il Belpaese ad essere nella morsa di eventi sismici importanti: come si apprende in queste ore, infatti, in una vasta zona dell’Europa orientale sono appena state registrate una serie di scosse di terremoto di magnitudo superiore a 3.0

Cronaca
La malvivente, raggiunta dai militari presso la propria abitazione in Sicilia, è stata portata al carcere di Catania
immagine

 

di C.M.

 

RIETI - Manette ai polsi per la 50 enne pluripregiudicata di origine siciliana responsabile di aver messo a segno nei mesi di aprile e maggio dello scorso anno, diversi furti in abitazione e truffe ai danni di anziane donne della provincia di Rieti, ricavandone un bottino di 10 mila euro circa.
A dare esecuzione all'ordine di arresto i Carabinieri della compagnia di Cittaducale, a conclusione di un’articolata attività d’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Rieti.


La truffatrice seriale era solita presentarsi, nelle prime ore del mattino, presso le abitazioni delle anziane vittime e, dopo aver accertato che erano sole in casa, si qualificava come un medico della asl con il compito di controllare la terapia farmacologica che seguivano ed i farmaci che assumevano. avuto accesso in casa, la “finta dottoressa” carpiva la fiducia delle anziane e le convinceva a riporre in una “busta da lettere di colore giallo” tutti i gioielli e il denaro contante che in quel momento avevano nelle loro disponibilità. Dopodiché invitava le anziane signore a collocare subito la busta in luogo sicuro che poteva essere un cassetto di un mobile della cucina o della camera da letto per poi riprenderla al termine della visita. Ottenuto ciò, la malvivente, senza farsi notare, riusciva a impossessarsi della busta con il denaro e i gioielli che, velocemente, sostituiva con un’altra busta identica ma contenente solo dei pezzi di carta. Terminata la “messa in scena”, la ladra si allontanava dall’abitazione delle vittime che, troppo tardi, si rendevano conto di essere state derubate.


La malvivente, raggiunta dai militari presso la propria abitazione in Sicilia, è stata  portata al carcere di Catania.
 

Eventi
La cerimonia di premiazione e la consegna delle somme di denaro agli operatori avverrà giovedì 23 febbraio
immagine

 

Redazione

 

Il Centro provinciale di Formazione professionale Alberghiero di Amatrice ha vinto il prestigioso Premio “Orio Vergani” assegnato dall'Accademia Italiana della Cucina. Il premio, istituito per ricordare la memoria del Fondatore dell’Accademia, viene conferito a persone, enti o associazioni che, estranei all’Accademia, abbiano grandemente onorato, con la loro attività, la cultura gastronomica e la Civiltà della Tavola italiana, in qualsiasi campo, in Italia o all’estero. Il premio consiste in una pregevole opera grafica recante il nome del vincitore e una somma in denaro stabilita e approvata, di anno in anno, dal Consiglio di Presidenza dell'Accademia, che quest'anno è di 10 mila euro con i quali è stato acquistato un macchinario per la produzione di dolci messo a disposizione dell'Alberghiero gestito dall'Istituzione formativa della Provincia di Rieti. Oltre a questo, a 6 ristoranti e 3 aziende agricole dell'amatriciano saranno donati 91.943 euro che l'Accademia ha raccolto tra i suoi iscritti. La cerimonia di premiazione e la consegna delle somme di denaro agli operatori avverrà giovedì 23 febbraio alle ore 11.30 presso la Sala di Comunità Sant'Agostino ad Amatrice dove ci sarà l'assegnazione formale al presidente dell'Ifr, Licia Alonzi, da parte del presidente dell'Accademia, Paolo Petroni. La consegna del macchinario per la produzione dei dolci, corrispondente al premio “Orio Vergani”, verrà invece consegnato domani mattina, 22 febbraio, dal delegato reatino dell'Accademia della Cucina Italiana, Francesco Maria Palomba, al presidente e al direttore dell'Istituzione Formativa di Rieti, Licia Alonzi e Fabio Barberi.
L'appuntamento
Venerdì 17 febbraio 2017 ore 15:30 Centro Congressi del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti
immagine

 

RIETI - Gli eventi sismici che stanno interessando l'Appennino centrale dal 24 agosto 2016 hanno visto fin da subito un ampio coinvolgimento dell'Ordine dei Geologi del Lazio, con il suo Gruppo di Protezione Civile. Geologi professionisti hanno fornito il loro contributo volontario, effettuando sopralluoghi e rilievi degli effetti geologici indotti dal sisma e collaborando nelle attività di supporto tecnico/cartografico, dapprima attivati dall’Agenzia di Protezione civile regionale e successivamente dal Consiglio Nazionale dei Geologi, nell’ambito di Accordi di programma con il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale. Per fare il punto sugli aspetti geologici che hanno dato origine allo sciame sismico e, anche per confutare teorie non sempre corrette, quando non provengono dall'ambito scientifico, l'Ordine dei Geologi del Lazio ha organizzato un incontro-dibattito a Rieti.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Rieti, si svolgerà venerdì 17 febbraio, a partire dalle ore 15:30 nel Centro Congressi del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Rieti. È rivolta agli iscritti dell’Ordine dei Geologi del Lazio, ma è aperta a tutti. I lavori saranno coordinati da Roberto Troncarelli, presidente dell’Ordine dei Geologi del Lazio. “I relatori che interverranno - spiega il presidente Troncarelli - illustreranno le dinamiche che hanno generato i terremoti di questi ultimi mesi e l'assetto geologico dell'Appennino centrale”. “Interverranno - sottolinea la vicepresidente dell’Ordine del Geologi del Lazio e Coordinatore della Commissione Protezione Civile dell'Ordine, Marina Fabbri - il professor Gabriele Scarascia Mugnozza del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università Sapienza di Roma, e i dottori Gianluca Valensise e Giuliano Milana, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, per parlare degli effetti di amplificazione sismica nella piana reatina e, più in particolare, della Microzonazione Sismica di Rieti, quale strumento di pianificazione territoriale e di mitigazione del rischio. Ma anche di cosa abbiamo imparato dalla sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016. Il geologo Domenico Marchetti, libero professionista, analizzerà le problematiche che incontrano i liberi professionisti incaricati dello studio di MS livello 1 e l’incontro pubblico si concluderà alle 18.00 con un dibattito tra esperti e professionisti di settore".

Aiuto e solidarietà
Intervento in una delle 69 frazioni di Amatrice, colpite dal terribile sisma del Centro Italia
immagine


SOMMATI
- Polizia Locale di Roma Capitale a Sommati una delle 69 frazioni di Amatrice, completamente piena di neve e paralizzata dal freddo. Il funzionario Gabriele Di Bella, comandante di Polizia Locale a Lanuvio e Nemi si trova proprio nella frazione reatina che in queste ore registra temperature graciali: -18°. Di Bella è intervenuto per l'emergenza animali, il rientro è previsto per giovedì quando un nuovo contingente darà il cambio. A Sommati infatti è stata costruita una struttura di ricovero per gli amici a quattro zampe. Nei giorni scorsi Il presidente, nonché sindaco, Antonio Battista, ha chiesto la misura straordinaria “per il notevole abbassamento delle temperature e per l’eccezionalità delle precipitazioni che hanno arrecato danni e disagi al territorio”

Cronaca
In piazza Vittorio Emanuele II con Ambrogio Sparagna & l'Orchestra popolare italiana e lo spettacolo pirotecnico di Morsani
immagine

 

Redazione

RIETI
- Ambrogio Sparagna & l'Orchestra popolare italiana dell’Auditorium Parco della Musica di Roma animeranno, in piazza Vittorio Emanuele II, la notte di San Silvestro, nell'ambito di un evento promosso dall'assessorato al Turismo del Comune di Rieti. Allo scoccare della mezzanotte, in Piazza Cesare Battisti, ci sarà lo spettacolo pirotecnico a cura della Pirotecnica Morsani con fuochi e sincronizzazione musicale (oltre 5mila effetti con basi musicali). Da oggi al 6 gennaio, tra piazza Vittorio Emanuele II e piazza Cesare Battisti ci saranno anche i mercatini di Natale.
“Taranta d’amore. La notte del gran ballo. Grande Festa-Concerto di serenate e balli popolari” è il titolo della serata che vedrà esibirsi in piazza del Comune l'Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna. Con il popolare artista ci saranno: Clara Graziano (voce, organetto, danza), Valentina Ferraiuolo (voce, tamburelli), Cristiano Califano (chitarre), Raffaello Simeoni (voce, fiati popolari), Diego Micheli (contrabasso), Ottavio Saviano (batteria), Erasmo Treglia (violino, ghironda, ciaramella).
Taranta d’Amore è una grande Festa-Spettacolo dedicata al ricco repertorio di serenate e balli della tradizione popolare italiana: gighe, saltarelli, ballarelle, pizziche, tammurriate e soprattutto tarantelle, la danza matrice di tante tradizioni musicali delle nostre regioni. Al centro della scena Sparagna, sostenuto dalla straordinaria energia e bravura dei musicisti dell’Orchestra, dà vita ad una grande festa spettacolo che riesce ad animare la piazza, la fa saltare al ritmo vorticoso dei nostri balli popolari, tra organetti, chitarre, ciaramelle e tamburelli. Nel corso dello spettacolo il pubblico diventa ‘protagonista della festa’ e si lascia piano piano travolgere dalla forza della musica abbandonandosi agli inviti del Maestro a ballare, battere le mani, sorridere e fischiare una melodia, cantare un ritornello e sorridere per un numero ad effetto. Così stregati dall’energia del ritmo ed affascinati dalla varietà ed originalità dei suoni degli strumenti popolari e dalla forza delle voci che cantano tanti dialetti diversi, tutti si ritrovano a rivivere suggestioni ed emozioni straordinarie tipiche delle antiche feste contadine italiane. 

Inizio
<< 10 precedenti
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact