Tag Titolo Abstract Articolo
DISTANZIATORE
Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Ancora grandi soddisfazioni per l’Asd Frascati Skating Club ai campionati italiani che si sono svolti a Ponte di Legno (provincia di Brescia). Dopo il trionfo tra i Seniores di Luca Lucaroni nella prova di coppia (al quale si è aggiunto l’ottimo quinto posto di Francesca Neri nel libero), la società del presidente Claudio Valente ha festeggiato altre due medaglie nella categoria Jeunesse, vale a dire quella giovanile che comprende i nati nel 2000 e 2001. Lorenzo Neri (il fratello di Francesca) ha strapazzato la concorrenza e ha trionfato nel libero: un’esibizione perfetta che ha meritato voti altissimi e ha fatto stropicciare gli occhi ai presenti. Molto bene anche Alessio Coltella che nella medesima gara ha ottenuto un quinto posto di tutto rispetto. «I ragazzi hanno fatto delle esibizioni eccezionali – dice con orgoglio Anna Iannucci, presente all’appuntamento lombardo e allenatrice dei due atleti assieme a Gabriele Quirini – Lorenzo è stato semplicemente mostruoso e ha portato in pista delle difficoltà che raramente si vedono in questa categoria, ma che sono più “consone” a quelle superiori. Anche Alessio è stato molto bravo e si è andato a prendere la meritata medaglia nella gara di coppia». Coltella, infatti, è riuscito a salire sul gradino più basso del podio assieme a Giulia Pittorru (atleta tesserata per un club emiliano), dimostrando una volta di più la propria poliedricità. «E’ uno capace di fare bene in molte discipline, tra un po’ valuterà su quale specializzarsi». La Iannucci esprime tutta la sua soddisfazione per la crescita di Neri e Coltella. «Sono già professionisti nella testa e nella voglia di migliorare. La loro vita ruota attorno allo sport e sono concentratissimi sulle attività federali che li vedono impegnati nel corso della stagione. Tra l’altro hanno anche rendimenti scolastici molto positivi, quindi si tratta di due ragazzi davvero con la testa a posto». Grazie alle loro prestazioni ai campionati italiani Jeunesse, Neri e Coltella parteciperanno con la Nazionale (uno nel libero e l’altro nella coppia) agli ormai prossimi europei che si terranno a Roana (in provincia di Vicenza) da giovedì prossimo fino al 6 agosto.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Una grande festa per un appuntamento ciclistico che ormai è molto atteso nell’ambiente laziale e non solo. Il Team Coratti ha organizzato la terza edizione del memorial “Francesco Coratti e Ezio Santaroni – Trofeo Bar Scacco” (dedicata alla categoria Juniores) che si è svolta domenica e ha registrato tanta curiosità e interesse da parte di addetti ai lavori e semplici appassionati. A vincere è stato Lorenzo Quartucci del Team Mocaiana Gubbio che si è infilato nella fuga decisiva a tre (assieme all’altro umbro Bruno Aslani) provocata dallo “strappo” del corridore di casa Matteo Prata, atleta della borgata Finocchio che ha provato a dare lo scossone sulla salita di Monte Compatri e che ha poi chiuso al terzo posto. La manifestazione, infatti, ha previsto un percorso di dodici chilometri da ripetere per sei volte con partenza e ritorno su via Casilina, nei pressi della storica autocarrozzeria della famiglia Coratti: l’unica eccezione era programmata per l’ultimo giro in cui, per l’appunto, c’era la deviazione sulle salite verso Monte Compatri. «Siamo molto contenti di come sono andate le cose dal punto di vista organizzativo – dice Simone Coratti, presidente del team organizzatore – La prestazione di Prata ci ha regalato ulteriore soddisfazione: Matteo ha dimostrato una volta ancora di essere molto abile in salita ed è stato tra i protagonisti della manifestazione di domenica, anche se nel finale gli è mancato il guizzo decisivo. Ma Prata si era comportato egregiamente anche qualche giorno fa sulle dure salite della “3giorni orobica” ad Abano Sant’Alessandro, quindi significa che è in un ottimo momento di forma». Per il Team Coratti, presentatosi ai nastri di partenza con dodici ragazzi, da segnalare anche la buona prestazione di Patrick Favaro che si è piazzato al 15esimo posto. Ora il gruppo capitolino guarda avanti ad un altro appuntamento di grande prestigio. «Domenica saremo presenti alla Pescara-Campo di Giove, una gara in linea di 100 chilometri sempre dedicata alla categoria Juniores – chiosa Simone Coratti -. L’anno scorso fummo protagonisti piazzando due nostri atleti ai primi due posti, speriamo di poterci togliere altre soddisfazioni anche in questa edizione».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Il settore del nuoto per salvamento del 3T Frascati Sporting Village ha vissuto una fantastica esperienza. Undici ragazzi dai 12 ai 15 anni (categorie Esordienti A, Ragazzi e Cadetti) hanno partecipato nei giorni scorsi al campionato italiano tenutosi allo Stadio del nuoto di Roma: si tratta di Beatrice Gueli, Sara Dell’Ospedale, Valentina Priori, Melissa Mura, Francesca Antonini, Fabiola Cipri, Eleonora Priora, i fratelli Lidia e Antonio Puggioni, Roberto Chiavacci e Gianmarco Gindre. «Nessuno di loro è riuscito a salire sul podio, ma i nostri ragazzi hanno comunque potuto vivere la magica atmosfera che una simile manifestazione riesce a trasmettere» rimarca Udo Paolantoni, il responsabile tecnico del settore salvamento del 3T Frascati Sporting Village. «Il livello della competizione è stato molto alto con concorrenti arrivati da tutta Italia, inoltre il caldo è stato davvero pesante e ha condizionato un po’ le prestazioni dei nostri ragazzi. Lo stesso si può dire per la preparazione all’evento di coloro che hanno dovuto affrontare gli esami di terza media, ma ripeto che era già molto importante essere presenti a questo appuntamento». Tra le varie esibizioni, vanno sottolineate quella di Chialastri che nei 50 metri manichino ha migliorato tantissimo il proprio tempo cronometrico e quella di Gindre che si è comportato molto bene nei 100 ostacoli. La stagione del settore salvamento del 3T Frascati Sporting Village va dunque in archivio, ma la pausa sarà abbastanza breve e la nuova annata agonistica si aprirà con una ghiotta novità. «Dal 28 agosto al 9 settembre – conferma Paolantoni – faremo alcuni giorni di preparazione tra Frascati e San Felice Circeo per preparare al meglio il nostro debutto assoluto nelle “prove oceaniche” della disciplina, vale a dire quelle che si svolgono in mare aperto. Il 17 settembre, infatti, ci sarà la prova del Trofeo Lazio e il 3T Frascati Sporting Village avrà la sua rappresentanza ai nastri di partenza delle gare che riguarderanno il nuoto frangente, la tavola e le bandierine».
 

Sport
immagine

Redazione

Nettuno (Rm) – Il progetto sportivo Volley Estate ha “partorito” un’altra vera e propria chicca. Da sabato all’ora di pranzo, nella consueta location del Lido Bellavista di Nettuno dove si sono svolti e si svolgeranno tutti gli eventi organizzati dall’associazione dei responsabili Davide Garzi e Riccardo Storti, sbarcherà la “mitica” macchina sparapalloni che è ormai diventata uno strumento di lavoro immancabile tra i club professionistici e che per questo ha aumentato a dismisura la sua “fama” anche tra i dilettanti. Da sabato, tutti gli appassionati di volley di qualsiasi età e sesso potranno cimentarsi in maniera totalmente gratuita e libera con la macchina sparapalloni: un’occasione probabilmente unica per tanti appassionati e atleti della pallavolo dilettante, un piccolo grande sfizio che sarà possibile togliersi grazie all’iniziativa studiata da Volley Estate. La macchina sparapalloni è ormai ritenuto uno strumento tecnico fondamentale nelle sessioni di allenamento dei più importanti club italiani e stranieri: il dispositivo è capace di regolazioni ampie sul piano verticale (elevazione di tiro) e sul piano orizzontale (spostamento laterale di tiro), ma anche di dare al pallone effetti float e spin (rotazione) come nel gioco reale. Inoltre riesce a simulare il palleggio in ogni punto del campo, sia in avanti che all’indietro, con la sola rotazione della testa di tiro, ha una elevata precisione di tiro e riesce a sparare i palloni ad oltre cento chilometri orari. «Invitiamo davvero tutti gli appassionati a contattarci tramite un messaggio whatsapp al numero 3807871799 per chiedere tutte le informazioni del caso e recarsi da sabato al Lido Bellavista di Nettuno per effettuare una prova con questo fantastico strumento che già utilizziamo nelle società sportive dell’Anzio, del Nettuno e dell’Onda volley» rimarcano Garzi e Storti. La macchina sparapalloni è pronta a “fare fuoco”, gli amanti del volley sono invitati a sfidarla.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – La Polisportiva Borghesiana volley, chiuso il torneo misto inter societario organizzato da Federica Zoffranieri (una delle componenti della Seconda divisione), sta lavorando in vista della prossima stagione. Al di là degli aspetti tecnici, il settore della pallavolo si sta occupando di un delicato aspetto legato alle strutture. Una decisione del Comune di Roma (a cui è seguita l’azione del Municipio VI) ha impedito alle società che hanno già in concessione impianti comunali di poter partecipare ai bandi per altre strutture come le palestre scolastiche. Il caso ha investito anche la Polisportiva Borghesiana: il club capitolino, già titolare della concessione del centro sportivo “Brasili” (che è utilizzato dal settore calcio e anche dal volley, visto che c’è un pallone tensostatico all’interno del centro), è stato dunque estromesso dal bando che riguarderà l’assegnazione della palestra della scuola “Marco Polo” in via Paternò. «Una decisione che ci ha lasciato sgomenti – commenta Stefano Criscuolo, uno dei responsabili del settore volley – Quello è un punto storico per una associazione come la nostra che anche in quella palestra ha mosso i primi passi sportivi, oltre trent’anni fa. Il regolamento studiato dal Comune di Roma, che comunque aveva dato la possibilità ai Municipi di prorogare i vecchi accordi in caso di problematiche (cosa che non è avvenuta per il Municipio VI, ndr), ci ha penalizzato e per questo abbiamo avviato un’azione legale contro questa decisione e potremmo valutare anche un ricorso al Tar se ne saremo costretti. Tra l’altro i bandi hanno scadenza 20 luglio e quindi anche come tempistica si rischierà di consegnare queste strutture alle società a novembre inoltrato, con le stagioni agonistiche già avviate da tempo. Non è giusto penalizzare associazioni come la nostra che da tanti anni svolge un servizio importantissimo in questo territorio e che decisioni come queste possono mettere seriamente in discussione. Il ruolo prima di tutto sociale di club come la Polisportiva Borghesiana è determinante per la crescita di tanti ragazzi che, in alternativa, sarebbero costretti a rivolgersi a strutture private o magari abbandonare lo sport per motivazioni economiche».
In attesa di capire come finirà questa intricata vicenda, il club capitolino sta comunque pensando alla parte tecnica. «Avremo l’ingresso di un nuovo tecnico nel nostro organigramma – dice Criscuolo – Si tratta di Giorgio Lococo, proveniente dal Volley Club Frascati: prenderà in carico la nostra Seconda divisione maschile ed essendo un tecnico capace di lavorare sui giovani, ci auguriamo possa ottenere buoni risultati coi nostri ragazzi. Al suo fianco ci sarà Noemi Ligenti alla quale vorremmo affidare anche un gruppo di settore giovanile maschile puro, qualora ci saranno i numeri per crearlo. Per il settore femminile, al momento, possiamo dire che Marco Aquili resterà alla guida della prima squadra che giocherà in Seconda divisione e che i tecnici della passata stagione saranno confermati, ma con ogni probabilità ci sarà una rotazione rispetto ai gruppi allenati nell’ultimo campionato. Infine stiamo allestendo anche due gruppi Amatoriali, uno misto e uno femminile, per replicare la bella esperienza della passata stagione e accontentare le tante richieste che ci stanno arrivando».
 

Sport
immagine

Redazione

Colonna (Rm) – La stagione della Ssd Colonna è finita col botto. E a mettere la ciliegina sulla torta del club del neo presidente Simone Di Girolamo ci ha pensato il settore del pattinaggio. Emma Romagnoli, classe 2008, ha centrato uno splendido terzo posto alle finali nazionali dei campionati Uisp che si sono disputate a Treviso nei giorni scorsi. «Una gioia incredibile, un risultato onestamente impensabile alla vigilia – commenta emozionata la responsabile del settore pattinaggio Valentina Giordani – E pensare che Emma, che si era laureata campionessa provinciale, non aveva brillato ai campionati regionali ed è stata “ripescata” per le finali nazionali solo a due settimane dall’evento. In gara, però, è stata bravissima: in semifinale si è piazzata al quarto posto (passavano le prime 20 atlete su 40 della sua “batteria”), poi in finale è stata veramente superlativa e si è piazzata al terzo posto su un totale di 40 atlete. Un’esibizione praticamente perfetta che ripaga i tanti sacrifici fatti nel corso di una stagione in cui Emma è davvero cresciuta tantissimo. Arrivare con una giovane atleta sul podio in una competizione nazionale, che tra l’altro ha dimostrato di essere di buon livello complessivo, è davvero un risultato notevole per una società come la nostra». Ma a Treviso ha gareggiato anche un’altra Emma, vale a dire la Bivi, classe 2007. «Le sue finali nazionali non sono state per nulla fortunate – dice la Giordani – Durante la prova della pista ha pattinato in maniera splendida e se avesse confermato anche in gara quel tipo di esibizione, credo che avrebbe tranquillamente potuto guadagnare un posto tra le prime dieci d’Italia. Invece durante la prova ufficiale, evidentemente, l’emozione l’ha un po’ bloccata e la dea bendata non è stata nemmeno clemente nei suoi confronti: la nostra ragazza si è piazzata al 21esimo posto della sua semifinale, prima tra le estromesse dalla finale alla quale avrebbe assolutamente meritato di partecipare. Comunque arrivare a partecipare ad una competizione di questo spessore è motivo di orgoglio, quindi anche la Bivi merita un grande applauso». E tanti complimenti sono arrivati alla Giordani e alle due giovanissime atlete anche dal neo presidente Simone Di Girolamo. «Abbiamo ricevuto le congratulazioni del nuovo massimo dirigente della Ssd Colonna – conferma la Giordani -, un ulteriore premio per tutto il lavoro fatto in questa annata».
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Negli occhi degli appassionati di rugby a 13 che seguono le vicende della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) c’è ancora la splendida finale scudetto di sabato sera in cui gli Hammers Umbria hanno avuto la meglio (per 28-22) dell’Aquila Neroverde al termine di un match incerto ed equilibrato fino all’ultimo. Il capitano della squadra umbra, l’estremo classe 1993 Francesco Milizia, è ancora emozionato per l’obiettivo raggiunto. «Alzare un trofeo simile da capitano è sempre molto bello e tra l’altro per me questo è stato il primo anno nel mondo del rugby a 13. Sapevo, comunque, di far parte di una squadra molto forte che già l’anno scorso era arrivata a togliersi grandi soddisfazioni e che qualche mese fa aveva vinto la Coppa Italia organizzata dalla Lirfl». La partita con gli abruzzesi dell’Aquila Neroverde è stata un’autentica battaglia, vissuta su prepotenti “strappi” da una parte e dall’altra. «Abbiamo iniziato bene la gara – racconta Milizia -, poi però gli avversari hanno avuto un ritorno importante e a fine primo tempo avevo qualche timore perché la nostra squadra sembrava un po’ in difficoltà dal punto di vista fisico. Nel secondo tempo, però, siamo rientrati in campo con grande aggressività e concentrazione e quello, a mio parere, è stato il momento in cui si è decisa la partita valida per il titolo italiano». Al di là dello scudetto al primo colpo, l’impatto di Milizia (che nel XV gioca col Perugia) col mondo del rugby a 13 italiano è stato estremamente positivo. «E’ uno sport davvero molto divertente, probabilmente ideale per un trequarti, e poi gli Hammers hanno un gruppo molto compatto in cui è stato molto semplice inserirsi. Avrei dovuto giocare già lo scorso anno con loro, ma un grave infortunio alla spalla ha cancellato i miei impegni estivi. Ho seguito comunque la squadra anche nel loro percorso di Coppa Italia di qualche mese fa al quale non ho partecipato perché ero rientrato da poco dal mio infortunio. Comunque sono rimasto molto colpito da questa disciplina e indubbiamente mi piacerebbe replicare prossimamente».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – E’ quasi un marchio di fabbrica del Tc New Country Club Frascati, esattamente come il torneo internazionale Future che da due anni ha ripopolato i campi in terra rossa del circolo di via dell’Acquacetosa. A settembre, dalla mezzanotte di venerdì 15 alla mezzanotte di sabato 16, si terrà la 26esima edizione della “24 ore di tennis”. Un’idea lanciata in maniera assolutamente originale diversi anni fa proprio dal Tc New Country Club Frascati e poi proliferata in giro per l’Italia. Una manifestazione che ha una caratteristica unica: quella di vedere giocare a tennis a tutte le ore, da quelle notturne a quelle più calde della giornata. Un evento che risalta lo spirito di questo sport e unisce generazioni totalmente diverse, con figli e genitori (e nonni) a sfidarsi magari uno contro l’altro o a supportarsi da compagni di squadra. Il regolamento è semplice: l’organizzazione forma due mega squadre tra tutti gli iscritti (che raggiungono anche le 400 unità), quella Rossa e quella Azzurra. Poi si darà il via agli incontri a tutte le ore e ogni singolo game conquistato dai vari partecipanti varrà un punto per la propria squadra. Alla mezzanotte di sabato 16 settembre l’organizzazione darà lo stop alle partite e si passerà al conteggio finale: l’anno scorso l’evento si concluse con un inconsueto pareggio. Ma la “24 ore di tennis” ha conservato nel tempo il suo fascino perché, alla parte sportiva, sa unire anche l’aspetto enogastronomico. Alle 23 di venerdì 15 settembre, infatti, un cocktail di benvenuto “lancerà” l’avvio della manifestazione e poi, evento nell’evento, alle ore 20 del sabato (dunque a competizione ancora in corso) si terrà presso il circolo la consueta mega-cena (si stima una partecipazione tra le 600 e le 800 persone) in cui si potranno degustare le squisitezze locali, intese come vini e cibo. Come da tradizione, inoltre, alla “24 Ore di tennis” di Frascati aderiranno personaggi noti del mondo dello spettacolo, dello sport e del giornalismo oltre che esponenti istituzionali del territorio di Frascati e non solo.
Intanto domenica prossima è in programma una delle manifestazioni estive il cui ricavato andrà a favore dell’Associazione Italiana Persone Down: si tratta del “Doppio giallo”, un torneo di doppio particolare in cui è un sorteggio a decidere con quale compagno di squadra disputare ogni singolo incontro. Domenica 30 luglio, infine, si terrà il primo torneo di padel sul nuovissimo campo inaugurato a inizio mese.
 

Sport
immagine

Redazione

Nettuno (Rm) – Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato. Il Lido Bellavista di Nettuno ha ospitato domenica il torneo regionale di beach volley 2x2 (sia maschile che femminile) organizzato da Volley Estate, il progetto nato per volontà di Davide Garzi e Riccardo Storti. Davvero tante le coppie al via (14 nella gara femminile e 18 in quella maschile) con partecipanti provenienti da tutta la regione e un livello tecnico assai elevato. Fin dalla mattinata si sono succedute le gare giocate in contemporanea sui sei campi del Lido Bellavista, poi nel pomeriggio i protagonisti hanno dovuto fare i conti anche col forte vento, ma i vari atleti non si sono fatti influenzare dalle condizioni meteo come sempre accade per gli appassionati di questo meraviglioso sport. «Siamo davvero contenti della riuscita di questa manifestazione – spiegano in coro Garzi e Storti – E’ stato alto il numero dei partecipanti e anche quello degli appassionati che hanno assistito per tutta la giornata alle varie gare». Il culmine è stato raggiunto nel tardo pomeriggio quando si sono concluse le fasi finali. A trionfare nel torneo femminile sono state Emanuela Cerullo di Nettuno e Laura Pesante di Tor San Lorenzo, entrambi giocatrici dell’Onda volley. In un tiratissimo “derby” in finale (concluso con la vittoria per 18-16 al tie-break) la “coppia di casa” ha sconfitto quella composta da altre due ragazze dell’Onda, vale a dire la talentuosa 14enne Elettra Mannironi e Giulia Melchionda. Anche il torneo maschile è stato altamente spettacolare e incerto, ma in finale Damiano D’Amico e Kevin Mencaroni, coppia proveniente da Ostia, non ha lasciato scampo agli atleti di Pomezia Giovanni Morenzetti e Riccardo Manzini, sconfitti per due set a zero.
Messo alle spalle uno degli eventi “di punta” del lungo programma estivo, il calendario studiato da Volley Estate guarda ora all’evento di domenica prossima: a partire dalle 9,30 al Lido Bellavista di Nettuno, stavolta, i protagonisti saranno gli Under 19 chiamati a sfidarsi in un torneo 4x4 misto (con squadre composte almeno da due ragazze). Il costo di iscrizione è di 10 euro, ma è totalmente gratuito nel caso in cui il partecipante indossi la canotta di Volley Estate.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Non è ancora tempo di riposare per i settori agonistici “di punta” del Tc New Country Club Frascati. Quattro ragazzi del tennis sono stati protagonisti di una doppia trasferta in Toscana prima a Poggibonsi e poi (ancora in corso) a Montepulciano, mentre 21 atleti del nuoto si sono disimpegnati alla grande nel trofeo “The hurricane” a Pescara da giovedì a domenica scorsi.
In terra toscana, assieme ai tennisti, è andato il preparatore Francesco Caldara: «I ragazzi che sono scesi in campo a Poggibonsi, vale a dire i fratelli Federico e Alessandro Bellifemine (rispettivamente nati nel 1999 e nel 2001, ndr), Daniele De Paolis (anche lui classe 1999, ndr) e il più giovane di tutti Luca Biazzetti (classe 2004, ndr), hanno fatto tutti un’ottima figura e speriamo che in questi giorni a Montepulciano possano replicare. Alessandro Bellifemine è stato quello che ha fatto il percorso più lungo di tutti, vincendo quattro partite e poi perdendo al quinto incontro, ma come detto siamo stati molto soddisfatti del comportamento di tutti. Fare esperienze di questo tipo – conclude Caldara - è sicuramente utile per la crescita dei nostri ragazzi». Intanto, sempre a proposito di “tennis e dintorni”, il Tc New Country Club Frascati inaugura venerdì il nuovo campo di padel: a partire dalle ore 18 a disposizione racchette, palline e anche un aperitivo per gli appassionati.
Passando al nuoto, è stato decisamente corposo il gruppo che, guidato dal responsabile Daniele Tavelli, ha gareggiato a Pescara. «Una trasferta estremamente divertente e costruttiva – dice l’allenatore del Tc New Country Club Frascati – Ci siamo piazzati al decimo posto complessivo nella speciale classifica per società dove concorrevano la bellezza di 66 club. I ragazzi hanno provato l’emozione di poter disputare le finali della manifestazione in notturna e alcuni dei nostri sono riusciti anche a guadagnare il podio: Francesca Romana Furfaro e Federico Mariotti hanno trionfato sui 200 dorso, ma sono andati a medaglia anche Michela Catarinozzi sui 50 e 100 rana, Martina Cannone sui 200 delfino e Alessio Paoloni sui 400 misti, ma nel complesso ho notato una serie di prestazioni positive che ci lasciano ben sperare». Ora il settore nuoto preparerà il delicato appuntamento in programma dal 18 al 22 luglio al Foro Italico dove si terranno i campionati regionali estivi.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Tempo di semifinali scudetto per il campionato della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl). Domenica, infatti, saranno di fronte a L’Aquila (inizio alle ore 16) i padroni di casa dell’Aquila Neroverde e i calabresi dei Crociati, mentre nella non distante Spoleto (inizio alle 16,30) scenderanno in campo gli Hammers Umbria e i capitolini dei Gladiators. Sfide incerte e dal pronostico imprevedibile che sicuramente proporranno un alto livello tecnico di rugby a 13.
Gli Hammers vivono la vigilia del loro appuntamento con la serenità di chi sa di avere un buon gruppo, reduce tra l’altro dalla conquista della seconda Coppa Italia consecutiva. «Ma di fronte avremo una squadra dura da affrontare – avverte Giacomo Franzoni, centro classe 1990 che è capitano della Nazionale ed è uno dei pilastri della squadra umbra – Conosco giocatori e tecnici dei Gladiators e so che ci daranno filo da torcere. Tra l’altro quella capitolina è una formazione che da anni gioca assieme, mentre noi abbiamo qualche elemento nuovo nel gruppo: la qualità c’è, ma bisogna capire se abbiamo raggiunto il giusto grado di amalgama». Diversi addetti ai lavori affidano agli stessi Hammers (e all’Aquila) il ruolo di favoriti per lo scudetto. «Sono costretto a ripetermi – rimarca Franzoni – Bisognerà capire se gli allenamenti saranno stati sufficienti per far nascere il giusto spirito di gruppo: la Coppa Italia è stata un’esperienza positiva, ma il campionato è tutta un’altra cosa. Inoltre ho potuto vedere L’Aquila e sono davvero forti e anche i Gladiators sono un’ottima squadra. Comunque dal punto di vista fisico stiamo bene: molti dei nostri giocatori hanno fatto parte del Perugia che è arrivato in serie A di rugby a 15 tramite i play off e quindi questi ragazzi si sono allenati fino a poco tempo fa, ma anche gli altri che hanno impreso l’impegno sono in buone condizioni atletiche». La sfida con i Gladiators, comunque, sarà decisa dai dettagli. «Prevedo un match molto equilibrato e tattico – pronostica Franzoni – La cornice? Spoleto ha dimostrato subito una gran voglia di ospitarci e siamo felici di aver avuto questa possibilità, speriamo di ripagare l’ambiente con una bella vittoria».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Grande soddisfazione in casa Asd Judo Energon Esco Frascati per la partecipazione di undici atlete alle finali nazionali dei campionati italiani federali di ginnastica artistica tenutesi a Rimini. Prima è partito un gruppo composto da cinque atlete e accompagnato dall’allenatrice Giorgia Coni, poi nel fine settimana sono salite in terra romagnola altre sei ragazze assieme alla responsabile tecnica Francesca Ciappetta. «Siamo contenti della risposta delle nostre ragazze – dice la Ciappetta – Quelle che sono partite con Giorgia Coni, vale a dire Greta Talone, Sara Muccari, Elena Missori, Francesca Martino e Sara Bonome, erano praticamente alla prima vera esperienza di questo tipo, ma hanno dimostrato personalità anche se non sono riuscite ad arrivare fino alle fasi finali del loro campionato Silver di terza divisione. Ancor più incisiva la partecipazione delle sei ragazze che ho accompagnato personalmente: nel campionato Silver di seconda divisione Gaia Salvischiani si è piazzata 26esima alle parallele nella prima fase eliminatoria, raggiungendo la finale dove ha concluso al 28esimo posto. Nella stessa categoria, oltre a Dafne Tomei che ha fatto una buona prestazione, va segnalato lo splendido 19esimo conclusivo di Greta Di Benedetto che è arrivata a poco più di un punto di distanza dalla neo campionessa italiana, mentre alle qualificazioni si era piazzata 35esima su 161 concorrenti. Nel campionato Silver di prima divisione da segnalare la bella prova di Aurora Lanzi, la più piccola del gruppo, che si è piazzata 21esima nella trave e 24esima nella prova del corpo libero. Assieme a lei hanno gareggiato anche Giulia Lanzi e Valentina Nicolini che si sono ben comportate. Ora stacchiamo un po’ la spina e poi da settembre riprenderemo gli allenamenti».
Per ciò che concerne il judo, l’Europeo Cadetti di Flavia Favorini non è andato come l’atleta frascatana classe 2000 sperava. Nella categoria dei 63 kg, la judoka dell’Asd Judo Energon Esco Frascati non è stata brillante come accaduto altre volte nei vari appuntamenti internazionali in cui è stata protagonista durante questa stagione, mentre nella gara a squadre ha provato a tenere a galla la squadra azzurra senza grande successo.
Infine grandi complimenti al Master Mauro Giorgi che, in pochi anni di attività sportiva all’interno del club, ha conseguito la cintura nera (la 110ima della storia del club tuscolano) e all’ultraveterano Enrico Zingaretti che, già titolare della cintura nera, ha superato brillantemente gli esami per il terzo dan.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Under 15 maschile del 3T Frascati Sporting Village ha virtualmente chiuso la sua stagione. Nel match andato in scena mercoledì sera al Foro Italico, valido come quarto di finale (in gara unica) dei play off del campionato regionale, la squadra frascatana affidata a coach Massimiliano D’Antoni ha ceduto per 12-8 contro la Vis Nova, seconda classificata nel suo girone durante la stagione regolare. «Che non fosse una partita facile lo sapevamo benissimo – rimarca D’Antoni – Di fronte abbiamo avuto una squadra con almeno quattro giocatori molto strutturati dal punto di vista fisico, inoltre si è giocato su una piscina da 33 metri e questo ha ulteriormente accentuato le differenze atletiche tra i nostri ragazzi e quelli della Vis Nova. La squadra, comunque, ha tenuto botta fino a metà del terzo quarto, poi successivamente le qualità degli avversari hanno fatto la differenza e si è creato un gap non più colmabile. Ma rimango sicuramente soddisfatto della prestazione che i ragazzi hanno saputo sfoderare». D’Antoni parla con orgoglio anche della stagione dei ragazzi tuscolani. «Li abbiamo visti crescere molto e, non a caso, hanno dominato il loro girone durante la fase regolare. Le finali sono state comunque un’esperienza positiva, al di là del risultato: giocare questo genere di partite rappresenta in ogni caso un momento di crescita». Una parte di questi ragazzi lascerà (per motivi anagrafici) questo gruppo, gli altri continueranno a giocare nell’Under 15. «Con il presidente Massimiliano Pavia e con tutto lo staff tecnico stiamo valutando l’opportunità di far disputare a questo gruppo un campionato nazionale nella prossima stagione, come è già accaduto in questa annata agonistica per l’Under 17 e come dovrebbe tornare a succedere anche per l’Under 20. Questo è il segnale tangibile che crediamo molto nelle qualità di questi ragazzi e pensiamo che quella categoria possa aiutarli a crescere ancora».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Non c’è sosta per il Tc New Country Club Frascati. Al circolo di via dell’Acquacetosa l’attività sportiva la fa sempre da padrona: quella agonistica non è certo andata in vacanza, ma nel frattempo dal 12 giugno scorso si è aggiunta quella (ormai divenuta tradizionale) dei centri estivi di avviamento allo sport. «In questo periodo, senza le pressanti incombenze scolastiche del periodo invernale – spiega il direttore sportivo del circolo Marcello Molinari -, i ragazzi hanno la possibilità di lavorare in maniera approfondita sulla tecniche di base delle nostre due discipline principali, vale a dire il tennis e il nuoto. Da questo punto di vista ribadiamo che tutti i partecipanti sono seguiti in maniera attenta da tecnici qualificati e che durante la giornata sono sempre seguiti per ogni esigenza anche da altri componenti del nostro staff. Ma i nostri centri di avviamento allo sport offrono la possibilità di cimentarsi anche su altre discipline come la pallavolo o il calcio a 5 per un’offerta davvero ampia». I genitori hanno la possibilità di lasciare i propri figli al circolo a partire dalle 7,45. «Apriamo la giornata con un momento dedicato alla colazione, poi nella mattinata tutto il gruppo solitamente si dedica ad allenamenti specifici di tennis e nuoto. All’ora di pranzo i ragazzi rimangono nel nostro centro e mangiano presso il nostro ristorante, poi nel pomeriggio le attività si diversificano: i grandi si dividono tra relax in piscina e altri sport, i più piccoli tra bagni e attività ludiche in modo tale che il divertimento sia assicurato, ma che lo stesso sia accompagnato da utili sessioni di allenamento. Inoltre dalla prima settimana di luglio tutti i partecipanti potranno sfruttare anche il nuovo campo di padel». Per tutte le informazioni sui centri estivi di avviamento allo sport ci si può rivolgere alla segreteria al numero 06-9409241: l’attività andrà avanti fino alla prima settimana di settembre, prendendosi una piccola pausa di qualche giorno solamente a cavallo di Ferragosto.
Infine, va segnalata in campo agonistico la vittoria della squadra composta da Chiara Maccari, Anna Croce e Sonia Milazzo che hanno conquistato la promozione in serie D1: un successo giunto al termine di una serie perfette di prestazioni.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’appuntamento è fissato. Il settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati sta per vivere la sua serata magica, il finale “col botto” di un’annata che ha visto crescere ancor di più il movimento fortemente voluto dal club e diretto dal responsabile David Coni. E’ proprio lui a presentare il programma della serata di giovedì che si svolgerà presso il teatro di Capocroce a Frascati. «L’evento sarà una sorta di “gran gala di fine anno” e il tema conduttore sarà quello della “serata da Oscar”. Alle 19,30, ad esempio, ci sarà il momento del “red carpet” con gli spettatori che saranno invitati a vestirsi in maniera molto elegante proprio per “omaggiare” al meglio l’arrivo del nostro gruppo di ragazzi. Dalle 20, poi, inizierà la rappresentazione che durerà un paio d’ore durante le quali i ragazzi del settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati daranno saggio di tutto quanto hanno imparato nel corso di questa annata. «Questo è uno spettacolo molto nostro – spiega Coni – I ragazzi, infatti, hanno influito molto sulle musiche, sull’organizzazione e sui vestiti. Ci sarà l’importante partecipazione da parte di alcuni cantanti della scuola “John Coltrane” di Roma e nel corso della serata verranno consegnati cinque “Oscar” per rendere ancor più speciale la kermesse». L’evento chiuderà un’annata che Coni definisce «certamente positiva per il settore hip hop dell’Asd Judo Energon Esco Frascati. Abbiamo anche avuto i primi “accenni” di agonismo anche se non è quello l’aspetto che deve privilegiare il nostro gruppo di lavoro. I ragazzi, comunque, hanno dimostrato di essere diventati praticamente autonomi e sono fiducioso che possano fare una bella figura giovedì». Le prove generali della rappresentazione si terranno oggi in Villa Torlonia: un ulteriore appuntamento per mettere a punto gli ultimi dettagli e tirar fuori una grande esibizione.
Infine sono ore importanti anche per altri due settori del club frascatano: quello tradizionale del judo incrocia le dita per Flavia Favorini che sabato parteciperà a Kaunas (in Lituania) ai campionati europei Cadetti, mentre quello dell’artistica farà il tifo per alcune sue atlete che fino al 2 luglio saranno impegnate a Rimini per le fasi finali del campionato italiano organizzato dalla Federazione Ginnastica Italia (Fgi): in gara Francesca Martino, Sara Bonome, Greta Tallone, Elena Missori, Sara Muccari, Aurora e Giulia Lanzi, Greta Di Benedetto, Dafne Tomei, Gaia Salvischiani e Valentina Nicolini.
 

Sport
immagine

Redazione

Roma – Il campionato della Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) sta per arrivare alle sue battute decisive. Nello scorso fine settimana si è giocato sia al sud che al centro Italia: i Crociati, formazione calabrese, hanno battuto per 46-40 la Syrako nel match disputatosi a Siracusa, mentre L’Aquila Neroverde si è imposta a Tor Bella Monaca (Roma) sui Gladiators per 48-38. Due partite estremamente combattute, anche se i Crociati partivano comunque con il vantaggio del netto successo ottenuto all’andata tra le mura amiche, mentre nel girone dell’Italia centrale era presente anche la novità abruzzese di Sulmona. Per questo motivo la formazione capitolina dei Gladiators ha comunque guadagnato il passaggio alle semifinali dove sarà ospite degli umbri degli Hammers, mentre l’altro abbinamento (effettuato con sorteggio) sarà quello tra L’Aquila Neroverde e Crociati, con gli abruzzesi a godere del vantaggio del fattore casalingo. «Purtroppo siamo sfortunati da quel punto di vista – sorride Lorenzo Imbalzano, capitano dei Crociati e giocatore della Nazionale di rugby a 13 – Per il terzo anno giocheremo in trasferta la semifinale, evidentemente il sorteggio non è benevolo. Tra l’altro affronteremo forse la squadra più accreditata, ma noi scenderemo in campo per fare loro un bello scherzetto. Inoltre sarà una sorta di “rivincita” per loro che l’anno scorso persero la finale scudetto con Reggio Calabria, squadra da dove abbiamo pescato tanti ragazzi quest’anno. Mi farà piacere, comunque, ritrovare amici come coach Alessandro Marozzi». Sulla gara dei Crociati a Siracusa, Imbalzano sottolinea che «abbiamo avuto di fronte una squadra molto diversa da quella fragile dell’andata ed è stata molto dura. Sono contento della risposta che hanno dato i nostri ragazzi, significa che stiamo costruendo qualcosa dietro al gruppo dei più grandi». C’è attesa anche in casa aquilana dopo la bella vittoria in terra capitolina sui Gladiators. «Faceva un gran caldo – dice proprio il tecnico dell’Aquila Neroverde Alessandro Marozzi -, ma il gruppo ha dato un’eccellente risposta contro un avversario tosto come quello romano. Nonostante qualche assenza per motivi di studio, abbiamo avuto una buona risposta dai ragazzi che sono scesi in campo e questo ci conforta. Ci danno per favoriti? E’ un ruolo che ci prendiamo senza paura: dopo la finale scudetto persa lo scorso anno, vogliamo cercare di arrivare fino in fondo. Sappiamo che la concorrenza è notevole perché Hammers, Crociati e Gladiators sono squadre di grandissimo valore, ma proveremo a spuntarla».
 

Sport
immagine

Redazione

Nettuno (Rm) – Un evento da non perdere. Volley Estate, il progetto nato per volontà di Davide Garzi e Riccardo Storti, sta per organizzare uno degli appuntamenti più importanti del suo lungo programma estivo. E’ il torneo 2x2 maschile e femminile che andrà in scena domenica, nella consueta location del “Lido Bellavista” di Nettuno (via Eolo 2, zona Scacciapensieri). «In questo caso daremo vita a un evento che è più vicino al beach volley rispetto al mondo della pallavolo che noi cerchiamo di privilegiare anche in spiaggia» dicono in coro Garzi e Storti. «Abbiamo avuto già diverse proposte di iscrizione da svariate zone della nostra regione e c’è tempo fino a sabato per comunicare la propria partecipazione mandando un messaggio whatsapp al 3807871799 o scrivendo il cognome degli atleti sulla bacheca dell’evento sulla pagina Facebook ufficiale di Volley Estate. La particolarità riguarda il fatto che si giocherà in contemporanea sui sei campi dello stabilimento perché saranno diverse le partite in programma sin dalla mattina» sottolineano gli organizzatori. Si parte alle ore 9,30 di domenica con la fase a gironi, mentre dopo la pausa dell’ora di pranzo scatteranno le fasi ad eliminazione diretta con i verdetti finali che dovrebbero arrivare attorno alle 18. Per i vincitori è previsto un montepremi di oltre 200 euro: il costo di iscrizione per ogni singolo partecipante è di 15 euro, ma nel prezzo è compreso anche l’utilizzo di un lettino e di un ombrellone per la squadra iscritta. Poi, come sempre, chi si presenterà con la canotta Volley Estate (acquistabile comunque in spiaggia), avrà uno sconto di 5 euro. Va ricordato, inoltre, che il “Lido Bellavista” dispone anche di ristorante, tavola calda, doccia calda e tanti altri servizi.
Gli eventi organizzati da Volley Estate, comunque, andranno avanti fino alla fine di agosto: quello che seguirà l’evento di domenica prossima sarà un torneo 4x4 Under 19 misto (in programma il 9 luglio) che vedrà protagonisti diversi interessanti prospetti della pallavolo giovanile.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – L’Under 20 del 3T Frascati Sporting Village si è laureata vice-campione regionale. Il verdetto è arrivato nell’ultimo turno giocato nello scorso fine settimana: la squadra frascatana, reduce dal successo nello scontro diretto con il Villa Aurelia, doveva necessariamente vincere l’ultima partita di campionato contro la Roma Water Polo per scavalcare gli avversari in classifica proprio in extremis e non ha sciupato l’occasione. Il netto 15-6 è stata la dimostrazione della grande determinazione del gruppo di coach Federico Piccioni nel voler guadagnare il prestigioso piazzamento. «Siamo davvero molto contenti di quello che hanno fatto i ragazzi in questa stagione – spiega l’allenatore dell’Under 20 del 3T Frascati Sporting Village – All’inizio dell’anno, onestamente, non avrei pensato che potessero raggiungere un simile traguardo e invece sono cresciuti in maniera costante e hanno meritato il secondo posto finale. Una bellissima soddisfazione». Tra l’altro il gruppo di Piccioni ha giocato chiaramente sotto età nella categoria Under 20. «Un solo elemento non ha potuto partecipare al campionato Under 17 che abbiamo fatto sempre sotto la mia guida tecnica – rimarca l’allenatore – Addirittura circa la metà di questi ragazzi potrà rigiocare nell’Under 17 anche nella prossima stagione e questo la dice lunga sullo spessore del loro campionato in Under 20. Ora il presidente Massimiliano Pavia e il responsabile del settore pallanuoto Massimiliano D’Antoni valuteranno se sarà il caso di far giocare loro una categoria nazionale nella prossima annata agonistica». Una grossa novità per questi ragazzi, comunque, è già in programma. «Dopo cinque anni di percorso assieme a loro, è giusto terminare questa avventura insieme – rivela Piccioni – Molti di questi atleti hanno cominciato col sottoscritto e per loro erano i primi passi nel mondo della pallanuoto, mentre oggi sono diventati giocatori di livello e alcuni hanno già ricevuto la prima convocazione con la prima squadra che milita in serie C. Sono convinto che in un futuro più o meno prossimo diversi di questi ragazzi potranno tornare utili anche alla squadra maggiore. Per quanto riguarda il sottoscritto valuteremo con la società il da farsi per la prossima stagione».
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Una novità nel programma tecnico del settore nuoto del Tc New Country Club Frascati. Il responsabile Daniele Tavelli ha condotto i ragazzi presenti alla sessione di allenamento mattutina di ieri (ultimamente gli atleti tuscolani fanno doppia seduta) presso il lago di Castel Gandolfo per un appuntamento molto particolare. «L’allenamento in uno specchio lacustre, ovviamente, è molto diverso da quello tradizionale in vasca – spiega Tavelli – Toglie i punti di riferimenti e probabilmente richiede un maggiore sforzo fisico all’atleta che, ad esempio, non può “rifiatare” nel momento della virata. In questo periodo il gruppo agonistico del Tc New Country Club Frascati sta lavorando molto e indubbiamente i ragazzi non sono brillanti a livello di personali». Nonostante ciò, il gruppo dei “categoria” (vale a dire gli atleti compresi nelle fasce tra Assoluti e Ragazzi) ha destato una buona impressione nel test dello scorso fine settimana al Foro Italico valido come manifestazione regionale e lo stesso è valso anche per quello di qualche giorno prima sempre nell’impianto capitolino per il trofeo “Tiro a Volo”. «Due appuntamenti in cui i ragazzi hanno saputo tirare fuori delle buone prestazioni, siamo contenti per la loro risposta». Il settore nuoto del Tc New Country Club Frascati continuerà a mettere ancora per qualche giorno “fieno in cascina” visto che l’appuntamento dei campionati regionali dei “categoria” è stato fissato per il periodo dal 18 al 22 luglio, mentre i campionati italiani (a cui sicuramente parteciperà qualche esponente del club tuscolano) sono in programma dal 5 al 7 agosto. «C’è ancora un po’ di tempo per smaltire i carichi e recuperare brillantezza – spiega Tavelli – In quest’ottica avremo il “termometro” dello stato attuale di forma dei nostri ragazzi in occasione del week-end lungo dal 29 giugno al 2 luglio quando porteremo tutto il gruppo dei “categoria” (compreso dell’Esordiente Alice Marmo, ndr) alla piscina Naiadi di Pescara per un altro importante appuntamento. Una verifica che ci darà parecchie risposte» conclude Tavelli.
 

Sport
immagine

Redazione

Frascati (Rm) – Un altro titolo tricolore per l’Asd Frascati Skating Club. Arriva da Calderara di Reno (provincia di Bologna) dove Francesca Buri è stata la migliore di tutte nella kermesse dei campionati italiani Uisp di solo dance. L’atleta tuscolana ha trionfato nella categoria Allievi nazionali, anticipando altre 32 concorrenti. Nella stessa specialità Giulia Di Iorio è salita sul gradino più basso del podio nella categoria Esordienti nazionali, mentre altri due piazzamenti degni di nota (ma purtroppo senza medaglia) sono stati ottenuti sia da Diana Maggese, quarta nella Divisione Nazionale B, che da Alessia Simoncini, quinta negli Allievi internazionali A.
Un altro titolo di vice-campione d’Italia è arrivato nel singolo dove la stessa Simoncini (classe 2005) ha ottenuto il secondo posto al termine di una gara quasi perfetta e lo stesso si può dire anche della gara di Alessio Coltella (2000) che in coppia con Giulia Pittorru (atleta di una società emiliana) ha ottenuto la medaglia d’argento. Hanno “solo” sfiorato il podio, invece, la “new entry” Giulia Bizzarri (2007) e la stessa Francesca Buri (2005) in coppia con Riccardo Sgarra (atleta di una società di Roma): per loro è arrivato un quarto posto finale nelle rispettive gare. Ad osservare i ragazzi impegnati in Emilia c’erano i tecnici Letizia Martines e Galassia Brunetti per la solo dance e Anna Iannucci per l’artistico. «L’obiettivo di questa gara – spiega Claudio Valente, presidente dell’Asd Frascati Skating Club – era quello di testare la condizione dei nostri ragazzi in vista dei prossimi impegni federali. Ma strappare medaglie ai campionati italiani Uisp è sempre un motivo di soddisfazione». Non c’è sosta, comunque, per i ragazzi del club tuscolano: nel week-end fari puntati sugli stessi Alessia Simoncini e Francesca Buri, reduci dalla trasferta emiliana, oltre che su Irene Vanacore e Gabriele Iusti: il quartetto di ragazzi, accompagnato da Anna Iannucci, sarà al via dei campionati italiani federali Allievi di artistico e la speranza (nemmeno troppo nascosta) dell’Asd Frascati Skating Club è di festeggiare altre medaglie.
 

Inizio
10 successivi >>
Pubblicitá
SEPARATORE 5PX banner - 925 SEPARATORE 5PX 113 2 puntata SEPARATORE 5PX 113 1 puntata SEPARATORE 5PX ITALA SCANDARIATO SEPARATORE 5PX DISTANZIATORE
Tag cloud
Seguici su
Rss
L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direttore@osservatorelaziale.it)
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact