Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Mentre sono già iniziati i campionati europei a Tiblisi, il Frascati Scherma si gode i successi ottenuti nello scorso fine settimana ai campionati italiani disputatisi a Gorizia. Quattro le medaglie ottenute tra gli olimpici e ben cinque nei paralimpici. Nel primo gruppo a ottenere il miglior risultato è stato Francesco Trani (nella foto di Augusto Bizzi) nel fioretto: solo Alessio Foconi ne ha fermato l’impeto, impedendogli di arrivare alla medaglia d’oro e battendolo per 15-12. In precedenza Trani aveva piegato in semifinale Piero Franco (Fiamme Oro) col punteggio di 15-10 e nei quarti il compagno di società Damiano Rosatelli, battuto per 15-9 e piazzatosi al settimo posto. Le altre tre medaglie sono tutte di bronzo e arrivano ancora dal fioretto, con la doppietta firmata da Camilla Mancini e Valentina Cipriani, e dalla sciabola, dove Rossella Gregorio si è fermata in semifinale. Nel primo caso alle fiorettiste sono stati fatali gli incroci rispettivamente con Batini (poi laureatasi campionessa d’Italia) e Vardaro (impostasi sulla Cipriani per una sola stoccata), mentre la Gregorio si è arresa al cospetto della Navarria. Oltre al piazzamento del già citato Rosatelli, vanno segnalati anche il quinto posto di Francesca Palumbo, il sesto di Valentina De Costanzo e gli ottavi di Lucia Lucarini e Federico Riccardi (tutti nella sciabola), ma anche il quarto posto della squadra di sciabola composta da Chiara Crovari, Veronica Ermacora, Lucia Lucarini e Maria Chiara Palumbo: dopo la sconfitta in semifinale contro l’Esercito, nella finale per il bronzo fatale l’incrocio con l’Aeronautica.
Il Frascati Scherma, infine, si conferma all’avanguardia anche nel settore paralimpici. Il club tuscolano ha portato a casa ben cinque medaglie dalla kermesse di Gorizia. Anche se è mancato l’acuto più alto, i ragazzi tuscolani hanno fatto un eccellente lavoro. Il più vicino all’oro è stato Gianmarco Paolucci che si è piazzato al secondo posto nel fioretto categoria B. Nella stessa competizione, tra l’altro, Cristian Ceracchi ha chiuso immediatamente alle spalle del compagno conquistando uno splendido bronzo. Sempre Paolucci ha fatto il bis di medaglie grazie alla prova di sciabola (categoria B) dove ha ottenuto il terzo posto. Doppia medaglia, infine, anche per Pietro Miele che nella categoria A ha trovato un terzo posto nella prova di sciabola e un altro bronzo in quella di fioretto. In quest’ultima gara va segnalato anche il sesto posto di Marco Negroni che poi si è piazzato settimo nella prova di spada (sempre della categoria A).
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il Tc New Country Club Frascati apre al padel, sport che negli ultimi tempi ha preso sempre più piede e che ormai è diventata una vera e propria moda. Per un circolo che da sempre lavora sul tennis è quasi una scelta naturale che il direttore sportivo Marcello Molinari racconta così: «Nei prossimi giorni nascerà un campo di padel anche al Tc New Country Club Frascati. Abbiamo fatto questa scelta perché è sempre maggiore la richiesta di poter praticare questa disciplina e quindi è un’opportunità in più che vogliamo dare ai nostri soci e non solo». Ma il padel non sarà semplicemente un motivo di “svago” o una questione amatoriale per il Tc New Country Club Frascati. «Abbiamo la ferma intenzione di formare giocatori in questa disciplina, sia giovani che più grandi. Per questo, con ogni probabilità, sceglieremo la figura di un insegnante che sia proprio specifico del padel: pur avendo dei tratti comuni col tennis, infatti, è uno sport che ha dei suoi precisi tratti distintivi e che viaggia quasi in parallelo vista la presenza delle sponde ai lati del campo e di racchette e palline totalmente diverse. Siamo curiosi di capire che tipo di impatto potrà avere il padel sul nostro territorio, dove è ancora poco praticato».
Intanto il Tc New Country Club Frascati, che ha “scoperto” la sua piscina come da tradizione nel periodo estivo, ha ufficialmente inaugurato da lunedì i suoi centri estivi con «l’intento di “reclutare” giovani tennisti e nuotatori in un periodo in cui ci si può allenare con più serenità e senza la pressione degli impegni scolastici» ricorda Molinari.
Infine, il circolo tuscolano è pronto a vivere come sempre un’estate all’insegna degli eventi, anche se quest’anno la tradizionale “24 Ore” di tennis è stata programmata per il mese di settembre. A luglio e con cadenza settimanale, comunque, le domeniche del Tc New Country Club Frascati saranno animate nell’ordine dai classici tornei della “Racchetta di legno”, del “Doppio Giallo”, del “Doppio stellare” e infine delle “Olimpiadi del circolo”.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Flavia Favorini non lascia, anzi raddoppia. L’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha bissato il titolo italiano Cadetti già vinto nella passata stagione: l’anno scorso l’atleta tuscolana classe 2000 vinse nella categoria dei 57 kg, quest’anno si è ripetuta nei 63 kg. «Sono felice di questo secondo titolo consecutivo – racconta molto sinteticamente Flavia - Per certi versi me lo aspettavo e diciamo che era quasi d’obbligo centrarlo. Ora sono già concentrata sull’appuntamento del campionato europeo che si terrà dal 30 giugno al 2 luglio». Il percorso della Favorini in questo campionato italiano (disputatosi a Riccione) è stato perfetto: al primo turno Flavia s’è trovata di fronte un’avversaria molto scomoda come la triestina Elisa Toniolo, sconfitta al golden score dopo un incontro comunque dominato. Poi è toccata alla sarda Clara Massaglia cedere (per un ippon) alla frascatana che successivamente ha piegato la palermitana Marcella Costa per wazari. In semifinale un altro wazari ha consentito alla Favorini di mettere fuori gioco l’udinese Michelle Kamano e infine nell’atto conclusivo contro la lombarda Martina Lanini, già incontrata ai campionati italiani Juniores, Flavia ha vinto per sanzione al golden score. «La Favorini ha mostrato grande maturità e ha seguito al dettaglio le direttive mie e del maestro Domenico Porcari» ha dichiarato il maestro e presidente dell’Asd Judo Energon Esco Frascati Nicola Moraci. D’altronde che la promettentissima atleta tuscolana si fosse calata alla perfezione nella nuova categoria dei 63 kg l’avevano dimostrato i recenti successi in European Cup nelle tappe di Follonica e Tula (in Russia), prestazioni che assieme a questo titolo italiano le hanno dato il pass per i prossimi campionati europei che si svolgeranno in Lituania. Alla kermesse di Riccione hanno partecipato altri due atleti dell’Asd Judo Energon Esco Frascati: Elisabetta Vivino (52 kg) si è fermata al primo turno per un wazari, ma per lei c’è un attenuante di uno stop di due anni a causa di un infortunio che l’ha indubbiamente condizionata. Discreta la prestazione di Gianluca Proietti (60 kg), eliminato al secondo turno alla sua prima esperienza nei campionati italiani Cadetti.
Il fine settimana in arrivo sarà dedicato ai saggi: sabato dalle ore 17 ci sarà il 41esimo saggio di judo in piazza della Porticella (antistante l’Ombrellino) a Frascati, mentre domenica alle ore 11,30 presso il palazzetto dello sport di via Monviso a Monterotondo Scalo si terrà il saggio dei settori di ginnastica ritmica e artistica.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Sono stati a lungo i padroni del rugby league italiano e delle competizioni svolte sotto l’egida della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl). Negli ultimi due anni, però, hanno dovuto masticare amaro e consegnare lo scettro prima a L’Aquila e poi a Reggio Calabria. Ora, però, i Gladiators Roma sembrano un po’ stanchi di applaudire gli altri e hanno iniziato il campionato con un chiaro segnale alle concorrenti. Il 54-16 con cui i capitolini hanno violato il campo della novità Sulmona nella gara inaugurale del campionato italiano 2017 è un modo come un altro per dire “noi ci siamo e stavolta vogliamo arrivare in fondo”. Nella formazione romana che ha vinto in Abruzzo c’è stato anche il debutto assoluto nel rugby league da parte della prima linea classe 1989 Gabriele Sardelli, atleta che nel rugby a 15 ha militato nella formazione romana dello Ianus in serie C2. «Ho conosciuto questa specialità del rugby da poco tempo e da subito mi ha fatto un’ottima impressione. La mia prima partita di league ha confermato questa idea: si tratta di uno sport ancor più dinamico rispetto al rugby a 15, non ci si ferma un attimo». Sardelli si esprime anche sulla sfida di Sulmona. «E’ stata una gara ben giocata da parte dei Gladiators, sin da subito abbiamo messo in campo determinazione e qualità e alla fine il risultato è stato abbastanza largo. Io sono sceso in campo con il chiaro intento di divertirmi e cercare di vivere al meglio questa esperienza: ho dato la mia disponibilità per gli impegni che seguiranno in questo mese di giugno e a luglio perché voglio che questa del rugby league non rimanga una parentesi». Buono anche l’impatto con il gruppo dei Gladiators. «Il livello è estremamente alto e questo non può che farmi piacere – spiega Sardelli – Siamo una squadra molto competitiva e vogliamo essere tra le protagoniste del campionato anche se, essendo alla prima esperienza, non conosco il livello delle avversarie».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Under 17 maschile del settore pallanuoto del 3T Frascati Sporting Village ha chiuso la stagione alla grande. La squadra di coach Federico Piccioni, domenica sera, ha vinto l’ultima decisiva partita nel torneo organizzato dall’Ede Nuoto di Roma e si è portata a casa il torneo. Una manifestazione svoltasi su tre tappe in cui le quattro squadre presenti hanno disputato un girone all’italiana: i ragazzi del 3T Frascati Sporting Village hanno prima battuto i padroni di casa dell’Ede, poi hanno piegato il Tuscolano e infine nella decisiva sfida di domenica hanno superato per 7-5 la Roma Arvalia, anch’essa a punteggio pieno dopo i primi due match. «Il torneo è stata semplicemente una conferma dell’ottima stagione di questi ragazzi – spiega Piccioni – L’ultima sfida è stata molto bella e tirata, ma siamo riusciti a spuntarla e ci siamo tolti anche questa soddisfazione». D’altronde il finale di stagione dei ragazzi dell’Under 17 era stato in crescendo anche in campionato coi frascatani che per la prima volta hanno affrontato una categoria nazionale. «Dopo un inizio non semplice, abbiamo chiuso a tre punti dal Roma Racing primo classificato – ricorda Piccioni – E tra l’altro al ritorno abbiamo anche battuto la capolista, segno di un cammino che è decisamente migliorato settimana dopo settimana». La stagione di questa squadra è solo formalmente finita, o almeno lo è per la categoria Under 17: questi stessi ragazzi, infatti, stanno giocando anche il campionato Under 20 (con l’aggiunta di un solo elemento che è fuori età per l’Under 17). «Mancano due partite alla fine del torneo regionale a cui abbiamo preso parte: pure in questo caso siamo in ballo per chiudere al secondo posto. Nel turno di domenica prossima, il penultimo del girone, ospiteremo quella Villa Aurelia che è seconda in classifica con due punti di vantaggio. In caso di vittoria li scavalcheremmo e potremmo chiudere da vice campioni regionali questa competizione». Per non farsi mancare nulla, i ragazzi dell’Under 17 saranno a Lerici (in Liguria) nei primi giorni di luglio per una sessione di allenamento e magari anche qualche amichevole con altri club: un’ultima esperienza prima di salutare una stagione altamente positiva.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il settore calcio a 5 del Tc New Country Club Frascati si prende la scena. Le due squadre coordinate dal responsabile Fabio La Scala hanno ottenuto nel giro di pochi giorni due importanti successi. Gli ultimi in ordine di tempo sono stati i ragazzi del gruppo 2006 che lunedì sera hanno trionfato al torneo Sant’Anna. Nell’ultima giornata del girone, infatti, i frascatani hanno battuto per 9-8 una delle due squadre padrone di casa presenti alla manifestazione e sono riusciti a guadagnare la vetta della classifica. «Una partita molto dura in cui i ragazzi sono stati molto determinati e vogliosi di ottenere il successo - spiega La Scala – Sono contento di questa vittoria non tanto per il trionfo in sè, quanto per la gioia che ha saputo dare ai nostri atleti. Loro sono quelli che hanno iniziato assieme a me a fare calcio a 5 al Tc New Country Club e hanno dato un ulteriore dimostrazione del loro valore». Pochi giorni prima era stata la volta del gruppo 2008-09 che La Scala allena assieme al suo collaboratore Guido Sinopoli: la squadra frascatana ha vinto il torneo disputato all’Acquacetosa battendo nell’ultima gara proprio i padroni di casa col punteggio di 6-2. «Il primo tempo è stato abbastanza equilibrato – spiega La Scala -, poi nella ripresa i nostri ragazzi hanno preso il largo vincendo con merito la partita e il torneo. Questo successo indica che anche con loro siamo sulla buona strada». L’attività stagionale del settore calcio a 5 del Tc New Country Club Frascati è praticamente giunta al termine anche se La Scala ci tiene a ricordare che «andremo avanti con gli allenamenti fino al 30 giugno anche per gettare le basi in vista della prossima stagione». In cui bisognerà prendere decisioni importanti. «A mio parere il settore calcio a 5 è pronto per disputare un campionato vero e proprio: l’idea è quello di iscrivere il gruppo al torneo organizzato dall’ente promozionale Csi, ne parleremo col direttore sportivo del circolo Marcello Molinari per capire quali sono le intenzioni del Tc New Country Club Frascati».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Lorenzo Neri c’è. L’atleta dell’Asd Frascati Skating Club ha sfoderato un’ottima prestazione nella gara internazionale andata in scena nei giorni scorsi a Friburgo, in Germania. Il ragazzo, che compirà 17 anni a luglio, ha sbaragliato la concorrenza trionfando nella categoria Jeunesse: decisiva la rimonta nella seconda parte di gara dopo qualche piccolo errore nel programma corto. «Sono contento di questa prestazione – dice Neri – Durante il periodo invernale la preparazione in pista non è proprio semplice e quindi questo appuntamento presentava diverse incognite. Inoltre a questo appuntamento hanno partecipato atleti provenienti da molte nazioni del mondo, compresi gli Stati Uniti che per la prima volta hanno avuto ragazzi in gara in questa tradizionale manifestazione». Neri, allenato da Gabriele Quirini e Anna Iannucci, è rientrato a Frascati (dove è cresciuto sportivamente) nel gennaio 2015 assieme alla sorella maggiore Francesca, che ha 20 anni e da questa stagione gareggia negli Assoluti. «Sono molto soddisfatto dei progressi compiuti in questo periodo – dice l’atleta dell’Asd Frascati Skating Club – Abbiamo lavorato su sei nuovi salti e questo è sicuramente un fatto importante per arricchire il mio percorso tecnico. Sono tornato a Frascati perché ho capito che c’era la possibilità di essere allenato dal migliore allenatore del mondo, Gabriele Quirini, e da un altro tecnico di grandissimo spessore come Anna Iannucci. Con loro abbiamo studiato un programma di preparazione che ci dovrà far arrivare in un’ottima condizione all’appuntamento coi campionati italiani a inizio luglio». Prima, però, Neri (che è campione europeo in carica della categoria Jeunesse) dovrà sostenere un’altra gara internazionale. «Nel prossimo fine settimana parteciperò ad un’altra gara internazionale, il trofeo “Sedmak” di Trieste. Anche in quel caso il livello sarà molto competitivo e spero di ottenere altre risposte confortanti, anche se come detto l’obiettivo che ho in testa è di arrivare al meglio ai campionati italiani». Chiusura su un eventuale “parallelo” con la sorella Francesca: «Chi è più forte tra noi? Io nei salti, anche per il fatto di essere un uomo e di avere maggiore potenza, mentre lei è più brava sulle trottole e sui movimenti di quel tipo». L’Asd Frascati Skating Club se li gode entrambi.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Non ci poteva essere migliore conclusione per gli atleti dell’Asd Frascati Skating Club che hanno partecipato all’ultima tappa del Trofeo Lazio andata in scena lo scorso fine settimana nel centro sportivo “Tre Fontane” di Roma. Sotto gli occhi dei tecnici Valeria Pucci, Carlotta Andracchio e Galassia Brunetti (per l’artistico) e di Francesco Mazzesi e Giamprisco Bove (per il freestyle) sono stati davvero numerosi i podi ottenuti dagli atleti frascatani, autori di una prova complessivamente molto positiva. Addirittura in dieci sono riusciti a trionfare nella classifica finale del Trofeo Lazio, quella che sommava i punteggi delle varie prove di questa manifestazione che è ormai un appuntamento fisso per le società di tutta la regione. Nove di questi dieci hanno avuto la soddisfazione di abbinare la vittoria del Trofeo Lazio a quella dell’ultima tappa: nello specifico sono riusciti in questa impresa Gabriele D’Uffizi (anno di nascita 2008), Anastasia Rabbù (2010), Sofia De Carlo (2010), Flavio Fatale (2008), Diletta Quattrociocchi (2010), Anna Claudia Ventura (2009), Valerio Massimo Paoletti (2007), Diana Valente (2008) e Maia Valente (2011). La decima vincitrice del Trofeo Lazio (specialità artistico) per l’Asd Frascati Skating Club è stata Maya Urso, terza classificata nell’ultima prova. Sempre nell’artistico sono riuscite a salire sul primo gradino del podio dell’ultima tappa anche Julia Monteferri (2011), Sofia Cassandra (2008), Silvia Tullio (2003), Rebecca Giulia Calì (2005) e Lucrezia Galli (2003), mentre hanno terminato al secondo posto Fabiana Potenziani (2001), Desiree De Santis (2009) e Eugenia Fasolino (2003) e al terzo Gaia Ceccacci (2009), Serena Caressa (2004) e Chiara Iadecola (2002).
Ottimi risultati anche dal settore freestyle dove Gaia Vigorito è arrivata prima e Giorgia Sellitri e Leonardo Vigorito secondi nella gara riservata ai nati dal 2010 al 2012. Bel terzo posto di Livia Consul in quella riservata agli anni 2004-2006. Infine va segnalato che l’Asd Frascati Skating Club si è piazzato al primo posto (su sei società) nella classifica complessiva per club della specialità freestyle, mentre nell’artistico il sodalizio tuscolano ha ottenuto il settimo posto (su 20 società). 
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Asd Judo Energon Esco Frascati ancora sugli scudi. Sabato e domenica ad Osimo (nelle Marche) si è svolto il “Trofeo Sakura” che ha visto la partecipazione di oltre 1000 atleti in gara in rappresentanza di circa 70 società provenienti da ogni regione d’Italia. Nel primo giorno della manifestazione hanno gareggiato le classi pre-agoniste di Fanciulli e Ragazzi. Nel primo caso l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha schierato un solo atleta, Sara Alivernini (categoria 32 kg), che si è aggiudicata il primo posto vincendo i suoi combattimenti prima del limite. Ben più corposa la partecipazione del sodalizio tuscolano nella classe Ragazzi e tutti gli atleti si sono stati autori di brillanti prestazioni. Ben quattro giovani judoka hanno vinto la medaglia d’oro: Nicolò Perotti (30 kg), atleta giovanissimo che ha sfoderato una gran grinta e seppur con avversari che sembravano più aitanti ed esperti è riuscito a prevalere per la sua grande determinazione; Simone Antonelli (33 kg) ha finalmente sfoderato una gara all’altezza delle sue enormi potenzialità: concentrato e freddo, ha saputo aspettare il momento opportuno per portare l’attacco vincente; Matteo Cusano (36 kg), ormai abituato ai primi posti, è stato implacabile nella lotta a terra immobilizzando gli avversari nella sua stretta implacabile; Niccolò Mazzarelli (50 kg) ha sbaragliato la concorrenza grazie anche alla grinta dimostrata e soprattutto sorprendendo gli opponenti di turno con attacchi da ambo i lati. Buone anche le prove nella categoria 50 kg di Alessandro Pastizzo (che ha esordito timidamente, ma si è poi riscattato conquistando un argento meritatissimo) e di Lorenzo Botticelli che è salito sul gradino più basso del podio. Domenica, poi, è stata la volta delle classi agonistiche: qui l’Asd Judo Energon Esco Frascati è stato rappresentato da un ristretto numero di atleti. Negli Esordienti A Mattia Gemmiti, dopo il titolo laziale vinto la domenica precedente, si è confermato il più forte della sua categoria (36 kg) con tre incontri vinti per ippon, dimostrandosi un talento in continua crescita. Nella categoria 40 kg, Federico Petrini si è dovuto accontentare del bronzo, peccando di esperienza e concentrazione nell’incontro di debutto, ma rifacendosi nei recuperi fino a salire sul podio. Meno brillante la prova di Emanuele Centioni nella categoria 50 kg, eliminato al primo turno. Negli Esordienti B il club del maestro Moraci ha schierato ben cinque atleti: Valerio Del Bugaro (55 kg), Leonardo Faraone (60 kg), Flavio Favorini (50 kg), Edoardo De Pascalis (50 kg) e Priscilla Zibellini che non sono riusciti a piazzarsi tra i primi cinque, alternando ottime prove ad altre meno convincenti. Nella classe Cadetti, infine, l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha contato sul solo Leonardo Billi poiché gli atleti di punta sono stati preservati per le finali dei campionati italiani di Riccione che si svolgeranno il 3 e 4 giugno prossimi: il giovane atleta tuscolano, che non aveva partecipato alle qualifiche, ha primeggiato alla grande con dei potenti uchi mata nella categoria dei 73 kg. Ottima e convincente la prova di Veronica Farina (classe Junior, categoria 52 kg) che saliva sul gradino più alto del podio battendo le sue avversarie per ippon e collezionando punti per l’agognata cintura nera. Sfortunata, tra i Senior, la prova di Daniele Mattozzi (66 kg) che si doveva fermare per infortunio.


 

Sport
immagine

Redazione

Roma – La scorpacciata internazionale, vale a dire la bellissima e vincente trasferta dell’Italia sul campo della Grecia, è stata da poco messa alle spalle. Ma non c’è tempo per respirare perché le attività della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) entrano nel vivo già da questo fine settimana. Il dado è tratto, il calendario è stato delineato e a parlarne è Luca Ruggeri, uno degli organizzatori del nuovo campionato di rugby league italiano che si svolgerà sotto l’egida della Lirfl (e quindi anche di Fir e Coni). «La gara inaugurale si terrà sabato prossimo alle ore 17 a Sulmona: in campo la squadra abruzzese, che rappresenta una novità assoluta nel mondo del rugby league italiano, e i pluridecorati Gladiators di Roma». Questi ultimi sono alla ricerca del titolo che era ormai diventata abitudine nei primi anni del campionato italiano di rugby league e che invece negli ultimi due anni ha visto lo scudetto girovagare tra L’Aquila e Reggio Calabria. La voglia dei capitolini di tornare ad essere protagonisti si scontrerà, dunque, con l’entusiasmo del Sulmona che si presenta al campionato italiano da possibile outsider. Il girone centro sarà completato dalla presenza dell’altra squadra abruzzese dell’Aquila Neroverde per un triangolare tutto da gustare: il secondo match (in programma tra il 17 e il 18 giugno) sarà quello tra L’Aquila e Sulmona, mentre chiuderà il cerchio la sfida tra Gladiators e L’Aquila. Molto semplice anche la formula che riguarderà i gironi Nord e Sud Italia che proporranno sfide di andata e ritorno: nel primo caso a contendersi il passaggio del turno saranno i toscani del Puma Campi Bisenzio e l’Hammers Umbria (conquistatore delle ultime due edizioni della Coppa Italia), mentre nel meridione saranno di fronte i siciliani della Syrako e i calabresi dei Crociati. La finalissima che assegnerà lo scudetto è stata programmata per il prossimo 15 luglio allo stadio Centi Colella di L’Aquila che ha già ospitato quest’anno le finali di Coppa Italia e il primo match tra Italia e Grecia (poi “replicato” con la recente sfida di Atene). Nel week-end precedente, invece, si disputeranno le semifinali e un sorteggio deciderà chi avrà l’opportunità di giocare in casa.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – «Siamo felici per l’interesse che anche questa edizione del Future internazionale Atp “Città di Frascati” ha destato tra gli appassionati e anche gli amici sponsor della manifestazione». Le parole pronunciate dal direttore sportivo Marcello Molinari durante la cerimonia di premiazione sono evidentemente ricche d’orgoglio per un’edizione 2017 del Future che non solo è stata più ricca a livello economico (col montepremi salito fino a 15mila dollari), ma che ha proposto anche un tennis di alto livello tecnico. «Spero che qualcuno dei ragazzi che ha partecipato quest’anno possa in futuro far parlare di sé nel panorama tennistico mondiale che conta» ha aggiunto Molinari che, assieme a tutta l’organizzazione, ha voluto assegnare il premio intitolato a Mario Belardinelli all’atleta russo classe 2000 Alen Avidzba. Significativo anche l’intervento del presidente del comitato regionale della Fit Roberto Commentucci che si è complimentato anche pubblicamente col Tc New Country Club Frascati «per la perfetta organizzazione della manifestazione e per la passione da sempre messa in campo da Marcello e Modesto Molinari». Un breve saluto anche dallo stesso Modesto Molinari che poi ha premiato il vincitore dell’edizione 2017, l’ecuadoregno Gonzalo Escobar, il quale si è imposto per 6-1, 6-2 in poco più di un’ora di gioco sul croato Viktor Galovic. Una finale praticamente a senso unico in cui il mancino sudamericano ha avuto gioco facile nei confronti del bravo avversario croato, condizionato anche da un problemino alla schiena. Nelle semifinali Escobar, tra l’altro numero 7 del seeding e attuale 539 del ranking Atp, aveva estromesso il forte australiano Alex Bolt (numero 3 del tabellone) e in precedenza aveva sorpreso la testa di serie numero 1, l’argentino Collarini. Meno tortuoso il percorso di Galovic che, da numero 6 del tabellone, ha incrociato la prima testa di serie solo in semifinale: in quel caso ha battuto il migliore degli italiani, quell’Adelchi Virgili (numero 5 del seeding) che è stato piegato in due set. Se ieri mattina si è concluso (di fronte a una buona cornice di pubblico) il torneo del singolare, il giorno precedente era calato il sipario su quello di doppio: a trionfare, in quel caso, è stata la coppia australiana composta dallo stesso Bolt assieme a Jason Kubler che ha piegato in due set per 6-1, 7-6 (6) il duetto azzurro formato da Federico Maccari e Andrea Vavassori, numero 3 del tabellone.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – La stagione della serie A2 femminile del 3T Frascati Sporting Village si è ufficialmente conclusa ieri mattina nella piscina delle napoletane dell’Acquachiara che si sono imposte per 11-8 sulle ragazze di coach Andrea Casaburi. «Una partita positiva al di là del risultato finale – commenta il tecnico frascatano – anche se nelle ultime settimane è stato piuttosto evidente un calo delle motivazioni da parte del gruppo, causato dall’impossibilità di riuscire a raggiungere il sogno legato al terzo posto che sarebbe valso i play off». Casaburi traccia quindi un bilancio sull’intera stagione della prima squadra del club del presidente Massimiliano Pavia. «Siamo arrivati al sesto posto, chiudendo un “trenino” di squadre che ha lottato a lungo per il vertice, ma credo che questa squadra avrebbe meritato di più. I motivi per cui non siamo arrivati più in alto? Un po’ di sfortuna, come i k.o. di due giocatrici importanti come Federica Tagliaferri e Carlotta Ricciardelli in un momento decisivo di stagione quando la squadra stava esprimendosi molto bene, ma anche qualche errore da parte nostra. Credo che nel complesso, comunque, la stagione possa essere considerata abbastanza positiva». Il 3T Frascati Sporting Village ha comunque costruito cose importanti nel corso di questa stagione. «Vorrei ringraziare le ragazze per l’atteggiamento e l’impegno tenuto durante tutta la stagione: Flavia Muccio che con 51 reti è stata il capocannoniere della squadra, le giovani classi 1996 Margherita Mandara (24 gol per lei, ndr) e Giorgia Perazzetti che hanno giocato da veterane, le ex Sis Roma Giulia Tomassini e Giulia Di Marcantonio, Michela Caterini che ha disputato un’ottima seconda fase di campionato e tutte le ragazze dell’Under 19 che hanno fatto parte in pianta stabile dell’organico della prima squadra. Ripartiremo dalle atlete che hanno mostrato un forte senso di appartenenza ed in generale dalle cose positive che si sono viste in questa annata».
Se per la serie A2 femminile l’annata è ufficialmente conclusa (anche se la squadra continuerà ancora gli allenamenti nelle prossime settimane), per Casaburi c’è da seguire lo sviluppo del campionato Under 15 maschile (sempre da lui allenata): i giovani ragazzi frascatani hanno conquistato dieci vittorie su dieci e si sono già qualificati per i quarti di finale della categoria.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Non è ancora terminata la stagione del Volley Club Frascati. In particolare sarà un week-end importante per l’Under 12 femminile affidata a Patrick Mineo (che è anche direttore tecnico del club tuscolano). «Con le ragazze – spiega l’allenatore – saremo in trasferta domenica a Cittaducale per i quarti di finale del campionato di categoria. Ma questo gruppo ha iniziato la stagione senza avere pressioni di risultato di alcun tipo, tanto che in un primo momento avremmo voluto iscrivere la squadra nella categoria Elite e invece alla fine abbiamo deciso di inserirla nel promozionale proprio per dare alle ragazze la possibilità di giocare tutte con maggiore continuità e in un torneo dal livello meno complicato. Con lo stesso spirito affronteremo anche questo quarto di finale: se dovessimo riuscire a vincere ne saremmo ovviamente felici, ma se non dovessimo farcela non ne faremmo certo un dramma. Le nostre atlete hanno fatto un grande girone di ritorno chiudendo il loro raggruppamento al primo posto e ora si giocano con serenità queste finali, ma l’obiettivo principale per questa squadra è stato quello di preparare le ragazze per il prossimo campionato Under 13 e devo dire che sono emerse potenzialità importanti». D’altronde il progetto del Volley Club Frascati è fondato proprio su queste categorie, il vero “cuore pulsante” dell’attività. «Credo che negli ultimi mesi la nostra società è diventata un polo importante per l’attività di settore giovanile e questo è dovuto al certosino lavoro fatto nel tempo in palestra da tutti i tecnici e a livello organizzativo dalla società. Non è semplice fare questo tipo di discorsi perché spesso i risultati tardano ad arrivare, ma le risposte dei gruppi Under 12, Under 13 e Under 14 testimoniano che siamo assolutamente sulla strada giusta».
Ma il Volley Club Frascati vivrà un week-end speciale non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello delle emozioni: domenica, a partire dalle ore 15 presso il palazzetto dello sport di Vermicino, andrà in scena un torneo dedicato alla memoria di Luciano Di Virgilio che fu per tanti anni giocatore nella società tuscolana.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Altri allori per l’Asd Frascati Skating Club. Sono arrivati dal campionato regionale della specialità artistico, tenutosi nello scorso fine settimana presso l’impianto di via Tito a Roma e sotto gli occhi dei tecnici del club tuscolano Anna Iannucci e Gabriele Quirini. Nella categoria maggiore, quella dei Senior, ha rispettato i pronostici Luca Lucaroni: il campione del mondo in carica è stato protagonista della solita esibizione di gran classe e ha portato a casa il titolo regionale. Molto bene anche Francesca Neri, seconda classificata in una gara che ha visto partecipare la Nemesio, altra campionessa iridata (nel Lazio il livello di competitività è altissimo). Doppietta, infine, anche nella categoria Jeunesse: sul gradino più alto si è piazzato Lorenzo Neri (il fratello di Francesca), mentre alle sue spalle è arrivato Alessio Coltella. Nessun podio, ma prove confortanti anche nella categoria Giovanissime dove tre atlete hanno fatto l’esordio assoluto: Viola Cannavale, Emma Vagnoli e Giulia Ulisse sono uscite dalla pista a testa alta. Nei giorni precedenti, invece, si erano tenuti i campionati regionali delle Divisioni Nazionali dove si era registrato l’ottimo terzo posto di Ilaria Ronchetti (categoria Dnd) e quello di Giulia Bizzarri tra gli Esordienti. «Siamo molto contenti del comportamento dei nostri atleti che ancora una volta hanno tenuto alti i colori dell’Asd Frascati Skating Club – dice il presidente Claudio Valente – Se da Lucaroni è arrivato un successo pressoché scontato, è davvero significativo il secondo posto di Francesca Neri che è al primo anno nella categoria Senior e che si è “arresa” solo alla campionessa del mondo. Molto bene anche la coppia vincente della categoria Jeunesse con Lorenzo Neri e Coltella che hanno “scavato un solco” notevole con il terzo classificato, segno di una gara praticamente dominata. Per tutti loro, tra l’altro, assieme al podio regionale è arrivata la conseguente qualificazione ai campionati italiani della loro categoria. Siamo felici anche dei podi nella Dnd della Ronchetti e negli Esordienti della Bizzarri che è approdata quest’anno nel nostro club. C’è soddisfazione anche per le prestazioni delle Giovanissime, in particolare della Ulisse che da appena un anno fa pattinaggio e ha mostrato sin da subito potenzialità importanti». Il club tuscolano si appresta ora a partecipare con un folto gruppo di atleti (circa 80) all’ultima prova del Trofeo Lazio in programma sabato e domenica al “Tre Fontane” di Roma. 
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Asd Judo Energon Esco Frascati ha colpito ancora. Stavolta lo ha fatto nello scenario del PalaGelsomini di Roma dove nel week-end si sono tenuti i campionati regionali di varie classi, in particolare Esordienti A (al sabato) e Cadetti. Tutti sul podio i sei ragazzi frascatani che hanno partecipato nella prima classe con Mattia Gemmiti ad ottenere il risultato più importante: l’atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha sfoderato una prestazione perfetta nella gara della categoria 36 kg, aggiudicandosi il primo posto e il conseguente titolo di campione regionale. Doppio argento per Federico Petrini (nella categoria 40 kg) e per Emanuele Centioni (50), mentre sono saliti sul gradino più basso del podio Roberta Cipolletti (40 kg), Lorenzo Liciani (+60 kg) e la sorprendente Eveline Van Bemmelen che ha combattuto nella gara dei 52 chili, per mancanza di avversarie in quella dove combatte generalmente (i 44 kg) e in quella superiore (48).
Il giorno successivo sono scesi sul tatami i Cadetti e anche in questo caso l’Asd Judo Energon Esco Frascati ha potuto applaudire le prestazioni dei suoi ragazzi: la più brillante è stata Elisabetta Vivino, piazzatasi al terzo posto nella categoria 52 chili. Grazie a questo risultato l’atleta tuscolano si è qualificata ai campionati italiani che si terranno il 3 e 4 giugno prossimi. Non ce l’hanno fatta pur disputando una buona gara sia Noemi Van Bemmelen che Luna Guidi Blasi (entrambe 57 kg) e allo stesso modo è stato sfortunato Edoardo Crudele (60 kg) che, dopo aver vinto tre incontri, ha ceduto in quello decisivo per accedere ai campionati italiani.
Infine non è stata accompagnata dalla sorte nemmeno la prova di Flavia Favorini, impegnata nella tappa dell’European Cup di scena a Bielsko Biala (in Polonia). La promettente atleta dell’Asd Judo Energon Esco Frascati ha terminato al settimo posto dopo aver perso (nel tabellone principale) al golden score con la campionessa giapponese Ayumi che ha poi vinto la prova e dopo aver lottato senza fortuna nel decisivo incontro per il terzo gradino del podio.
Fuori dalle competizioni ufficiali, va segnalata la consueta presenza della società tuscolana alla manifestazione scolastica “Sport in classe” tenutasi nei giorni scorsi a Frascati in cui i tecnici del club hanno mostrato agli studenti le basi del judo.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Un’altra grande vittoria. L’Italia del rugby a 13 non fa sconti alla Grecia e anche ad Atene si impone con un netto 56-0 sugli ellenici, già battuti per 51-13 a inizio marzo nel test match disputato a L’Aquila. Gli azzurri della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) si sono così portati a casa la “Episkyros Cup”, trofeo così chiamato per ricordare un antico gioco greco con la palla molto simile al rugby. Ottime indicazioni per lo staff tecnico azzurro che ha ottenuto ampie e rassicuranti risposte da parte di tutti i 17 azzurri, compresi gli “ultimi arrivati” nel gruppo vale a dire Marco Lecce e Dario Marino, convocati dell’ultima ora. L’Italia ha iniziato il match con grande intensità, nonostante la giornata davvero afosa di Atene (che ha costretto gli arbitri a un “mini time out” per tempo per permettere agli atleti di rinfrescarsi un po’), e la Grecia si è sciolta in fretta come dimostra il netto vantaggio ottenuto dagli azzurri già all’intervallo (30-0). Nella ripresa la Nazionale non ha mollato la presa e ha continuato a produrre buone trame offensive, dimostrando anche un’ottima compattezza dal punto di vista difensivo. Il punteggio si è divaricato fino al 56-0 che ha testimoniato la netta superiorità italiana. Buona la prestazione da parte di tutti gli azzurri scesi in campo, ma alla fine è stato l’atleta degli Hammers Umbria Alessio Batini ad essere votato come il “man of the match” dell’incontro, tra l’altro disputatosi sotto l’egida della nuova federazione internazionale denominata World Rugby League.
   
Questa la “sequenza” delle mete dell’incontro con gli ellenici
Nel primo tempo: 8’ Mistichelli (trasformata Valenti, 6-0), 10’ Ippoliti (non trasformata Valenti, 10-0), 16’ Santavenere (trasformata Valenti, 16-0), 17’ Ippoliti (non trasformata Valenti, 20-0), 28’ Ippoliti (non trasformata Valenti, 24-0), 33’ Mistichelli (trasformata Valenti, 30-0).
Nel secondo tempo: 7’ Lavini (non trasformata Marino, 34-0), 10’ Di Fiore (non trasformata Mistichelli, 38-0), 16’ Santavenere (non trasformata Marino, 42-0), 19’ El Gassaaoui (non trasformata Marino, 46-0), 30’ Batini (non trasformata Marino, 50-0), 33’ Ruggio (trasformata Marino, 56-0).
Man of the match: Batini

Questa la lista degli azzurri scesi in campo ad Atene: Cristiano Lavini, Andrea Picchi, Alberto Santavenere, Alessandro Ippoliti, Leonardo Di Fiore, Marco Lecce e Marco Mistichelli (Gladiators Roma), Giuseppe Valenti, Marco Mancini, Lorenzo Imbalzano, Gianmarco Mercurio e Luca Ruggeri (L’Aquila Neroverde), Alessio Batini e Elias Ligi (Hammers Umbria), Camel El Gassaaoui, Dario Marino e Vincenzo Fazzino (Syrako).
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Se la tappa di Coppa del Mondo di fioretto maschile e femminile in programma a Shangai è stata (insolitamente) avara di risultati, il Frascati Scherma si è “rifatto” coi suoi promettenti atleti del Gpg, protagonisti di ottime prestazioni nei campionati regionali andati in scena a Roma nello scorso fine settimana. Per ciò che concerne la spada, è arrivato un notevole terzo posto per Anastasia De Luca (categoria Allieve), poi Alice Porro e Ludovica Nicastro (Giovanissime) hanno ottenuto rispettivamente un quinto e un ottavo posto, mentre Aldo Nicastro (Allievi) ha chiuso ottavo. Nella sciabola primo posto per Matteo Simeone (Giovanissimi), secondi per Francesca Burli (Allieve), Amelia Giovannelli (Ragazze, categoria dove sono arrivati anche il sesto posto di Beatrice Montedoro e il settimo di Ludovica Lucarini) e Giovanni Roussier Fusco (Allievi, dove Andrea Ridolfi ha terminato ottavo) e terzi per Sofia Giammarioli (Giovanissime, dove Elena Furfaro, Sofia Oggiano e Giulia Chignoli hanno ottenuto rispettivamente quinto, sesto e ottavo posto), Flavio Vinci (Ragazzi) ed Edoardo Reale (Maschietti, dove Andrea Roussier Fusco ha ottenuto il quinto posto e Tiziano Tomassetti l’ottavo). Infine due campioni regionali nel fioretto: si tratta di Martina Conti (Ragazze, dove Francesca Faedda ha chiuso ottava) e Mattia Raimondi (Ragazzi, dove Gianmarco Gridelli è salito sul terzo gradino del podio, Flavio Iacuitti ha finito sesto e Alessandro Marchetti settimo. Bene anche Alice De Belardini (seconda nelle Giovanissime dove Nicole Capodicasa ha terminato sesta), Valerio Vinciguerra (terzo tra gli Allievi dove Davide Pellegrino ha chiuso settimo) e Riccardo Bruschi (terzo nella gara Maschietti che ha visto Michelangelo Belli chiudere al quinto posto). Nei primi otto anche Chiara Ciferri (quinta nelle Allieve) ed Elena Di Stadi (ottava tra le Bambine).
La stagione del Frascati Scherma, comunque, è ancora ben lontana dal terminare e sono diversi gli eventi all’orizzonte. Il primo in ordine di tempo arriverà il prossimo 30 maggio quando a partire dalle ore 18 presso il quartier generale della palestra Simoncelli il club festeggerà tutti i suoi atleti “medagliati” ai recenti campionati europei Under 23, agli europei Under 20 e ai mondiali Under 20.
Altro evento il 4 giugno a partire dalle ore 10 quando sempre alla Simoncelli si disputerà il trofeo “Pio XII” riservato agli Esordienti, alle Prime lame e a tutti i piccoli atleti dell’avviamento alla scherma con grande festa a seguire. Infine sale l’attesa per il consueto “Gran Galà di fine anno” che è stato programmato per mercoledì 21 giugno con inizio fissato alle ore 18,30, di nuovo presso il teatro di Villa Sora: come sempre premiazione dei “Bravi” e “Bravissimi” della stagione e cena a buffet a seguire. Per tutte le informazioni ci si può rivolgere alla segreteria.
 

Sport
immagine

Redazione

Colonna (Rm) – Il settore pattinaggio della Ssd Colonna si è “scatenato” nel fine settimana. I piccoli atleti guidati dalla responsabile Valentina Giordani e dalla sua collaboratrice Giorgia Maria Zaccagnini hanno conquistato ben tre primi, un secondo e un terzo posto nella seconda e ultima tappa del “Pattino d’argento”, tradizionale e partecipata competizione organizzata dalla Uisp presso la splendida struttura capitolina del “Millevoi” al Divino Amore. A trionfare sono stati Lucrezia Romana Ciambella, (classe 2007), Sara Giuliani (classe 2006) e l’unico maschietto del settore pattinaggio del Colonna vale a dire Mario Cascia, classe 2009. Ma oltre a loro sono arrivati anche l’ottimo secondo posto di Giorgia Monticelli (2009) e il terzo di Ilaria Sbaraglia (classe 2006), mentre non sono riusciti a salire sul podio pur facendo delle buone prestazioni Aurora Baldini, Rebecca Cantarini, le sorelle Eleonora e Ilaria Acciari e Giulia Lesdi. «Pattinare su quella pista è sempre un’emozione particolare per tutti i nostri ragazzi, l’impianto è molto bello e può mettere un po’ di “pressione” – spiega la Giordani – A qualche nostra ragazza la tensione ha giocato un brutto scherzo, ma nel complesso sono soddisfatta delle cose che hanno fatto vedere e dei tre successi ottenuti, tra l’altro con doppio trionfo tra la tappa di fine febbraio e quella dello scorso fine settimana». Non c’è troppo tempo per cullarsi sugli allori del “Pattino d’argento”: il settore pattinaggio della Ssd Colonna ha già messo nel mirino i campionati regionali Uisp che si terranno sempre al Divino Amore i prossimi 3 e 4 giugno e ai quali prenderanno parte Emma Bivi (classe 2007), Emma Romagnoli (2008) e Martina Pala (2009), mentre è stato fissato per il 16 giugno il saggio di fine anno che coinvolgerà tutto il gruppo affidato alla Giordani.
Intanto fino alla fine del mese di maggio c’è ancora la possibilità di fare prove gratuite nelle varie discipline della famiglia sportiva della Ssd Colonna, dal calcio al volley, dal basket al pattinaggio e al calcio a 5. Chiunque vorrà potrà così conoscere l’ambiente, oltre ovviamente ai tecnici e alle strutture di cui dispone il club. Inoltre, sempre nel mese di maggio c’è la possibilità di pre-iscriversi alla prossima stagione agonistica (che partirà tra fine agosto ed inizio settembre) con uno sconto di 50 euro sulla quota d’iscrizione. Per tutte le informazioni ci si può rivolgere alla segreteria recandovisi dal lunedì al venerdì dalle 16,30 alle 19 oppure telefonando al numero 06/94738867.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – E’ iniziata da sabato, nonostante qualche improvviso acquazzone, la 17esima edizione del Future internazionale Atp “Città di Frascati”, organizzato dal Tc New Country Club. Una kermesse ancor più ricca rispetto a quelle passate: il crescente sostegno degli sponsor e la visibilità di un torneo in costante ascesa ha permesso al circolo tuscolano di mettere in palio un montepremi da 15mila dollari che verrà diviso tra il torneo singolare maschile e quello di doppio, con le finali programmate rispettivamente per domenica e venerdì prossimi. E sin dalle prime battute si è notato che la qualità degli incontri è indubbiamente di buon livello. Molti occhi erano puntati sull’australiano Jason Kubler, uno capace di arrampicarsi fino al 136esimo posto del ranking Atp alla fine del 2014 salvo poi precipitare nella classifica mondiale a causa di un grave infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fermo a lungo. Kubler, che tra l’altro è stato semifinalista nel recente torneo di Lleida (in Spagna), è dovuto partire dalle qualificazioni e ieri si è sbarazzato dell’olandese Floris Van Den Brink col punteggio di 6-0, 6-4, guadagnando così l’accesso al tabellone principale i cui incontri iniziano proprio oggi. Bene anche il numero 2 del tabellone delle qualificazioni, l’italiano Corrado Summaria, che ha vinto e convinto contro il connazionale Federico Bertuccioli (6-3, 6-0). Da stamattina, come detto, partono gli incontri del main draw: la testa di serie numero uno del tabellone è l’argentino Andrea Collarini, che tre anni fa riuscì a raggiungere il 186esimo posto della classifica mondiale Atp e che attualmente è al 328esimo posto, mentre il numero due del seeding è l’italiano Lorenzo Frigerio, attuale 442 del ranking mondiale. Da tenere d’occhio pure l’altro australiano Alex Bolt, capace nel marzo 2015 di arrivare a toccare il posto numero 160 nella classifica individuale e l’anno prima di essere numero 93 in quella del doppio. Nel tabellone principale ci sarà anche Gianluca Di Nicola, attuale numero 674 del mondo che l’anno scorso riuscì a trionfare nel “Città di Frascati” e che quest’anno proverà a ripetersi.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Ottime notizie per il settore nuoto per salvamento del 3T Frascati Sporting Village. Le ragazze del responsabile Udo Paolantoni (affiancato per l’occasione dai tecnici Cristiano Mariani e Simone Di Lorenzo) hanno affrontato a testa altissima la prova dei campionati regionali estivi, andata in scena ieri a Civitavecchia. Il gruppo del club del presidente Massimiliano Pavia ha riportato a casa tre medaglie, tutte dello stesso metallo (il bronzo). Sugli scudi Eleonora Priora, autrice di una personale “doppietta” nella categoria Juniores: l’atleta tuscolana, “prestata” dal settore nuoto, ha strappato il terzo posto sia nella gara dei 200 ostacoli che in quella del 50 manichino. Ancora una volta, poi, la staffetta della 4x25 manichino ha confermato il proprio spessore: Livia Puggioni, Sara Dell’Ospedale, Melissa Mura Cittadini e Beatrice Gueli hanno ottenuto l’altra medaglia di bronzo del 3T Frascati Sporting Village, sfoderando un’ottima prestazione collettiva. Ma tutte le otto ragazze scese in vasca a Civitavecchia hanno soddisfatto il responsabile del settore salvamento Udo Paolantoni. «Siamo molto contenti di quanto abbiamo visto durante la prova dei campionati regionali estivi – spiega – Tutto il gruppo ha dimostrato grande voglia di fare e spirito di sacrificio: in questo senso è stata emblematica la partecipazione di Valentina Priori nella categoria Ragazze e Francesca Antonini tra le Juniores che hanno gareggiato nonostante un infortunio fortemente condizionante. Loro, così come Zineb Hamidi nella categoria Ragazze, non sono riuscite a centrare la qualificazione per i campionati italiani che si terranno nella seconda settimana di luglio a Roma, ma sono state assolutamente all’altezza della situazione». Proprio l’appuntamento tricolore è quello a cui lavoreranno d’ora in avanti le atlete tuscolane: oltre alle atlete che hanno conquistato la medaglia nella kermesse di Civitavecchia, ha staccato il “pass” per i campionati italiani anche la stessa Puggioni (componente della staffetta) nelle prove individuali di 50 manichino e 100 ostacoli.
 

Inizio
10 successivi >>
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX OFFICINASTAMPA SEPARATORE 5PX SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact